sabato 12 gennaio 2019

FESTIVAL DI SANREMO 69: TUTTE LE NOVITA' DELLA PROSSIMA EDIZIONE


FESTIVAL DI SANREMO 69

Una sola categoria e ventiquattro sfidanti per l’edizione numero 69 del Festival di Sanremo
SANREMO : Dal 5 al 9 febbraio su RAI1 e RADIO2

LINK: http://www.rai.it/programmi/sanremo/

Questa la principale innovazione fortemente voluta dal Direttore Artistico Claudio Baglioni per la gara che appassionerà gli italiani dal 5 al 9 febbraio su Rai1 e Radio2.
Sul palco del Teatro Ariston ci saranno infatti i 22 Artisti scelti dalla Commissione musicale oltre ai 2 vincitori di Sanremo Giovani, che nelle serate del 20 e 21 dicembre hanno conquistato il passaporto per il concorso di febbraio.
Saranno la vis comica, dolceamara e spesso surreale, di Claudio Bisio, e la poliedricità del multiforme talento di Virginia Raffaele, a formare - insieme a Claudio Baglioni, per la seconda volta al timone della più importante rassegna musicale italiana - il terzetto dei conduttori delle cinque prime serate di Rai1.
Definito da Claudio Baglioni un “evento musicale e spettacolare raccontato dalla televisione”, il Sanremo di quest’anno propone un cast di Campioni scelto, privilegiando i candidati che avessero un'identità artistica e un percorso professionale riconosciuti e riconoscibili, come interpreti musicali.
Per il Direttore Artistico e la Commissione selezionatrice la scelta di quest’anno  è stata particolarmente impegnativa perché le 1550 proposte iscritte a Sanremo Giovani e le 300 presentate al Festival della Canzone italiana di Sanremo, esprimono, nella maggioranza dei casi, grande personalità e originalità.


LE SERATE

I Campioni in gara parteciperanno con 24 canzoni inedite e si esibiranno tutti nella prima serata (5 febbraio) del Festival.
Nelle 2 successive (6 e 7 febbraio) i Campioni interpreteranno, di nuovo, i propri brani in gruppi da 12.
Nella quarta Serata (8 febbraio) i 24 Artisti – reinterpreteranno le proprie canzoni in gara, in versione rivisitata o con diverso arrangiamento musicale, ognuno insieme ad un artista Ospite.
Nella quinta Serata – la serata finale (9 febbraio) nuova interpretazione -esecuzione delle 24 canzoni in gara da parte dei 24 Artisti.


