giovedì 21 novembre 2019

EVENTI NATALIZI: NATALE NEI BENI FAI A VARESE E PROVINCIA


NATALE NEI BENI FAI A VARESE E PROVINCIA

Tra fine novembre e inizio dicembre 2019 tanti appuntamenti per grandi e piccini
per vivere con gioia l’attesa della festività più amata dell’anno, tra mostre mercato, degustazioni, laboratori per adulti e bambini, presepi e allestimenti a tema

Primo appuntamento da non perdere:
sabato 23 e domenica 24 novembre, dalle ore 10 alle 18
mostra mercato “Artigianalmente” a Villa Della Porta Bozzolo a Casalzuigno (VA)


La festività più attesa e amata dell’anno si avvicina: il pensiero del Natale si fa nuovamente spazio nelle nostre menti, nelle nostre città e nelle nostre case, che tornano a risplendere di addobbi e luci. È il momento giusto per iniziare a pensare ai regali e ai menu dei giorni di festa, per procurarsi originali decorazioni e per coinvolgere i più piccoli in divertenti attività creative per celebrare lo spirito natalizio. E cosa c’è di meglio che poter fare tutto questo circondati dalla bellezza e dal fascino dei Beni FAI a Varese e provincia?

Anche nel 2019 infatti Villa e Collezione Panza a Varese, Villa Della Porta Bozzolo a Casalzuigno e il Monastero di Torba a Gornate Olona proporranno da fine novembre a inizio dicembre tante attività ed eventi a tema, dalle mostre mercato di eccellenze enogastronomiche e prodotti artigianali ai laboratori per bambini per realizzare carte regalo, addobbi per l’albero artistici e uno speciale calendario dell’Avvento, dalle letture di storie senza tempo legate al Natale alle degustazioni di prodotti del territorio, dalle lezioni degli chef per stupire gli ospiti ai presepi e agli speciali allestimenti in loco, da cui prendere spunto per le proprie abitazioni.

Si inizierà sabato 23 e domenica 24 novembre con la mostra mercato “Artigianalmente” in programma a Villa Bozzolo dalle ore 10 alle 18. Per l’occasione, negli spazi di questa splendida dimora cinquecentesca a due passi dal Lago Maggiore – resi ancora più suggestivi da decorazioni di design, luci e dall’allestimento di un presepe napoletano tradizionale – espositori provenienti da tutta Italia, accuratamente selezionati, presenteranno il meglio dell’eccellenza artigianale e dell’enogastronomia di qualità. In vendita prodotti esclusivi e ricercati, tra cui molte delizie della tavola: dai vini, che si potranno anche degustare, alle collezioni di spezie; dai panettoni ai dolci siciliani; dai tè e dai raffinati prodotti di erboristeria del Trentino fino a oli pregiati, specialità territoriali e cioccolata. Tra le tante idee-regalo proposte anche originali manufatti, come accessori moda, tessuti, gioielli realizzati con resine, raku, oggetti in ceramica, vetro soffiato, feltro e legno. Inoltre gli amanti del giardinaggio potranno ammirare e acquistare piante della stagione invernale e ornamenti da esterni. In entrambi i giorni di manifestazione adulti e bambini potranno partecipare a vari laboratori (su prenotazione scrivendo a faibozzolo@fondoambiente.it o telefonando al numero 0332 624136) per imparare a creare addobbi natalizi e biglietti d’auguri fantasiosi, preparare un’impeccabile cena di Natale e i dolci delle festività e cimentarsi nel cake design. Programma completo sul sito www.villabozzolo.it.
Biglietti: Intero 10 €; Ridotto (6-18 anni) 5 €; Iscritti FAI 4 €; Famiglia (2 adulti + 2 bambini dai 6 ai 18 anni, a partire dal terzo bambino, ogni ingresso è gratuito) 25 €; residenti Comune di Casalzuigno 5 €.
Possibilità di gustare un menu natalizio al ristorante I Rustici – 334.5630121 - prenotazioni@irustici.it

