venerdì 31 maggio 2019

TURISMO: WEEK END A VARESE TUTTI GLI APPUNTAMENTI PER VIVERE LA CITTA'


Eventi a Varese da venerdì 31 maggio a domenica 2 giugno

VENERDÌ 31 MAGGIO

Cambiare per evolvere | Smart women in business
dalle ore 9.30 alle ore 17.30
Castello di Masnago dei Musei Civici del Comune di Varese
Via Cola di Rienzo, 42
Una giornata di networking e formazione
dedicata alle donne che lavorano in proprio
Rete al Femminile è un'associazione di promozione sociale composta da donne che lavorano in proprio, diffusa nelle principali province italiane e attiva sia online sia dal vivo, i cui valori sono la condivisione, l'aggiornamento e il networking.
Main Topics della giornata
Mattino: Interventi di formazione
Light Lunch
Pomeriggio: Gamification nella pinacoteca del Castello e business match per favorire l'incontro tra libere professioniste
Prenotazioni dal 1 maggio 2019
Per informazioni: Facebook Rete al Femminile Varese
retealfemminile.varese@gmail.com

ALCOL PREVENTION YEAH
dalle ore 15.00 in Piazza della Repubblica
dalle ore 22.00 nelle Piazze Carducci e Monte Grappa
Sedicesima edizione dell'annuale manifestazione di sensibilizzazione al consumo consapevole di sostanze alcoliche
In programma il consueto concorso tra i bar del centro cittadino per il miglior cocktail leggermente alcolico. Un sondaggio on line sarà disponibile su Varesenews. Tutti i bar del centro avranno a disposizione un kit di prevenzione con etilometri monouso, materiali informativi in formato sottobicchieri sugli effetti dell'alcol, sulla somministrazione di alcolici ai minori, sulla guida in stato di ebbrezza e sul rispetto della città e del vicinato. Inoltre alcuni locali hanno aderito alla campagna "Notti sicure, fai guidare qualcun altro" offrendo consumazioni gastronomiche gratuite ai guidatori che risulteranno sobri all'alcol test prima di mettersi alla guida
la Polizia Stradale in piazza Monte Grappa e la Polizia Locale in piazza Carducci allestiranno info point con possibilità di utilizzare simulatori di guida in stato di ebbrezza, occhiali della sbronza ed etilometri. L'unità mobile Discobus con gruppi di peer educator sarà presente nelle piazze e nelle vie del centro con etilometro professionale, materiali informativi, percorso ebbrezza e gadget di Alcol Prevention Yeah. Saranno presenti i gruppi TASSO di Croce rossa comitato Gallarate, Notti Sicure, progetto di prevenzione all'incidentalità stradale e la Scuola professionale Einaudi. I volontari del servizio civile dell'Informagiovani di Varese durante la serata produrranno due video di promozione dell'evento e di prevenzione all'abuso di alcol accompagnati da un video maker professionale
Sono previsti diversi eventi di intrattenimento rivolti in particolare ai giovani: esibizioni di parkour (associazione InMove) e skate (associazione Rolling Maple), contest di musica hiphop (Black Out Crew) e make up street (Agenzia formativa provincia di varese) in Piazza della Repubblica dalle ore 15.00 alle ore 20.00, Silent disco in collaborazione con i dj del DEEP CLUB in piazza Carducci dalle 22.00 alle 2.00, concerto live di irish folk rock con Meneguinnes e bar analcolico a cura del CFP in piazza Monte Grappa dalle 22.00 alle 24.00

FESTIVAL BAROCCO de "GLI SPEZIALI" | V edizione
Ensemble con strumenti d'epoca o copie filologiche
ore 21.00
Chiesa di Sant'Imerio, Bosto
Viaggio col violoncello nell'Italia del `700
Musiche di Giovanni Battista Bononcini, Giuseppe Sammartini, Alessandro Scarlatti, Francesco Geminiani
Paolo Beschi, violoncello | Elisabetta Soresina, violoncello | Giuseppe Reggiori, clavicembalo
Ingresso libero
Evento organizzato dall'associazione LaDodicesimaNotte | info.la12notte@gmail.com | Facebook La12notte

