domenica 2 giugno 2019

TELEVISIONE: CONFERMATO GIORGIO LOCATELLI GIUDICE DI MASTERCHEF ITALIA IN ONDA SU SKY UNO INSIEME A BRUNO BARBIERI E ANTONINO CANNAVACCIUOLO


GIORGIO LOCATELLI, BRUNO BARBIERI E ANTONINO CANNAVACCIUOLO SONO I GIUDICI DELLA PROSSIMA EDIZIONE DI MASTERCHEF ITALIA IN ONDA SU SKY UNO

RINUNCIA JOE BASTIANICH

Sarà ancora il vergiatese da Corgeno Giorgio Locatelli, grande Chef stellato che vive a Londra, giudice della prossima edizione di MasterChef Italia.insieme a  Bruno Barbieri e Antonino Cannavacciuolo e sono i giudici  Un ritorno alla giuria a 3 per il talent culinario di Sky prodotto da Endemol Shine Italy, che vedrà in sfida nuovi promettenti cuochi amatoriali per conquistare il titolo di nono MasterChef d’Italia.

Ai 3 chef il compito di individuare i protagonisti della prossima Masterclass, e già in questi giorni Barbieri, Cannavacciuolo e Locatelli sono alle prese con le prime fasi di selezione degli aspiranti chef che entreranno poi nelle cucine di Sky, a partire dal prossimo dicembre. Qui si consumeranno le sfide - tra Mystery Box, Invention Test, prove in esterna e Pressure Test - che porteranno all’incoronazione del MasterChef italiano, titolo che quest’anno è andato alla 31enne siciliana Valeria Raciti.

L’ambito riconoscimento verrà quindi assegnato da Bruno Barbieri, che diventa così il decano dei giudici del talent culinario (è presente sin dalla prima edizione); Antonino Cannavacciuolo, ormai una colonna portante per il programma e per i cuochi amatoriali in gara; e Giorgio Locatelli, new entry e grande sorpresa dell’ultima edizione, che ha letteralmente conquistato il pubblico con i suoi modi fermi ma gentili e il suo savoir-faire british ma dal calore tipicamente italiano.

Per Joe Bastianich una pausa dal programma che lo ha visto protagonista per ben 8 edizioni. Lo fa per dedicarsi alla musica - che nella sua vita ha un posto di assoluto rilievo, insieme alla ristorazione - con un tour italiano e un CD in uscita di cui verranno presto annunciati i dettagli.

Nils Hartmann, Direttore Produzioni Originali Sky Italia, dichiara: «Siamo già al lavoro per la prossima edizione di MasterChef con due giudici amatissimi come Bruno Barbieri e Antonino Cannavacciuolo, che fanno parte della storia del programma, e Giorgio Locatelli, entrato a far parte della “brigata” di MasterChef da qualche mese ma già nel cuore del pubblico e diventato uno straordinario punto di riferimento per i concorrenti. Continuerà a far parte della famiglia di Sky Joe Bastianich, assieme al quale stiamo lavorando a un nuovo progetto nel quale porterà sicuramente la stessa grande passione che, insieme al suo talento, l’ha reso uno dei giudici più amati di MasterChef».

Leonardo Pasquinelli, Amministratore Delegato Endemol Shine Italy, afferma: «Con questa nona edizione, a cui la produzione sta lavorando a pieno ritmo, il format torna un po’ alle origini, con la classica giuria a tre. Ritrovare Antonino Cannavacciuolo e Bruno Barbieri, giudici storici e colonne portanti del programma, è un orgoglio e una garanzia di eccellenza. Siamo, inoltre, felici di confermare la presenza di Giorgio Locatelli, una scelta in cui abbiamo creduto fortemente e che si è rivelata più che vincente. Giorgio infatti, con la sua competenza, il suo humor e la sua eleganza, in pochissimo tempo ha conquistato tutti, e speriamo resti nella famiglia di MasterChef molto a lungo. Il nostro in bocca al lupo e il nostro grazie va, infine, a Joe Bastianich, che ha dato alla giuria il suo tocco unico e inimitabile per tutti questi anni».

Infine, Joe Bastianich dichiara: «Non un addio ma un arrivederci alla grande famiglia di MasterChef Italia, un programma che mi ha regalato tanto. Sono pronto per nuove avventure, e sono pronto a dedicarmi all’altra mia grande passione che è la musica. Sarò impegnato in un tour italiano con l'uscita del mio primo album di cui presto avrete info e date».