IL SISTEMA DI VOTO

Attraverso i quattro sistemi di votazione del Televoto (da telefonia fissa e da telefonia mobile), della giuria Demoscopica, della giuria della Sala Stampa e della giuria degli Esperti si arriverà, progressivamente nelle cinque Serate, a definire le graduatorie che decreteranno la canzone vincitrice di Sanremo.
Nelle prime tre serate voteranno il pubblico, attraverso Televoto, la giuria Demoscopica, la giuria della Sala Stampa.
I tre sistemi di votazione avranno - nella determinazione della graduatoria delle 24 canzoni interpretate in Serata - un peso percentuale così ripartito: Televoto 40%; giuria Demoscopica 30%; giuria della Sala Stampa 30%.
Al termine della Terza serata verrà stilata da Rai una classifica congiunta delle 24 canzoni in gara, determinata dalla media tra le percentuali di voto ottenute nella Prima Serata e nella Seconda (per le prime 12 canzoni) e Terza Serata (per le seconde 12 canzoni).
Nella Quarta Serata voteranno il pubblico, attraverso il Televoto, la giuria della Sala Stampa, la giuria degli Esperti. I tre sistemi di votazione in Serata avranno un peso percentuale così ripartito: Televoto 50%; giuria della Sala Stampa 30%; giuria degli Esperti 20%. Al termine verrà stilata una classifica, determinata dalla media tra le percentuali di voto ottenute durante la quarta serata dalle canzoni (nelle esecuzioni con artisti Ospiti) e quelle delle Serate precedenti. All’interpretazione-esecuzione con artista Ospite più votata potrà essere assegnato un premio speciale da RAI.
Nella Quinta Serata (Serata Finale) voteranno il pubblico, attraverso il Televoto, la giuria della Sala Stampa, la giuria degli Esperti.
I tre sistemi di votazione avranno un peso percentuale così ripartito: Televoto 50%; giuria della Sala Stampa 30%; giuria degli Esperti 20%. Al termine verrà stilata una classifica delle canzoni determinata dalla media tra le percentuali di voto ottenute in Serata e quelle delle Serate precedenti. Nuova votazione delle canzoni risultate ai primi 3 posti nella classifica, sempre de: - il pubblico, attraverso Televoto - la giuria della Sala Stampa - la giuria degli Esperti.
I tre sistemi di votazione avranno sempre un peso percentuale così ripartito: Televoto 50%; giuria della Sala Stampa 30%; giuria degli Esperti 20%. Al termine verrà stilata una nuova classifica delle 3 canzoni, determinata tra le percentuali di voto ottenute in quest’ultima votazione in Serata e quelle ottenute dalle votazioni precedenti.
La canzone prima in quest’ultima classifica sarà proclamata vincitrice di Sanremo 2019.
Il Festival di Sanremo è scritto da Martino Clericetti, Pietro Galeotti, Ermanno Labianca, Massimo Martelli, Luca Monarca, Giovanni Todescan, Guido Tognetti, Paola Vedani. Massimo Giuliano e Giuseppe Cesaro sono, rispettivamente, il consulente musicale e il consulente per la comunicazione del Direttore Artistico.
La direzione musicale è di Geoff Westley con Mario Corvini, Maurizio Filardo e Paolo Gianolio.
La scenografia è affidata a Francesca Montinaro.
Il direttore della fotografia è Mario Catapano.
La regia è di Duccio Forzano.
Claudio Fasulo, vicedirettore responsabile progetto Festival. Gabriella Schiavo, capoprogetto, Simona Marconi, produttore esecutivo.


PRIMAFESTIVAL

Anche quest’anno torna il PrimaFestival, il notiziario flash sui temi caldi che animeranno la 69ᵃ edizione del Festival di Sanremo.
Tutti i giorni a partire dal 25 gennaio e subito dopo il Tg1, il Prima Festival ci accompagnerà in pieno clima sanremese con notizie curiose, interviste a caldo e gossip esclusivi sui cantanti in gara, gli ospiti e i conduttori che si alterneranno sul palco dell’Ariston.
Non mancherà inoltre il consueto appuntamento con l’analisi dei contenuti che animano i social e dei trend topic più curiosi che circolano in rete.
E dal 4 febbraio per tutta la settimana del festival, ancora più notizie, più curiosità e più rumors, a pochi minuti dall'inizio dello show
utto questo nell’unico programma televisivo all news interamente dedicato al Festival di Sanremo. Gli autori del programma sono Walter Santillo e Carmelo La Rocca, la regia è di Carlo Flamini.


DOPO FESTIVAL - THE DARK SIDE OF SANREMO

A 50 anni da quando l’uomo ha messo piede sulla luna, il Dopo Festival 2019, in diretta dal Teatro del Casinò, renderà omaggio alle stelle della musica e alle canzoni dell’Ariston. E cielo, stelle e luna saranno non solo al centro di una rinnovata scenografia ma parte integrante di un programma che farà del racconto poetico e di un’ironia stralunata la propria cifra. A trasportarci in questo mondo  ci sarà Rocco Papaleo che insieme a una band musicale accoglierà gli artisti protagonisti del Festival giocando con loro, intervistandoli e coinvolgendoli in cameo musicali dove si esibirà lui stesso. Ad accompagnare Rocco ci saranno due presenze femminili, di eleganza e fascino complementari, ognuna a rappresentare due anime diverse di quello che, in omaggio ai Pink Floyd, quest’anno è il sottotitolo del Dopo Festival: The Dark Side of Sanremo. E’ previsto anche un collegamento in esterna, sotto le stelle, da Santa Tecla, per dare alla serata anche un tocco glam della Sanremo by night.