A tu per tu con la biodiversità: conoscere e valorizzare un patrimonio indispensabile per l'uomo
ore 21.00
Salone Estense del Comune di Varese
Via Sacco 5
Relatore: Adriano Martinoli, docente di Zoologia e Conservazione della Fauna all'Università degli Studi dell'Insubria.
Sentiamo spesso parlare di biodiversità: ma che cos'è esattamente? Questo termine fu coniato nel 1988 dal biologo americano Wilson, e definisce la varietà delle forme viventi presenti sulla Terra. Milioni di piante, animali e microrganismi che rappresentano la vita sul nostro Pianeta, considerando anche i geni che forniscono loro le peculiari caratteristiche che li contraddistinguono, i complessi ecosistemi che essi costituiscono, diverse scale di analisi, dai geni all'ecosistema, che rappresentano i diversi livelli della biodiversità.
La biodiversità, oltre a rappresentare un bene prezioso in sè, aumenta la resilienza degli ecosistemi, ossia la loro capacità di resistere ad perturbazioni esterne, favorendo quindi il ruolo degli ecosistemi come "produttori" di servizi ecosistemici, ossia tutte quelle risorse naturali delle quali beneficia anche l'uomo.
Basti pensare che oltre un terzo degli alimenti umani, dai frutti ai semi agli altri alimenti vegetali, si ridurrebbero sino a scomparire se non fossero presenti gli animali impollinatori come api, farfalle, ma anche uccelli e pipistrelli.
Ingresso libero
Evento organizzato dalla Società Astronomica "G.V. Schiaparelli"
Info: www.astrogeo.va.it - 0332 235491


SABATO 1 GIUGNO

Capolago in Festa 2019
dalle ore 9.30
Programma: ore 9.30 gli alunni della Scuola Primaria Baracca e dell'Infanzia Rovera salutano la chiusura dell'anno scolastico festeggiando con la Banda "G. Verdi" il 60° del Gruppo Alpini "Alfonso Rodili" di Capolago; ore 12.30 pranzo alpino; ore 15.00 spettacolo di falconeria; ore 16.30 merenda offerta dall'Associazione genitori; ore 17.00 Truzzi Volanti; ore 18.00 S. Messa; ore 19.00 cena alpina; ore 20.45 Champions League maxi schermo al Circolo di Capolago
Facebook Capolago in festa | capolagoinfesta@gmail.com

Tuttaunaltrafesta
dalle ore 10.30
Piazza della Repubblica
Kermesse itinerante promossa dai missionari del Pime, nata a Milano 20 anni fa, che fa incontrare tra loro per un grande momento di festa il commercio equo e solidale, le storie dal mondo dei missionari e le associazioni che sul territorio promuovono la solidarietà.
Partita da Somma Lombardo il 31 marzo la carovana di «Tuttaunaltrafesta» sta facendo tappa in alcune città della Lombardia e avrà la sua conclusione il 15 settembre a Milano. Quest'anno ha anche un obiettivo particolare: sostenerela campagna "Il grido dell'Amazzonia", promossa dal Pime a sostegno dei popoli della più grande foresta del mondo, che papa Francesco ha voluto al centro di un Sinodo, che si terrà a Roma nell'ottobre 2019.
Programma: ore 10.30 apertura stand; 15.00: Drum Circle, percussioni per tutti; 16.00 "Il grido dell'Amazzonia": incontro con Lucia Capuzzi, giornalista di Avvenire, inviata in America Latina; 17.00 Concerto con il gruppo "I LUF"
Per tutta la giornata saranno a disposizione stand di prodotti del commercio equo e dell'economia solidale, laboratori per ragazzi, e truccabimbi con i colori dell'Amazzonia. Sarà possibile anche vistare la mostra "Il grido dell'Amazzonia" che farà immergere i visitatori nella foresta e nelle sue culture.
I fondi raccolti dalla manifestazione andranno al Progetto S138 della Fondazione Pime Onlus che sostiene le attività dei missionari del Pime in Amazzonia. Tra i gesti concreti che verranno finanziati ci sono il sostegno alle comunità indigene, la difesa legale dei piccoli contadini minacciati dal latifondo, l'assistenza alle vittime della tratta di persone, l'acquisto di una barca per una comunità di suore che da pochi mesi ha aperto una presenza in un'area periferica sul grande fiume.
www.pimemilano.com