Il “Natale con il FAI” proseguirà con un fitto calendario di laboratori per adulti e bambini organizzati nei Beni del FAI a Varese e provincia.
Nei tre weekend dal 23 novembre all’8 dicembre, il Monastero di Torba accoglierà grandi e piccoli, sia sabato che domenica dalle ore 10 alle 17, con molte proposte ricreative incentrate sulla magia delle feste - diverse per ciascuna delle sei giornate - che si alterneranno a interessanti visite guidate al sito di proprietà del FAI e ad altre bellezze del territorio: degustazioni di Dolce Varese, panettone, vin brulè, grappe e miele a km 0, “frutto” dell’instancabile lavoro delle colonie di api ospitate a Torba nel solco del progetto “Api  nei  Beni  del  FAI”; workshop per imparare a fare fantasiose confezioni regalo con ritagli di tessuto,


ispirandosi all’arte giapponese del Furoshiki, o ancora per creare una trottola origami, perfettamente funzionante, entrambi a cura di Marigami – Marinella Della Toffola; laboratori per preparare biglietti d’auguri hand made, a cura di Valentina Pasta – Decorazioni e illustrazioni, e lezioni per imparare ad abbellire con gusto la casa e la tavola, a cura di GaiDì di Gaia Damiani; e ancora i bambini verranno invitati a preparare carte da regalo artigianali attraverso piccoli giochi, carte e colori, comporre un loro personalissimo presepe con foglie, ghiande, bacche, rametti e materiali di riciclo, ad ascoltare il racconto di storie senza tempo legate al Natale. Nei giorni di manifestazione sarà inoltre possibile acquistare gustosi prodotti alimentari FAI e tante eccellenze enogastronomiche del territorio. Programma completo sul sito www.monasteroditorba.it.
Biglietti: Intero 10 €; Ridotto (6-18 anni) 5 €; Iscritti FAI e residenti Comune di Gornate Olona 4 €; Famiglia (2 adulti + 2 bambini dai 6 ai 18 anni, a partire dal terzo bambino, ogni ingresso è gratuito) 25 €. Laboratori a pagamento e con prenotazione obbligatoria a faitorba@fondoambiente.it o tel. 0331 820301.
Servizio bar e pranzo in loco presso il ristorante La Cucina del Sole: info@lacucinadelsole.it; 348.8687196.

A Villa Panza spazio al ciclo di laboratori “Ricicl-Art di Natale” con due appuntamenti pensati per bambini dai 4 ai 12 anni, che saranno anche una preziosa occasione per sensibilizzarli sulla tematica della sostenibilità e del riciclo. Il primo, dal titolo Un calendario dell’Avvento davvero speciale!, è in programma domenica 24 novembre dalle ore 15 alle 17 e vedrà i piccoli visitatori impegnati nella realizzazione di un calendario artistico per vivere gioiosamente l’attesa del Natale, attraverso l’impiego di materiali di recupero e naturali raccolti nel parco della villa. Domenica 8 dicembre sarà invece la volta di Natale a strisce, un divertente pomeriggio durante il quale i bimbi potranno cimentarsi nella creazione di fantasiose decorazioni natalizie a strisce, ispirate alle opere di Sean Scully - grande artista americano a cui è dedicata la mostra Long Light ospitata negli spazi della villa fino al 6 gennaio 2020 – utilizzando scampoli di stoffa, carte colorate e materiali di riciclo. Per maggiori informazioni consultare il sito www.villapanza.it.
I laboratori sono a prenotazione obbligatoria: faibiumo@fondoambiente.it o tel. 0332 283960.
Biglietti: Bambini partecipanti al laboratorio 10 €; Bambini partecipanti al laboratorio iscritti FAI 5 €; Adulti accompagnatori 5 €; Adulti accompagnatori iscritti FAI gratuito.