RADIO2 AL FESTIVAL DI SANREMO

Musica, divertimento, compagnia e buonumore sono gli ingredienti di Rai Radio2 che anche quest’anno è la radio ufficiale del Festival di Sanremo.  E lo fa con un impegno senza precedenti di programmi, conduttori e location.
Tutto il giorno in diretta in piazza con il mitico truck rosso. Tutta la sera in diretta dal Teatro Ariston per non perdere nemmeno un attimo di quello che succede all'interno del Festival sia sul palco che nel backstage. Tutta la notte in diretta da Forte Santa Tecla con musica, artisti, commenti, Live.
E tutto naturalmente on line con i social di Radio2 impegnati a trasferire e riportare ogni emozione del Festival.

CANTANTI IN GARA

ACHILLE LAURO
 ROLLS ROYCE
 SONY MUSIC ENTERTAINMENT

ARISA
 MI SENTO BENE
 SUGAR

LOREDANA BERTE'
 COSA TI ASPETTI DA ME
 WARNER MUSIC ITALY

BOOMDABASH
 PER UN MILIONE
 UNIVERSAL MUSIC ITALIA

FEDERICA CARTA E SHADE
 SENZA FARLO APPOSTA
 WARNER MUSIC ITALY

SIMONE CRISTICCHI
 ABBI CURA DI ME
 SONY MUSIC ENTERTAINMENT

EINAR
 PAROLE NUOVE
 SONY MUSIC ENTERTAINMENT

EX OTAGO
 SOLO UNA CANZONE
 UNIVERSAL MUSIC ITALIA

GHEMON
 ROSE VIOLA
 CAROSELLO CEMED

IL VOLO
 MUSICA CHE RESTA
 SONY MUSIC ENTERTAINMENT

IRAMA
 LA RAGAZZA CON IL CUORE DI LATTA
 WARNER MUSIC ITALY

MAHMOOD
 SOLDI
 UNIVERSAL MUSIC ITALIA

MOTTA
 DOV'E'  L'ITALIA
 SUGAR

NEGRITA
 I RAGAZZI STANNO BENE
 UNIVERSAL MUSIC ITALIA

NEK
 MI FARO' TROVARE PRONTO
 WARNER MUSIC ITALY

ENRICO NIGIOTTI
 NONNO HOLLYWOOD
 SONY MUSIC ENTERTAINMENT

NINO D'ANGELO E LIVIO CORI
 UN'ALTRA LUCE
 SUGAR

PATTY PRAVO CON BRIGA
 UN PO' COME LA VITA
 MUSEO DEI SOGNATORI

FRANCESCO RENGA
 ASPETTO CHE TORNI
 SONY MUSIC ENTERTAINMENT

DANIELE SILVESTRI
 ARGENTO VIVO
 SONY MUSIC ENTERTAINMENT

ANNA TATANGELO
 LE NOSTRE ANIME DI NOTTE
 GGD EDIZIONI

PAOLA TURCI
 L'ULTIMO OSTACOLO
 WARNER MUSIC ITALY

THE ZEN CIRCUS
 L'AMORE E' UNA DITTATURA
 WOODWORM PUBLISHING ITALIA

ULTIMO
 I TUOI PARTICOLARI
 HONIRO 

LIBRI E CALABRIA: IN USCITA INTERROTTE (ABBRACCI VOL.1) DI MARIA CARMELA FURFARO


INTERROTTE (ABBRACCI VOL.1)

LINK AMAZON: https://www.amazon.it/Interrotte-Abbracci-Maria-Carmela-Furfaro-ebook/dp/B07M9PLXGW/ref=asap_bc?ie=UTF8

Il libro

Una bambina e un cavallo spesso riescono a comunicare tra loro in maniera incomprensibile.
Se poi la bambina si chiama Alice e il cavallo Ulisse!
Beh!
Da leggere.
Il racconto nasce in un tempo dove non si pensa più alla natura e alle narrazioni genuine e fantastiche, in un tempo dove vincono mostri, orrori e brutture.
A volte fa bene al cuore immergersi in una storia semplice, con toni fantastici ma profondamente necessari.
Nel libro sono inserite alcune foto del luogo dove ha vissuto da piccola la scrittrice, dove ha iniziato a scrivere sulla sabbia e a sognare, ovvero nella spiaggia di Palmi (La Tonnara), in Calabria.