Musica a San Cassiano 2019
ore 17.00
Chiesa di San Cassiano
Via San Cassiano, Avigno
Ritratti musicali ai tempi di J.P.Rameau
flauto Andrea Florit
viola da gamba Alessia Travaglini
clavicembalo Daniela Fontana
Rassegna di musica antica organizzata dall' Associazione culturale "Omaggio al clavicembalo"
Al termine dei concerti aperitivo ecologico: "portati il bicchiere ma NON usa e getta"
Ingresso libero
Info 333.7723989

I Concerti di Casa Pogliaghi
ore 17.00
Casa Museo Lodovico Pogliaghi
Via Beata Giuliana, 5
Giuseppe Barutti, violoncello e Valter Favero, pianoforte
"Colori e atmosfere"
Musiche di Schubert, Saint-Saëns, Faurè, Debussy
Riprendono i concerti di Casa Pogliaghi: il modello della porta del Duomo di Milano ancora una volta farà da splendida cornice alle proposte musicali ideate dal M.° Chiara Nicora dell'Associazione Cameristica di Varese.
Il costo dei biglietti d'ingresso è pari a 10 euro, comprensivo di ingresso, concerto e visita guidata, che sarà possibile svolgere prima del concerto nell'arco della giornata fino alle ore 16.00.
Info/prenotazione (obbligatoria): 366 4774873 - 328 8377206 | info@casamuseopogliaghi.it | www.casamuseopogliaghi.it | www.sacromontedivarese.it

Terra e Laghi 2019 | Tango di Periferia
ore 21.00
Tendostruttura dei Giardini Estensi
Via Sacco, 5
Grande evento di apertura della XIII edizione del Festival Terra e Laghi . Spettacolo di Teatro Tango di Teatro Blu con ballerini e musica dal vivo.
Attori Silvia Priori e Roberto Gerboles. Ballerini Angela Quacquarella e Mauro Rossi. Cantante Francesca Galante. Orchestra Ciro Radice, Igor Della Corte, Virgilio Monti, Norberto Cutillo. Testo e regia Silvia Priori e Roberto Gerboles.
Ingresso Gratuito. Biglietti gratuiti (non obbligatori) disponibili al link https://www.eventbrite.it/e/biglietti-tango-di-periferia-61625599828 . L'evento avrà luogo anche in caso di pioggia.
A seguire:
Milonga aperta a tutti per festeggiare i 30 anni di Teatro Blu
Salone Estense del Comune di Varese
Via Sacco, 5
Info: www.terraelaghifestival.com | info@teatroblu.it | 0332.590592


DOMENICA 2 GIUGNO

48° Pre Njmegen
dalle ore 7.45
Ritrovo Area Festa Zona Industriale
Via G. Pastore - Malnate
Marcia internazionale civile e militare non competitiva
percorsi a passo libero rinnovato prevalentemente sterrato di km. 6 - 13 - 20 ludico motoria
Valido per i Concorsi Internazionali IVV, per il Concorso "Piede Alato" e Concorso Provinciale "La mia Provincia"
Programma: consegna cartellini ore 7.45 - partenza ore 8.00-9.00
termine manifestazione ore 14.00.
Contributo organizzativo per partecipazione per tutti i percorsi, senza riconoscimento:
Soci FIASP € 3,00 - non Soci € 3,50
Info: Associazione PRE NJMEGEN, Via Volta, 9 - 21046 Malnate (Va) tel. e fax 0332.861203 - cell. 347.2533422 - cell. 338.9915071 |prenjmegen@gmail.com | www.prenjmegen.it

73° Anniversario della proclamazione della Repubblica
ore 10.00
Piazza della Repubblica
Cerimonia dell'alzabandiera
Deposizione delle corone al monumento ai Caduti
Lettura del messaggio del Presidente della Repubblica
ore 10.30
Aula Magna dell'Università dell'Insubria
Via Ravasi, 2
Consegna delle Onorificenze "Al merito della Repubblica Italiana" e delle "Medaglie d'Onore"
La Cittadinanza è invitata a partecipare