E ancora il 30 novembre, l’1, il 7 e l’8 dicembre dalle ore 10 alle ore 17 a Villa Bozzolo i più piccoli potranno partecipare ai laboratori La Bottega di Babbo Natale, che proporrà letture animate e attività creative a tema Avvento, e Mani in Pasta, dedicato al cake design. Inoltre sarà possibile effettuare visite guidate alle sale della Villa in cui si potrà respirare un’allegra atmosfera natalizia, grazie alla presenza di luci e addobbi. Programma completo sul sito www.villabozzolo.it.
I laboratori sono a prenotazione obbligatoria: faibozzolo@fondoambiente.it o tel. 0332 624136.
Biglietti: Bambini partecipanti al laboratorio 10 €; Bambini partecipanti al laboratorio iscritti FAI 5 €; Adulti accompagnatori 5 €; Adulti accompagnatori iscritti FAI gratuito.

Il calendario “Eventi nei Beni del FAI 2019” è reso possibile grazie al significativo sostegno di Ferrarelle, partner degli eventi istituzionali e acqua ufficiale del FAI; al fondamentale contributo di FinecoBank, già Corporate Golden Donor, che ha scelto di essere a fianco del FAI anche in questa occasione e di PIRELLI che conferma per il settimo anno consecutivo la sua storica vicinanza alla Fondazione. Per il secondo anno si conferma la prestigiosa presenza di Radio Monte Carlo in qualità di Media Partner.


Il programma degli eventi potrebbe subire variazioni. Per aggiornamenti, informazioni e prenotazioni:

www.fondoambiente.it; www.aspettailnataleconilfai.it

FESTIVAL: DOPPIO APPUNTAMENTO TEATRALE A LOCARNO E PORTO VALTRAVAGLIA TARGATO FESTIVAL TERRA E LAGHI


WEEK END DI APPUNTAMENTI IMPERDIBILI PER LA XIII EDIZIONE DEL FESTIVAL TERRA E LAGHI

Venerdì 22 novembre alle ore 19:00 Teatro Paravento di Locarno (CH) “Elena di Sparta”

Sabato 23 novembre alle ore 21:00 al Salone Colombo di Porto Valtravaglia (VA) andrà in scena “Hemingway”, della compagnia veneziana Teatro dei Pazzi


Si chiude questo fine settimana l’incredibile edizione 2019 del festival. Due grandi spettacoli per festeggiare 6 mesi di successi.
E’ iniziata il 1 giugno scorso la lunga avventura della XIII edizione di Terra e Laghi e in questi giorni, dopo più di 60 spettacoli ad ingresso gratuito nelle più belle location dell’Insubria con i migliori talenti del teatro internazionale e migliaia di spettatori entusiasti, si conclude questa lunga avventura. Un bilancio estremamente positivo dunque, l’edizione più seguita e amata di questi 13 anni, una programmazione intensa e serrata, di qualità altissima e moltissime riconferme per il prossimo anno.

Si avvicina anche l’ultima data del tour europeo di Teatro Blu che dopo un lungo tour iniziato anch’esso a giugno che ha portato la compagnia in Italia, Germania, Svizzera, Francia e Slovenia, torna in Ticino con la sua ultima creazione.
Teatro Blu è infatti impegnato da alcuni anni nell’importante mission della diffusione della cultura italiana in Europa e nel mondo, attraverso la messa in scena di spettacoli teatrali in lingua. Con il sostegno di una fitta e solida rete di collaborazioni con consolati, ambasciate, università, istituti di cultura europea, Comites e Società Dante Alighieri, ha portato i suoi spettacoli cult nei più bei teatri della Macroregione Alpina, registrando ovunque il tutto esaurito.

Venerdì 22 novembre alle ore 19:00 presso il Teatro Paravento di Locarno (CH) si celebra la chiusura di questo importante percorso con lo spettacolo “Elena di Sparta”, tra i più belli e amati della produzione recente della compagnia. Scritto, diretto (con Renata Coluccini e la collaborazione di Roberto Gerboles) e interpretato da Silvia Priori, è il frutto di un attento studio su “Elena” di Omero, Euripide e Ritsos, una miscela di teatro, danza orientale e musiche epiche, uno spettacolo sulla bellezza, sulla ricerca della felicità e sulla resistenza che ribalta il mito di Elena e le restituisce dignità e forza.