Maria Carmela Furfaro

Maria Carmela Furfaro nasce a Taurianova, in provincia di Reggio Calabria, il 12 Novembre del 1969.
Vive a Perugia dall’età di 21 anni dove insegna in una Scuola Primaria della città.
Di lei stessa dice: “Amo il mio lavoro in maniera infinitesimale: essere a contatto con i bambini ha un valore doppio: imparo da loro e ritorno ad essere bambina io stessa!”
E’ impegnata come “cittadina attiva”.
E’ una vivace appassionata di lettura ed ama comunicare in ogni modalità.
Si diletta "realizzando creazioni di scrittura”.
Dice di lei “sento un infinito bisogno di comunicare e trasmettere emozioni a pelle”.
Con la sua scrittura desidera trasmettere l’insieme armonico della comunicazione, evoca equilibrio, naturalezza, benessere, sensazioni positive.Il suo è un messaggio di solarità nei confronti di ogni cosa, nei confronti della Vita e di ogni suo aspetto.Scrive con uno stile “poetico-narrativo”, personalissimo.Ha curato alcune pubblicazioni per scopi umanitari. Questo è il suo quinto libro.

POMERIGGI TEATRALI: AL SANTUCCIO "UN MARITO IDEALE" DI OSCAR WILDE


“Un marito ideale” al Santuccio di Varese

I Pomeriggi Teatrali aprono il 2019 con la commedia di Oscar Wilde
Al Teatro “Santuccio” di Varese nella rassegna diretta da Paolo Franzato

 Domenica 13 gennaio 2019 al Teatro “Gianni Santuccio” in via Sacco 10 

La 14^ edizione della rassegna “Pomeriggi Teatrali” con la Direzione Artistica di Paolo Franzato apre il nuovo anno con una divertente, curiosa e originale versione della commedia “Un marito ideale” (An Ideal Husband - 1895) di Oscar Wilde, con l’adattamento e la regia di Franco Di Leo. 

Lo spettacolo sarà in scena Domenica 13 gennaio 2019 al Teatro “Gianni Santuccio” in via Sacco 10 a Varese, con inizio alle ore 17.30, con protagonisti gli attori del Teatro della Voce: Davide Gagliardi, Jasmine Morandi e Federica Domestici. Le musiche originali sono di Roberto Ludergnani.
La commedia unisce la serietà dei temi con la leggerezza della scrittura di Wilde, che affronta il problema del conflitto di interessi tra bene pubblico e affari privati indagando anche sul versante familiare: come deve essere un marito ideale? Privo di debolezze e attento a non scendere a compromessi? In questo adattamento, intitolato “(Audizioni per) un marito ideale”, il testo è stata riscritto per due soli protagonisti, convocati per un provino relativo a un allestimento di “Un marito ideale”, senza sapere quale sarà il personaggio a loro affidato. I due devono passare rapidamente da un ruolo all'altro, alternando i brani della commedia a battibecchi comici per mantenere il ritmo imposto dall’inflessibile assistente alla regia.
Il Teatro della Voce è il punto di riferimento di due attrici e di un regista che hanno maturato una lunga esperienza in compagnie italiane e della Svizzera italiana e nella fiction radiotelevisiva. La compagnia è diretta da Franco Di Leo, regista, scrittore, sceneggiatore e docente di drammaturgia presso l’Accademia Teatro Franzato. Collabora con l’Accademia anche Federica Domestici, attrice del Teatro della Voce e make-up artist e parruccaia presso il Teatro alla Scala. Jasmine Morandi, infine, oltre all’attività attoriale nel Teatro della Voce, è impegnata anche in produzioni cinematografiche e televisive. Il Teatro della Voce coopera inoltre con la Compagnia Tarvisium di Treviso, con cui ha co-prodotto recentemente lo spettacolo “Continua à habitare nel Ghetto” di Franco Di Leo, dal saggio “L’inquisizione a Venezia” di Riccardo Calimani, un omaggio a quelle persone che nella Venezia del Cinquecento, convertite forzatamente al cristianesimo, rimasero nel loro intimo ebrei. Tra gli altri lavori portati in scena dalla compagnia si segnala anche “Amori impossibili”, tre atti unici di Anton Cechov, Italo Svevo e James Matthew Barrie, che hanno come filo conduttore il racconto di vicende d’amore complesse e contrastate. Entrambi questi lavori teatrali hanno fatto parte di precedenti edizioni dei Pomeriggi Teatrali varesini.