3° Memorial Andrea Paltani
ore 11.00
Centro sportivo Varesello
Via Maiano, 29
Torneo interscolastico di calcio. Si sfideranno otto istituti scolastici di Varese
www.associazioneandreapaltani.it

Sean Scully: ne facciamo di tutti i colori
ore 15.00
Villa Panza del Fai
Piazzale Litta, 1
Nuovo laboratorio di arte creativa ispirata a Sean Scully domenica 2 giugno dalle ore 15 per "Collezione Panza Kids"
Ingresso bambini 4-12 anni (cui è rivolta questa attività) a 10 € (ridotto a 5 € per iscritti FAI).
Ingresso genitori accompagnatori: intero 5 €, iscritti FAI gratuito.
Per informazioni e prenotazione: 0332 283960 | faibiumo@fondoambiente.it | www.villapanza.it

Indagini al Museo | Alla ricerca dello scorcio più emozionante / Speciale visita nel borgo
ore 15.30
Museo Baroffio
Piazzetta Monastero - Sacro Monte
Le strette vie che caratterizzano il Borgo di Sacro Monte ci portano alla scoperta di incantevoli scorci da cui è possibile ammirare i laghi, le montagne e persino spaziare fino agli Appennini. Sceglieremo lo scorcio che più ci avrà emozionati e lo confronteremo con le opere presenti in museo che riproducono queste tematiche. Ci trasferiremo poi in terrazza, dove come veri artisti lavoreremo en plein air e con album e matite creeremo il nostro paesaggio guardandolo dal vivo.
Per bambini dai 5 agli 11 anni
Costo di partecipazione € 7, info/prenotazioni: 366.4774873 | info@sacromontedivarese.it | www.sacromontedivarese.it

Parrocchia S. Vittore Martire
Stagione concertistica 2019 | Vespro d'organo
ore 16.30
Basilica di San Vittore
Piazza San Vittore
Organista Riccardo Villani

Coro da camera Sine Nomine Città di Varese | Stagione Musicale 2018-2019 -VI Edizione
ore 21.00
Auditorium Don Bosco - rione di S.Ambrogio Olona
Canta Rabagliati. La canzonetta italiana dagli anni '20 agli anni '50
Lo swing arriva in Italia tramite le navi che attraversavano l'oceano Atlantico e sulle quali si suonava la musica jazz americana. Il regime fascista contrastò tenacemente quella che veniva
definita "barbara antimusica negra" ma lo swing fu comunque divulgato in Italia attraverso una trasmissione radiofonica intitolata "Canta Rabagliati" nella quale Natalino Otto e Alberto Rabagliati
proponevano le loro canzoni nel nuovo stile americano.
Ingresso libero
www.sinenomine.info | sinenominevarese@gmail.com


EVENTI PERMANENTI

Apertura Funicolare per il 2019
Anche nel 2019 il Comune ha confermato le misure di potenziamento come le aperture tutti i sabati e domeniche dell'anno, tutti i giorni durante il ponte di Pasqua, dal 20 al 28 aprile, tutti i giorni dal 22 luglio al 1° settembre, l'apertura tutti i giorni nel periodo natalizio e tutti i festivi infrasettimanali, eccetto il 25 dicembre e il 1° maggio. Sono stati anche confermati i due orari in vigore: nel periodo invernale dalle 10.00 alle 18.10 e nel periodo estivo dalle 10.00 alle 19.10.
Lo storico trenino infatti rappresenta la soluzione più comoda per raggiungere la montagna in quanto c'è la possibilità di sfruttare al meglio l'interscambio con i bus del trasporto pubblico. Negli orari di apertura della funicolare, gli autobus della linea C (che effettuano servizio ogni 20 minuti nei giorni feriali, ogni 30 nei festivi) fanno capolinea alla stazione Vellone per garantire l'interscambio. Tutti i titolo di viaggio validi sui bus sono utilizzabili anche sulla funicolare.
CALENDARIO 2019 DELLA FUNICOLARE
DAL 1° APRILE AL 21 LUGLIO: SABATO E FESTIVI dalle 10.00 alle 19.10; DAL 20 AL 28 APRILE TUTTI I GIORNI dalle 10.00 alle 19.10.
DAL 22 LUGLIO AL 1° SETTEMBRE: TUTTI I GIORNI dalle 10.00 alle 19.10; il 15 agosto apertura ore 9.00
DAL 2 SETTEMBRE AL 27 OTTOBRE: SABATO E FESTIVI dalle 10.00 alle 19.10
DAL 28 OTTOBRE AL 22 DICEMBRE: SABATO E FESTIVI dalle 10.00 alle 18.10
DAL 26 DICEMBRE AL 31 DICEMBRE: TUTTI I GIORNI dalle 10.00 alle 18.10
Gli orari della funicolare si possono consultare su: www.varesesimuove.it/funicolare