Sabato 23 novembre si conclude invece il Festival Terra e Laghi. Alle ore 21:00 al Salone Colombo di Porto Valtravaglia (VA) andrà in scena “Hemingway”, della compagnia veneziana Teatro dei Pazzi, uno spettacolo intriso di amore, avventura e letteratura sulla vita e le opere del grande scrittore Hernest Hemingway.

Due appuntamenti da non perdere quindi, per celebrare e concludere un anno speciale, un arrivederci a tutti i grandi eventi e alle novità in preparazione per il prossimo anno.

www.terraelaghifestival.com

martedì 19 novembre 2019

TEATRO: AL SOCIALE DI BUSTO GERMANO LANZONI CI AGGIORNA SULLE DIPENDENZE CRONICHE DI MASSA


GERMANO LANZONI

CI AGGIORNIAMO! DIPENDENZE CRONICHE DI MASSA

CON GERMANO LANZONI CHITARRA ORAZIO ATTANASIO
MUSICHE ORIGINALI ORAZIO ATTANASIO, GERMANO LANZONI
REGIA DI WALTER LEONARDI
PRODUZIONE BUSTER
Venerdì 22 Novembre 2019 21:00
TEATRO SOCIALE
Piazza Plebiscito 8, Busto Arsizio


Germano Lanzoni torna al suo primo amore che lo accompagna ormai da quasi
vent'anni: il teatro. Un racconto a quadri di monologhi e canzoni, dell’uomo contemporaneo alle prese con le “dipendenze” che accompagnano, anche senza volerlo, le nostre scelte quotidiane:
la smania del successo e del guadagno il divertimento obbligatorio la droga del sesso la dipendenza dalla frenesia cittadina e altro… Scenografa obbligata: i pregi e i difetti di Milano. Germano Lanzoni, uno dei maggiori stand up comedian o comico o cabarettista che dir si voglia della sua generazione, gioca, con raffnata maestria, come un funambolo in continuo equilibrio tra i toni alti della poesia e le battute grevi del giullare di razza, senza mai dimenticare la continuità con la mitica comicità milanese degli anni 60/70. Si intravedono, tra le parole e le canzoni di Lanzoni, rimandi a Walter Valdi, Fo, Gaber, Jannacci, Paolo Rossi e al Derby Club tutto.

La sua capacità interpretativa e l’estrema ironia che porta in scena, oltre alla sua innata destrezza, all’ improvvisazione, fanno di ogni serata un vero e proprio evento unico e irripetibile. A sottolineare le atmosfere ed esaltare i colori di ogni quadro sono le musiche e le canzoni composte assieme al maestro Orazio Attanasio, che accompagna, con la chitarra tutto lo spettacolo.

GERMANO LANZONI. Artista milanese doc cresciuto tra gli spazi off, teatri e locali di cabaret. Speaker del Milan dal 2002, attore del Terzo Segreto di Satira e volto del fenomeno social de “Il
Milanese Imbruttito”, il suo flo conduttore è l’ironia. Arduo sperimentatore, pone particolare attenzione alla contaminazione dei linguaggi e sperimenta sul palco la potenzialità di una voce
"importante" al servizio di una risata sorprendente, nei ritmi, nei tempi e nel contenuto. Cresciuto negli spazi off, teatri, locali di cabaret e centri sociali, nella sua produzione artistica ha sempre posto una particolare attenzione alla costruzione di testi contemporanei votati all'irriverenza e al superamento dei falsi moralismi, per raccontare la realtà cosi com’è. Il suo vero talento è l’empatia spontanea, riderecon le persone e non delle persone, caratteristica che nel tempo è diventata una sua vera e propria cifra stilistica.Questo mix di talento naturale, percorso professionale e spirito di ricerca ha permesso a Germano di avere una propria identità artistica, sempre pronto a mettere in discussione per sperimentare strade nuove.