Direzione Artistica Paolo Franzato- Teatro “Gianni Santuccio” – Via Sacco 10, Varese
Prezzo intero Abbonamento Stagione: 35,00 € - Prezzo ridotto Abbonamento Stagione: 25,00 €
Ingresso spettacolo: biglietto intero 13,00 € - biglietto ridotto 10,00 €
I prezzi ridotti sono riservati ai soci Endas e ai ragazzi fino ai 14 anni
Prevendite:
Endas: tel. 348.0600537 – tel. 0332.263483
Teatro Franzato: tel. 340.7426770 - tel. 347.4657358 (telefonare in orari pomeridiani)
Social:
www.facebook.com/EndasVarese
www.linkedin.com/in/TeatroFranzato
www.google.com/+TeatroFranzato
www.twitter.com/TeatroFranzato

"FORZA IL MEGLIO E' PASSATO!" : GIORGIO PASOTTI AL TEATRO TIRINNANZI LEGNANO


"FORZA IL MEGLIO E' PASSATO!" 

con Giorgio Pasotti e Claudia Marinangeli 
adattamento, musiche originali e regia Davide Cavuti 
Stefano Francioni Produzioni

TEATRO TIRINNANZI LEGNANO 
GIOVEDI' 17 GENNAIO h. 21


Forza, il meglio è passato vede sul palco Giorgio Pasotti, attore di alto livello famoso per i numerosi film al cinema e i successi a teatro, nonché volto popolare e seguitissimo in tv per le innumerevoli serie in ruoli da protagonista, di cui l’ultima attualmente in onda sulla rete ammiraglia “Rai Uno”. Nonostante gli impegni, Giorgio partirà per Legnano per essere presente, il prossimo giovedì 17 gennaio alle ore 21.00, al Teatro Tirinnanzi.

Uno spettacolo d’eccezione, che proseguirà con un tour in tutta Italia, con un format innovativo in cui l’attore interagisce a più riprese con il pubblico. Forza, il meglio è passato è ispirato alla celebre frase di Flaiano “coraggio, il meglio è passato” e Pasotti, con identica ilarità, attraverserà la storia di alcuni personaggi del teatro e della letteratura più le varie epoche in cui hanno preso forma, cogliendo aspetti della vita umana quali ad esempio l’essere e l’apparire, l’amore, il domani, il futuro.  Racconterà con passione le innumerevoli contraddizioni che ci contraddistinguono, di come spesso dover vivere ingiustizie, dolori, il destino, arricchendo la sua interpretazione di momenti di commozione e ilarità. Giorgio Pasotti coinvolgerà a più riprese il pubblico portando lo spettacolo in mezzo alla platea e interagendo simpaticamente con i presenti, in un’alternanza di registri profondi affiancati ad altri più leggeri, senza far mancare di ironica brillantezza il suo bel tratto d’attore. Uno spettacolo tra teatro e cinema, in cui parole e gesti si avvicendano alle immagini proiettate sullo schermo per celebrare, attraverso grandi artisti immortali, un inno alla vita in tutte le sue sfaccettature, fra le quali ogni uomo fa esperienza nel suo percorso terreno.