sabato 1 e domenica 2 giugno
Varese a 4 zampe 2019
Parco Zanzi - Schiranna
Una manifestazione, nata in territorio elvetico, per divertire ed intrattenere, ma pensata anche per diffondere e divulgare un sano e corretto rapporto uomo-cane, che ora approda nella nostra città grazie al progetto Charity Lugano e Varese a 4 zampe. Esibizioni e gare delle più spettacolari discipline cinofile, Dog Dance, Agility Dog, Disc Dog, Cani Cross, Balance, Rally Obedience, Mobility, Stand Up Paddle, Treibble, Endurance, Splash Dog, Doga, attività informative, ricreative, ludiche e culturali e molto altro ancora. In programma anche la sfilata sul Red Carpet di "Miss & Mister Dog"
Ingresso libero
Evento organizzato da Forza Rescue Dog | www.forzarescuedog.com

sabato 1 e domenica 2 giugno
Lissago Country
Campo sportivo
Via Salvini - Lissago
Lo scopo dell'iniziativa è proporre due giornate di incontro per le famiglie e di compartecipazione ai progetti educativi della Scuola dell'Infanzia "A.M. e G.B. Dall'Aglio".
La Festa prevede intrattenimenti per bambini, ragazzi e adulti, musica e stand gastronomici. Per i bambini delle Scuole dell'Infanzia laboratori artistici, gestiti dalle creative insegnanti, con creazione di giochi utilizzando materiale di riciclo: asce, pistole, fionde, totem in legno, un laboratorio con la carta e bellissime corone e collane. Uno spazio denominato "La fattoria" con tutti i mezzi della Rolly-toys permetterà ai bambini di effettuare dei percorsi tra le balle di fieno.
Programma
sabato 1: ore 19.30 cena country con hamburger, salamini, polli allo spiedo e patatine, ore 21.00 Concerto con Lake47 Country Band
domenica 2: ore 12.30 apertura stand gastronomici, ore 14.00 giochi e laboratori artistici nel Campo Indiani, arrampicata su palestra artificiale e ponte tibetano, prove di cavalcata su pony con il Centro Ippico Piane a.s.d. di Brebbia, con gli istruttori FISE del Centro specializzato in lezioni di equitazione, presenza di animali con l'Azienda Agricola Valle luna, ore 17.00 danze e musica con Chaltrones Original Country a.s.d., ore 19.00 cena country
Evento organizzato da Associazione pro Scuola Materna di Lissago e Parrocchia San Carlo Borromeo di Lissago

sabato 1 e domenica 2 giugno
8a Festa dello Sport
Oratorio di Velate
Ricco banco gastronomico, birra a fiumi e tanto, tanto divertimento
Sabato Finale di Champions League su maxischermo
Info/prenotazioni: velate@live.it

da domenica 2 giugno a sabato 14 settembre
Festival Il Lago Cromatico | Quinta Edizione
L'idea del Il Lago Cromatico nasce dalla infinite suggestioni che suggerisce il Lago Maggiore. Il Festival vedrà la musica come suo elemento portante e attraverso la musica permetterà allo spettatore di conoscere le bellezze di questa zona.
Durante il festival verranno presentati concerti che toccheranno diversi generi, dalla classica alla musica di tradizione più popolare, senza dimenticare il jazz o la lirica.
Il Festival sarà un filo che unirà tra di loro i diversi Comuni della sponda lombarda del Lago Maggiore. Ogni evento non sarà solo un concerto, ma anche l'occasione per conoscere le diverse tradizioni di questa zona, immergersi nella natura, gite in biciclette, ma anche mostre, visite guidate, degustazioni.
Programma e info: www.illagocromatico.com