BIOGRAFIA DI GIORGIO LOCATELLI

Giorgio Locatelli è considerato da molti uno dei migliori chef italiani nel Regno Unito. Alla Locanda Locatelli, Giorgio serve piatti tradizionali italiani, dando risalto alla qualità e alla freschezza dei prodotti, a cui aggiunge il suo tocco creativo personale. Questi aspetti, insieme a un servizio impeccabile e ad un'atmosfera rilassata, hanno fatto della Locanda Locatelli uno dei ristoranti più gettonati di Londra. La Locanda Locatelli si è guadagnata una stella Michelin nel 2003 (la seconda di Giorgio), e da allora non l’hai mai persa.
La serie TV di Giorgio Locatelli Pure Italian, 2002, è andata in onda su UK Food mentre "Tony and Giorgio", girata con l'imprenditore Tony Allan, è stata trasmessa su BBC2. Dalla serie è stato tratto anche un libro. Il suo libro di cucina, Made in Italy, è stato pubblicato nel settembre del 2006, accolto da recensioni entusiastiche. Made in Italy ha ricevuto il premio come miglior libro di cucina ("Best Food Book") ai Glenfiddich Food and Drink Awards 2007 e Giorgio si è aggiudicato il primo posto all’Ethnic Chef award 2013. Successivamente, è uscito Made in Sicily nel settembre 2011 seguito da Made at Home nell'ottobre 2017. La serie televisiva Sicily Unpacked BBC2, dove Giorgio al fianco di Andrew Graham Nixon ha intrapreso un viaggio alla scoperta del meraviglioso cibo e delle opera d’arte dell’isola, è andata in onda per la prima volta nel 2012. Poco tempo dopo è stata la volta di Italy Unpacked, trasmessa per la prima volta nel gennaio 2013 su BBC2, e poi nel 2014 e 2015 sono andate in onda le nuove puntate di Sicily Unpacked, mentre la nuova serie Rome Unpacked è stata trasmessa per la prima volta nel 2018.
Giorgio è cresciuto sulle rive del Lago Maggiore, in Italia, in un paesino chiamato Corgeno. La sua famiglia gestiva un ristorante stellato, circostanza che lo ha portato ad amare e comprendere il cibo fin dalla tenera età.
Dopo aver lavorato per un breve periodo in ristoranti nel nord Italia e in Svizzera, Giorgio sbarca in Inghilterra nel 1986 ed entra nella brigata di Anton Edelmann al Savoy. Quattro anni più tardi, Giorgio si trasferisce a Parigi per lavorare nel ristorante Laurent e La Tour D'Argent.
Al suo ritorno a Londra un paio di anni dopo, Giorgio diventa executive chef dell’Olivo, ad Eccleston Street, prima di aprire Zafferano nel febbraio del 1995.
In breve tempo, la cucina di Giorgio allo Zafferano diventa la più richiesta di Londra. I suoi talenti culinari gli sono valsi un’invidiabile reputazione internazionale nonchè una sfilza di riconoscimenti tra cui “Miglior Ristorante Italiano” ai London Carlton Restaurant Awards per due anni consecutive e la sua prima stella Michelin nel 1999. L’essenza della sua cucina sta nell’esaltare il sapore naturale di prodotti di qualità, gran parte dei quali vengono importati direttamente dall’Italia.
Nel luglio del 1997 Giorgio apre il suo secondo ristorante, Spighetta, a Blandford Street e successivamente, nel marzo del 1998, inaugura Spiga a Wardour Street. Entrambi i ristoranti riscuotono il successo della critica per l’eccellente offerta di cibo italiano di qualità. 
Il 14 febbraio del 2002, Giorgio e sua moglie Plaxy aprono il loro primo ristorante indipendente, Locanda Locatelli, a Seymour Street. Il ristorante è stato insignito di una stella Michelin nel 2003, e da allora non l’ha mai persa.
Giorgio è inoltre consulente presso Ronda Locatelli, Atlantis- Dubai.
Da buon padre di famiglia, Giorgio vive con la moglie Plaxy e i loro due figli a Camden, Londra.

Nessun commento:

Posta un commento