Prevendita: Teatro Tirinnanzi Piazza IV Novembre Legnano ogni mercoledì, venerdì e sabato h.16,00/19,00   E presso Disco Stores  Galleria Ina, Piazza San Magno 4 – Legnano tutti i giorni non festivi da lunedì a sabato On line: www.melarido.store, www.teatrotirinnanzilegnano.it 

lunedì 7 gennaio 2019

DIGITALIFE: AL VIA UN TOUR PER IL DOCUFILM VARESINO CON TAPPA A VARESE


Tour nazionale nei cinema per il film Digitalife

Il 16 gennaio a Milano la prima ufficiale del docufilm prodotto da Varese Web con Rai Cinema e Fondazione Ente dello Spettacolo. Un “mosaico” di oltre 50 storie su come internet e il digitale hanno cambiato la vita

Inizia il tour nei cinema per il film Digitalife. Le prime tre proiezioni ufficiali, alla presenza di autori e protagonisti, si svolgeranno a Milano il 16 gennaio, a Roma il 22 gennaio e a Varese il 23 gennaio. Ma non solo: sono in programma, per le settimane successive, altre 15 date che vedranno proiezioni a Gallipoli, Borgo San Lorenzo, Firenze, Grosseto, Viterbo, e molte altre città d’Italia, per un tour che andrà avanti fino al mese di aprile.
Per richiedere di poter organizzare una proiezione del film nella propria città, basta inviare una mail a digitalife.film@gmail.com

Digitalife, prodotto da Varese Web in collaborazione con Rai Cinema e Fondazione Ente dello Spettacolo, è diretto dal regista Francesco Raganato e si avvale delle musiche originali composte da Vittorio Cosma. Il docufilm arriva nei cinema dopo quasi due anni di lavorazione. Un percorso lungo a cui hanno contribuito centinaia di cittadini invitando i propri video. Tra questi racconti di cambiamento sono state selezionate oltre 50 storie che sono andate a comporre il “mosaico” Digitalife.

«Finalmente DigitaLife approda in sala, la sua destinazione naturale. - È il commento del regista Francesco Raganato - La sala non è una velleità: un film che parla di come internet ci ha cambiato la vita e di condivisioni va visto condividendo uno spazio e del tempo. Perché i cambiamenti non accadono quando siamo da soli, ma accadono in virtù ed in funzione di chi ci sta accanto. Per questo DigitaLife ha bisogno di un respiro unico e di una visione condivisa. Perché quello che accade sullo schermo ci riguarda, parla di noi, di quello che siamo di diventati, non come più come singoli, ma come comunità».

Vittorio Cosma, autore della colonna sonora
«È stato un piacere lavorare sul materiale di Digitalife» aggiunge Vittorio Cosma, autore delle musiche originali del docufilm. «È un esperimento di verità: qualsiasi opera dell’intelletto che faccia parlare i veri protagonisti e che non sia una fiction, ha una potenza decuplicata rispetto alla normale narrazione. L’approccio artistico deve essere onesto e attento perché stiamo parlando di vite reali, sia di fatti positivi che di grandi drammi. Bisogna usare attenzione e compassione nel senso più nobile e profondo della parola, senza forzare le emozioni e senza negarle. Per me è un privilegio lavorare in questo tipo di progetti, perché la verità è sempre più potente di qualsiasi fiction». 

«Abbiamo discusso molto per trovare un titolo al film - ha raccontato Marco Giovannelli, produttore - Digitalife è la sintesi perfetta perché rappresenta bene ciò che lo spettatore andrà a vedere. Al centro del film c’è la vita in tante sue forme. C’è il lavoro, come il viaggio, il dolore, la disperazione, come la speranza. C’è la malattia e il riscatto, il coraggio di chi sa affrontare i cambiamenti come la paura di ciò che stiamo vivendo. Il digitale è una nuova era per l’umanità e non conosce confini. Ci tiene tutti in una dimensione glocal, ben piantati nel locale ma con un orizzonte sempre più globale».