da giovedì 2 maggio a domenica 9 giugno
DI TERRA E DI CIELO | dodicesima edizione
Rassegna cinematografica e documentaria incentrata sui temi dell'ambiente, della natura e dell'esplorazione
Osservare i cambiamenti in atto nel mondo, ripensarlo globalmente, ma partendo dalla propria realtà e dalle esperienze a noi vicine, è la filosofia perseguita dalla rassegna, che privilegia il cinema ed il mondo delle immagini per mostrare buone prassi in campo naturalistico e sensibilizzare alla difesa dell'ambiente in cui viviamo, minacciato dall'uomo e da un'idea di sviluppo discutibile e pericolosa. Un'iniziativa culturale, quindi, che vuole legarsi al lavoro "sul campo" di chi fa ricerca ambientale e di chi promuove corrette scelte ecologiche, anche mettendo in discussione la nostra modernità se va a danno della qualità della vita e della sostenibilità.
Programma completo e info su: www.filmstudio90.it

La Bellezza ci salverà! | Progetto di Crowdfunding
Casa Museo Pogliaghi - Cripta sotto il Santuario del Sacro Monte
Con il progetto di raccolta fondi è possibile acquistare e regalare visite guidate nei Musei del Sacro Monte e tanto altro,sostenendo al contempo un Patrimonio Mondiale dell'Umanità
Info sul progetto: https://www.produzionidalbasso.com/project/un-patrimonio-di-tutti-anche-tuo-restauro-portale-del-duomo-di-milano-e-scavo-delle-tombe-nella-cripta-del-sacro-monte-di-varese/
Sacro Monte di Varese
Cell. 366 4774873 - 328 8377206
Email info@sacromontedivarese.it
www.sacromontedivarese.it

da gennaio a dicembre
L'arte di sognare
Rassegna teatrale dedicata i bambini e alle famiglie
progettozattera.com