“Non mi piace la comicità maoista, quella che si fa prendendone di mira ferocemente uno per farne ridere cento.Non paga. Ti procura l’immediata reazione, la risata, ma poi determina anche una sorta di chiusura protettiva da parte di chi ti sta intorno. La mia empatia, il mio asset di gioco, è una precisa scelta di campo; il talento del ridere con le persone ti consente di irradiare uno stato d’animo positivo che (a seconda dei gradi di scambio) diventa simpatia o comicità. Questo paga” ORAZIO  ATTANASIO. E’ un musicista autodidatta, ha suonato in diversi contesti dalla tarantella all’heavy metal, passando dai cantautori alla musica classica. Dopo una breve esperienza come bassista e compositore nel 95 si trasferisce a Milano dove impara i fondamenti di acustica e tecnica del suono nella scuola di Tullio de Piscopo. Cominciano le prime collaborazioni, orchestra Afro Sound e Compagnia Dionisi, mentre studia il mandolino, il violino e la chitarra famenco. Dopo un intensa esperienza in Amazzonia comincia a studiare musica popolare brasiliana, bossa nova e capoeira. Nel 2007 fonda con Francesco Arcuri la band ‘Fonomeccanica’ che collabora da subito con Massimiliano Loizzi ed i ‘Mercanti di Storie’, con la Compagnia Lirica di Milano nel ‘Don Giovanni’ di Mozart e con Paolo Rossi nel progetto ‘La povera gente’. Comincia a studiare il violino con Eloisa Manera e Stefano Montaldo presso ‘musicaperta’. Nel 2013 esce il disco: ‘che fne ha fatto la Fonomeccanica?’ di cui scrive i testi e in cui canta e suona chitarra, mandolino, violino e armonica. La Fonomeccanica ha suonato anche in Spagna, Francia, Austria, Germania, Repubblica Ceca, Belgio e Olanda. Attualmente collabora attivamente con Germano Lanzoni, con Antonello Taurino, con Roberto Bonzio per ‘Italiani di Frontiera’ , ‘Trecital’, ‘Tapperware’, ‘Democomica’, ‘Menù musicali’ ed altri.

WALTER LEONARDI scende in campo nel '94 e lavora in teatro, cinema, televisione, in pratica tranne che nel circo, in tutte le discipline dello spettacolo facendo sicuramente meno danni di altri che scesero in campo lo stesso anno. Per i primi quattro anni lavora in teatro con Giorgio Barberio Corsetti, poi in televisione con Paolo Rossi, Serena Dandini e diventa protagonista in due serie di grande successo per ragazzi:Life Bites 2007-2013 Disney Channel;Maggie e Bianca 2015-2017 Rai Gulp. Nel 2013 è protagonista de “La luna su Torino” flm di Davide Ferrario. Ha collaborato conCaterpillar, trasmissione di punta di RADIO RAI2, producendo, scrivendo e interpretando la web serie Chiacchierpillar, primo road movie della radio italiana. È costantemente in giro con suoi spettacoli di cui è autore, regista e interprete. Tra le ultime produzioni:A-MEN (debutto 2014),FONDAMENTALMENTE AVEVAMO VOGLIA DI VEDERCI (debutto 2015),COMA QUANDO FIORI PIOVE spettacolo teatrale vincitore de I Teatri del Sacro 2017, che ha registrato il tutto esaurito al teatro Elfo Puccini di Milano lo scorso aprile. Per il cinema, nell’ultimo anno è stato:protagonista del primo flm de IL TERZO SEGRETO DI SATIRA “Si muore tutti democristiani” (maggio 2018); coprotagonista dell’ultimo flm di LIGABUE “Made in Italy” Gennaio 2018) Inoltre ha una bicicletta bellissima ereditata da suo padre.

TEATRO CABARET: GIOVANNI VERNIA SUL PALCO DEL CONDOMINIO DI GALLARATE

 

“ VERNIA O NON VERNIA ”
il nuovo esilarante spettacolo del travolgente showman 
GIOVANNI VERNIA 
scritto da Giovanni Vernia e Paolo Uzzi con la collaborazione di Pablo Solari.
Produzione esecutiva Ballandi Factory.
diretto da Giampiero Solari e Paola Galassi

Teatro Condominio Gallarate Martedì 26 novembre  ORE 21 

Dopo il successo dei precedenti tour, con un comico dilemma shakespeariano torna in scena nei teatri italiani GIOVANNI VERNIA! “VERNIA O NON VERNIA” è il nuovo ed esilarante spettacolo teatrale dello showman, diretto da Giampiero Solari e Paola Galassi e prodotto da Ballandi Factory, che dal Teatro Condominio di Gallarate in poi farà tappa nei migliori teatri italiani. Giovanni Vernia è un vero talento dell’intrattenimento.