Cos’è Digitalife
Digitale nasce dall’idea di raccontare come internet e il digitale abbiano cambiato la vita di tutti i giorni. Lo svelano le oltre 50 storie presenti nel docufilm, scelte tra le centinaia raccolte in quasi due anni di lavorazione.
Un racconto collettivo che tocca diversi argomenti: la nascita di internet, la perdita di una persona cara, il mondo del lavoro in evoluzione, la rinascita dopo una crisi, la ricerca di una felicità perduta, la possibilità di socializzare, viaggiare, condividere esperienze ed emozioni. Ma anche il terrorismo, il mondo dell’informazione, il cyberbullismo. Il tutto con una visione di speranza nel futuro.
Digitalife è un film che racconta un mondo fatto di connessioni, condivisioni e vita.

Regia: Francesco Raganato
Sceneggiatura: Marco Giovannelli, Manuel Sgarella, Francesco Raganato
Musiche Originali: Vittorio Cosma
Montaggio: Diego Zucchetto
Produzione: Varese Web in collaborazione con Rai Cinema e Fondazione Ente dello Spettacolo
Nazionalità: Italiana
Durata: 75’
Genere: Documentario

La produzione del docufilm ha trovato sostenitori come il Fai - Fondo Ambiente Italia, il Parco Nazionale delle Cinque terre, Terre des Hommes, l’associazione europea delle vie Francigene, l’Ordine dei giornalisti. A cui si sono aggiunti i partner come Sea, Eolo, Coop, Tigros, Elmec informatica, Caffè Chicco d’oro, Habitare, NAU!, Hagam ed Eoipso.

IL TRAILER DEL FILM: https://www.youtube.com/watch?v=_-I5JSm894E

IL CALENDARIO DELLE PROIEZIONI

Gennaio
16 - Milano - Cinema Anteo
22 - Roma - Sala Trevi
23 - Varese - Cinema MIV
25 - Gallipoli
28 - Borgo San Lorenzo (FI)
29 - Firenze
30 - Grosseto
31 - Viterbo

Febbraio
7 - La Spezia
15 - Palestro
22 - Lecco
28 - Tradate

Marzo
4 - Pietra Ligure
5 - Aosta
6 - Torino
13 - Alessandria
17-24 - Nicaragua

In via di definizione altre date in diverse città.

NATALI' A BUSTO ARSIZIO: NUOVO APPUNTAMENTO CON PICCOLI PASSI AL FRATELLO SOLE


NUOVO APPUNTAMENTO CON PICCOLI PASSI
Sabato 19 gennaio al Fratello Sole arriva NataLì

Dopo le feste natalizie, al Fratello Sole riprende la XIX rassegna teatrale Piccoli Passi: in questa edizione si affronta il tema “La scena è femminile” attraverso le proposte di alcune artiste che usano linguaggi differenti. Il prossimo appuntamento si terrà sabato 19 gennaio 2019 alle ore 16.30. Gabriella Roggero (Angera) ci accompagnerà in un viaggio alla ricerca della felicità con NataLì, spettacolo di marionette bunraku, burattini a guanto, pupazzi e attori, adatto ad ogni pubblico dai quattro anni in su. Costo del biglietto € 5,00.

NataLì è proprio nata lì, non qui. Arriva da una terra lontana e stupenda, dove tuttavia lei e la sua famiglia non riescono a vivere perché in preda a fame e sete. Affronta così un viaggio e l’arrivo in una terra nuova…come sarà accolta? Saranno l’affetto e gli insegnamenti dei genitori e dei nonni a darle forza, quella forza che le consentirà di affrontare un drago e liberare la Regina NataQui.
Gabriella Roggero si è laureata all’Accademia di Brera come scenografa (dopo il diploma presso il Liceo Artistico di Busto Arsizio), ha studiato danza classica e contemporanea e ha seguito un corso di recitazione con Dario Fo. Già protagonista di celebri trasmissioni televisive rivolte all'infanzia, da tempo calca le scene di tutta Italia con le sue storie e i suoi burattini e pupazzi. In questo spettacolo presenta un lavoro di altissimo profilo sia tecnico che di contenuti. NataLì offre spunti di riflessione più che mai attuali, dove non si suggeriscono solo interrogativi, ma si aprono gli occhi e il cuore per emozionarsi attraverso forme e azioni. Al Fratello Sole prosegue anche il “Progetto Scuola: Cinema - Teatro - Letteratura” con un ampio panorama di proposte diversificate in base all’età, dai 4 ai 13 anni. Si tratta di un’opportunità culturale e formativa interessante per bambini e ragazzi, che attraverso la partecipazione collettiva delle classi possono vivere un’esperienza di grande impatto.