Sempre alla ricerca di originalità e modernità nel suo modo di fare comicità, è uno dei pochi artisti italiani che si muove a suo agio in ogni ambito dello spettacolo. In radio, dove mette in luce quotidianamente la vena creativa, le inedite gag canore con grandissimi ospiti sono già cult, realizzando milioni di click sul web. In tv, dove mette in luce la poliedricità, memorabile nell’ultimo anno la sua partecipazione al programma di Rai1 “Tale e Quale Show”, dove ha sorpreso tutti con le sue doti da cantante e ballerino. Sul web è seguito da oltre 2 milioni di followers, celebre il format #ungiornocapirai” in cui l’attore, con il pretesto di spiegare al figlio i paradossali fatti di attualità del nostro Paese, confeziona compendi di divertente e mai banale satira di costume e/o politica. Per la sua viralità, #ungiornocapirai sconfina spesso su quotidiani online e in tv, quale esempio di come Giovanni riesca ad essere crossmediale.

Al vulcano Giovanni Vernia non basta però attraversare i media italiani: ha successo anche oltre confine. È infatti l’unico comico italiano ad avere un intero show di oltre un’ora per platee straniere con: “How To Become Italian”, in lingua inglese, con cui ha fatto ridere platee provenienti da oltre 70 Paesi diversi. Lo show sarà in scena a New York nell’estate 2020. Il teatro è tuttavia il luogo principe per lui, finalmente libero di esprimere l’incontenibile voglia di divertire in un “onemanshow” tutto suo e col suo stile contemporaneo. Nel nuovissimo spettacolo, oltre ai monologhi, la musica è l’elemento imprescindibile per creare e scatenare la risata, e con un ritmo  altissimo, ove il bersaglio dell’ironia è in primo luogo sé stesso, con i suoi vizi e le sue manie. E sarà facile per tutti, il prossimo martedì 26 novembre al Teatro Condominio di Gallarate alle ore 21:00, scoppiare in fragorose risate di identificazione.

Vernia o non Vernia è la vera novità teatrale. Chiunque conosca Giovanni associa il suo nome alle irresistibili maschere con cui ha conquistato tv e web. In questo spettacolo l’artista racconta da dove nasce la sua follia comica. È un demone interiore il suo, che comincia ad apparire da bambino, stimolato dalla Genova in cui è cresciuto e degli stravaganti parenti pugliesi e siciliani. È una sorta di spiritello dispettoso, che si manifesta in modo sempre più invadente nella sua carriera da ingegnere, costringendolo a diventare comico di professione. Questo nuovo spettacolo è un esercizio di leggerezza intelligente, dove la storia personale dell’artista si sovrappone a un divertentissimo ma acuto viaggio attraverso i luoghi comuni di questi strani tempi moderni. Ne emerge uno showman completo, che spazia con disinvoltura dal racconto alla parodia, dal canto al ballo, creando un rapporto col pubblico unico e coinvolgente”.


Biglietti: Poltronissima € 28 ridotto 25 – Poltrona € 25 ridotto 22- Galleria € 20 ridotto 18
Biglietteria: teatro Condominio ogni giovedì (h.16/18) sabato (h.16/19) domenica (h.10/12)
da Piazza Garibaldi, via pedonale al Teatro Gallarate centro 
Online sul il sito del teatro: www.teatrocondominio.it

TEATRO: A SARONNO LA NARRAZIONE IN SCENA CON BEPPE SEVERGNINI E ALESSANDRO BERGONZONI


FUNAMBOLI DELLA PAROLA IN SCENA
FINESETTIMANA A TEATRO CON BEPPE SEVERGNINI e ALESSANDRO BERGONZONI

Due grandi professionisti, sapienti utilizzatori della parola, narratori del nostro tempo e affabulatori si passeranno il testimone sul palco del teatro Giuditta Pasta durante il weekend.

Teatro Giuditta Pasta Saronno
via I maggio snc - 21047 Saronno VA
Tel: +39 02.96.70.19.90

venerdì 22 novembre 2019 | ore 21.00
BEPPE SEVERGNINI in
DIARIO SENTIMENTALE DI UN GIORNALISTA
VIAGGIO DENTRO AL CAMBIAMENTO PERSONALE, PROFESSIONALE, NAZIONALE E MUSICALE

Messinscena musicale tratta dal libro Italiani si rimane di Beppe Severgnini
con la guida musicale di Serena Del Fiore
una produzione Mismaonda
Biglietti: posto unico intero 15 euro

Venerdì 22 novembre, alle ore 21.00, Beppe Severgnini porta in scena le trasformazioni nei media a cavallo dei due secoli. Lo spettacolo “Diario sentimentale di un giornalista” si ispira al suo ultimo libro, Italiani si rimane.

Severgnini racconterà le trasformazioni nei media a cavallo dei due secoli filtrandole attraverso le sue esperienze professionali e personali. Una narrazione intima e ironica e una sorprendente messa in scena musicale che si avvale dell’apporto della giovane artista radiofonica Serena Del Fiore alla consolle. Un viaggio dentro al cambiamento – personale, professionale, nazionale e musicale: dalla scuola di Montanelli a via Solferino, dal primo articolo per La Provincia di Cremona al New York Times, dai libri alla radio, dalla televisione alla direzione di 7 – Corriere della Sera. Beppe Severgnini parla del tempo che passa, del legame con la terra e la famiglia, del piacere di insegnare e veder crescere nuovi talenti. Il racconto e le letture dell’autore saranno accompagnati da una colonna sonora. Perché i Talking Heads e Bruce Springsteen, The National e Franco Battiato sono anche occasioni professionali. E hanno riempito la vita di molti.


sabato 23 novembre 2019 | ore 21.00
ALESSANDRO BERGONZONI (FOTO)
in TRASCENDI E SALI
regia di Alessandro Bergonzoni e Riccardo Rodolfi
scene di Alessandro Bergonzoni
produzione Allibito srl
Biglietti: intero 30 euro; ridotto 26 euro; ridotto under26 15 euro

Sabato sera, 23 novembre (ore 21.00), vedrà il ritorno sul nostro palco di Alessandro Bergonzoni con il suo ultimo lavoro teatrale: “Trascendi e Sali”.

In questa innovativa opera, Bergonzoni tratta tematiche impegnative, senza però abbandonare quella particolare comicità che lo ha contraddistinto nel corso degli anni.  “Trascendere”: oltrepassare i limiti della realtà per raggiungere una nuova dimensione dalla quale guardare il mondo da un’altra prospettiva. Tematiche struggenti, come la violenza sulle donne e l’immigrazione, sono trattate con comicità e serietà insieme. Ma è comunque la dimensione umoristica e surreale che domina; non solo risate, ma anche ragionamento e critica, stimolati da questo mattatore del palcoscenico. Seguire la performance di questo affabulatore del nonsense lascia senza fiato; ci induce a non essere “individui seminascosti” e trovare la strada giusta per noi, magari seguendo le “piante (o piantine) dei nostri piedi” così come dice l’attore bolognese.

Biglietti ancora disponibili per entrambi gli spettacoli.










martedì 12 novembre 2019

MUSICA : AL TEATRO DEL POPOLO GALLARATE "LUCIO&LUCIO" LA PIU' BELLE CANZONI DI DALLA E BATTISTI


LUCIO&LUCIO - un nome due vite
DOMENICA 24 NOVEMBRE ORE 18.30 TEATRO DEL POPOLO GALLARATE

Le canzoni più belle di Dalla e Battisti nel racconto cantato di Scheriani&Mandelli
con Paolo Scheriani, Nicoletta Mandelli, Tonino Scala regia Paolo Scheriani

INFO E PRENOTAZIONI 320.6757853 – 392.8980187 www.teatrodelpopologallarate.com



Dopo il successo di IO SONO DE ANDRE' al Teatro Tirinnanzi di Legnano, la stagione continua con "LUCIO&LUCIO un nome, due vite" - spettacolo dedicato a Dalla e Battisti. Da Legnano a Gallarate e più precisamente al Teatro del Popolo domenica 24 Novembre ore 18.30 con la consueta formula "spettacolo + Brindisi", ormai cara a tutti gli spettatori.