Didascalie e credit fotografici
[NATALI] Natalì di Gabriella Roggero – foto ©Domenico Someraro

TEATRO GIUDITTA PASTA SARONNO: DI SCENA UNA “BISBETICA DOMATA” TUTTA DA RIDERE


“BISBETICA DOMATA” TUTTA DA RIDERE A SARONNO

Teatro Giuditta Pasta, Saronno
sabato 12 gennaio 2019 | ore 21.00
domenica 13 gennaio 2019 | ore 15.30

link: www.teatrogiudittapasta.it


Nel fine settimana, sabato 12 gennaio alle ore 21.00 e in replica domenica 13 gennaio alle 15.30, va in scena al Teatro di Saronno “LA BISBETICA DOMATA” di William Shakespeare, una commedia tutta da ridere, piena di atrocità e strani rapporti, di amore e interesse, finzione e travestimento.

Una bisbetica domata recitata come ai tempi del Bardo da soli uomini con uno straordinario Tindaro Granata (premio UBU) nella parte di Caterina. È la vera novità di questa operazione che usa un dialogo scoppiettante ma fedele al linguaggio originale.

Una commedia curata in ogni suo aspetto con una ritmicità pazzesca, asciutta, veloce e dinamica.

La vicenda, più che nota, scorre piacevolmente per le due ore abbondanti della rappresentazione, anche grazie all’impegno traduttivo di Angela Demattè, a cui va il merito di essere riuscita a restituire quel linguaggio ibrido, contemporaneamente altissimo e volgarissimo, armonico e greve che è stato la fortuna di Shakespeare.

Quest’aggiunta di modernità conferisce a “La Bisbetica Domata” un ulteriore elemento di comicità che gioca con l’ironico e l’assurdo ed incuriosisce anche gli spettatori più giovani.

Nell’azzurra scena-non-scena di Matteo Patrucco, immersa nel sofisticato disegno luci di Marco Grisa, gli attori si muovono come in stato di cattività, sorvegliati e puniti dalla violenza invisibile delle loro parole, marchiati dai costumi di Ilaria Ariemme.

Ed è esemplare in questo senso la trasformazione finale di Caterina, che Tindaro Granata interpreta con misura e lucidità, trasmettendo dal palco ogni sfumatura della sua tragedia, fino a lasciarci intendere che prima o poi riguarderà tutti quanti. Angelo Di Genio è un Petruccio brillante e pieno di energia senza essere mai smodato né chiassoso; Christian La Rosa interpreta Tranio in elegante sottrazione. Completano bene il cast Igor Horvat, Massimiliano Zampetti, Walter Rizzuto, Ugo Fiore e Rocco Schira, che mima la parte della sorella contesa di Caterina, Bianca. Le raffinate musiche di Zeno Gabaglio impreziosiscono lo spettacolo.

Biglietti ancora disponibili: intero € 27; ridotto € 25; gruppi organizzati € 21; ridotto under26 € 15



LA BISBETICA DOMATA

di William Shakespeare
adattamento e traduzione Angela Demattè
regia Andrea Chiodi
con (in ordine alfabetico) Angelo Di Genio, Ugo Fiore, Tindaro Granata, Igor Horvat, Christian La Rosa, Walter Rizzuto, Rocco Schira e Massimiliano Zampetti
scene Matteo Patrucco
costumi Ilaria Ariemme
musiche originali Zeno Gabaglio
disegno luci Marco Grisa
movement coach Marta Ciappina
sarta di scena Andrea Portioli
assistente regia Margherita Saltamacchia
produzione LuganoInScena
in coproduzione con LAC Lugano Arte e Cultura, Teatro Carcano, Centro d’Arte Contemporanea di Milano