Come per il precedente spettacolo dedicato a De Andrè, anche questo non è il solito concerto con le canzoni di dei due artisti, bensì un vero e proprio spettacolo teatrale, vicino al Teatro Canzone. Paolo Scheriani interpreterà le canzoni e racconterà la vita dei due grandi cantautori, Nicoletta Mandelli darà voce ai tanti personaggi che hanno avuto a che fare con loro e Tonino Scala oltre che accompagnare al pianoforte interpreterà a sua volta alcune canzoni del vasto repertorio di Dalla e Battisti.

Ci saranno poi contributi video, immagini che renderanno lo spettacolo come sempre ricco di suggestioni.



Lo spettacolo festeggia l’anniversario della nascita di due grandi artisti: Lucio Dalla e Lucio Battisti. Forse non tutti sanno che tra i due ci sono meno di 24 ore di differenza. Dalla è nato il 4 marzo del 1943 e il giorno dopo dello stesso anno è nato Lucio Battisti. Dalla alla sua nascita ha dedicato pure una canzone che porta proprio il giorno, il mese e l’anno nel titolo.

Battisti non amava le ricorrenze, così il suo compleanno è passato più inosservato. Ma noi abbiamo deciso di dedicare a entrambi un evento davvero speciale. Un concerto spettacolo dove verranno eseguite dal vivo tutte le loro canzoni più belle, e tra una canzone e l’altra si racconteranno aneddoti della vita dei due artisti. Un’occasione imperdibile per riascoltare il loro vasto repertorio. Con gioia vogliamo cantare le loro canzoni più belle. Ridere e commuoverci per tutti i ricordi che ci verranno in mente nel mentre che le canteremo. Vogliamo condividere con voi questo momento perché la loro musica è parte della nostra vita. un piccolo omaggio a due grandi artisti.  

MUSICA: GRANDE CONCERTO ALLE CANTINE COOPUF CON DERRICK MCKENZIE (JAMIROQUAI) E MILLE PUNTI


DERRICK MCKENZIE (JAMIROQUAI) + MILLE PUNTI

SABATO 16 NOVEMBRE CANTINE COOPUF VARESE 

Un gradito ritorno a Varese per un vero “big” del panorama funk internazionale: DERRICK MCKENZIE, batterista dei JAMIROQUAI, sarà ancora protagonista a Varese alle Cantine Coopuf questo 16 novembre. Dopo i trascorsi sui palchi di tutto il mondo con la band inglese, Derrick ora è pronto per tornare a far ballare il pubblico della Città Giardino, accompagnato dalla band local formata da Marco Mengoni (voce, percussioni), Francesca Morandi (basso), Luca Pedroni (chitarra), Riccardo Guidotti (voce) e Luca Fraula (tastiere). I cinque, che già figurano al fianco di musicisti importanti come Alberto Fortis, Sananda Maytreya, Giliola Cinquetti, etc… daranno il giusto colore ai beat di Derrick.

L’apertura della serata è affidata invece a Mille Punti. Al secolo Eddi Basedi, Mille Punti è un progetto che strizza l’occhio alla disco funk degli anni ’70 senza perdere di vista l’indie di oggi. “Retrofuturo” è l’album uscito nei primi mesi del 2019 per Vetrodischi / Rc Waves, portato sui migliori palchi italiani insieme alla band formata da Marco Manini (Les Enfants) e Riccardo Montanari (Belize). Aftershow è affidato a Nico Demo, membro del collettivo malnatese Into The Groove, accompagnerà il fine serata con il meglio di hip hop, funk e black music.

Inizio ore 22.00
ingresso 12€ consumazione compresa
info@madboys.it

Cantine Coopuf
via Carlo De Cristoforis, 5
Varese