MOSTRE

da domenica 19 maggio 2019 a lunedì 6 gennaio 2020
Renato Guttuso a Varese | Opere della Fondazione Pellin
Villa Mirabello - Musei Civici del Comune di Varese
Piazza della Motta, 4
Il Comune di Varese celebra il maestro di Bagheria, uno dei più interessanti artisti e intellettuali del Novecento italiano. Venticinque dipinti saranno per la prima volta presentati a Varese nelle sale della villa settecentesca che domina i Giardini Estensi, in un percorso a temi che permetterà di valorizzare le opere che appartengono alla collezione Pellin. Tra queste, il celebre dipinto Spes contra spem , l'opera simbolo di Guttuso, che rappresenta il valore assoluto della memoria per l'artista e la sua eredità spirituale. Uno degli ultimi capolavori che il maestro considerava una sorta di testamento.
Le opere saranno organizzate in nove sezioni, che vanno dalla Natura morta. Barattoli del 1966, passando per l'autoritratto (L'Atelier) del 1975, per arrivare a Il sonno della ragione genera mostri del 1980, dipinto in occasione della strage di Bologna. La mostra si chiude con l'opera simbolo di Guttuso: quella Spes contra spem del 1982, vero e proprio manifesto e "summa della poetica dell'artista", già esposta in sedi prestigiose come Roma a Castel S. Angelo, New York e Palazzo Reale a Milano. Una tela di considerevoli dimensioni di tre metri per tre e cinquanta ove si scorge tutta l'importanza dell'esperienza varesina. Un'opera in cui si evince l'influenza delle atmosfere
del territorio della città di Varese, dove venne dipinta, e dove Guttuso ebbe modo di frequentare, tra gli altri, intellettuali come Guido Piovene, Dante Isella, Piero Chiara, Angelo Frattini, Vittorio Tavernari.
Guttuso infatti frequentò per trent'anni, a partire dal 1953, lo studio di Velate a Varese: il
territorio fu fonte d'ispirazione e di creazione di opere di grande valore come la La Vucciria,
che racconta la città di Palermo, ma venne dipinta nella città giardino.
Lungo il percorso espositivo le opere di Guttuso saranno corredate anche da documenti e fotografie inediti, pannelli esplicativi e citazioni tratte dalle dichiarazioni dell'artista, che arricchiscono di significato la mostra e permetteranno al visitatore di conoscere intimamente la poetica di Guttuso. Alla realizzazione della mostra ha collaborato anche Fabio Carapezza Guttuso: nel catalogo si potrà infatti trovare un suo significativo contributo con testimonianze inedite di una realtà speciale, vissuta col Maestro, in prima persona.
La mostra è stata realizzata grazie alla collaborazione con la Fondazione Pellin: ventuno opere sono patrimonio della Fondazione, e oggetto di un comodato d'uso con il Comune di Varese, e altre quattro sono in prestito. La rassegna è organizzata con il patrocinio della Commissione Europea, Regione Lombardia, Provincia di Varese, Università degli Studi dell'Insubria e gli Archivi Guttuso. Importante anche la collaborazione con l'Associazione Giovanni Testori e con il FAI.
Grazie a quest'ultima si potranno visitare le mostre: Sean Scully - Long Light , in esposizione a Villa Panza, e quella di Guttuso a Villa Mirabello, con un unico biglietto ridotto.
A cura di Serena Contini
Orari: 10.00-18.00 da martedì a domenica; musei chiusi il lunedì e nei giorni: 1° novembre, 24 e 25 dicembre, 31 dicembre, 1° gennaio; aperti il 6 gennaio 2020.
Grafica e catalogo: Nomos Edizioni
Progetto di allestimento: Corrado Anselmi Architetto con Laura Merrone
Progetto di illuminazione: Lisa Marchesi Lighting Design - mldlab
Allestimento: ProEvent
Ingressi: intero € 5; ridotto € 3 (gruppi di oltre 10 persone; soci TCI, FAI, ACTL, Italia Nostra, Varese Corsi, Studenti Universitari; possessori biglietto sede FAI di Villa Panza); gratuito (under 18; possessori carta Abbonamento Musei Lombardia Milano; giornalisti accreditati con tesserino in corso di validità; docenti in visita con classi; guide turistiche abilitate; disabili e loro familiare o accompagnatore; visitatori Museo Ponti sull'Isolino Virginia)
Catalogo: € 15
Organizzazione: Comune di Varese
Opere: Fondazione Francesco Pellin
Con il patrocinio di: Commissione Europea; Regione Lombardia; Provincia di Varese; Università degli Studi dell'Insubria; Archivi Guttuso
In collaborazione con l'Associazione Giovanni Testori
Servizi: book-shop, bar-caffetteria.
Accessibilità: sì
Visite guidate e attività didattiche a cura di Archeologistics
Per informazioni: tel: 0332 255485 - musei.mirabello@comune.varese.it - www.comune.varese.it

da giovedì 18 aprile 2019 a lunedì 6 gennaio 2020
Sean Scully | Long Light
Villa Panza del Fai
Piazzale Litta, 1
www.scullyforvillapanza.it
Si aggiunge un nuovo tassello al complesso percorso di valorizzazione della multiforme collezione permanente di Villa e Collezione Panza e della figura dI Giuseppe Panza di Biumo con la mostra Long Light dedicata al maestro americano Sean Scully. A cura di Anna Bernardini, direttore della Villa, la mostra aprirà al pubblico da giovedì 18 aprile 2019 a lunedì 6 gennaio 2020.
La mostra riunisce 60 opere dai primi anni Settanta a oggi ripercorrendo per la gran parte la produzione dell'artista statunitense di origine irlandese, offrendo una profonda e robusta visione della sua ricerca e riconfermandolo tra i protagonisti della scena pittorica contemporanea.
La sua poetica, espressiva e minimalista allo stesso tempo , e la sua ricerca sul colore, il gesto, gli equilibri, le geometrie e la luce si sposano perfettamente con la sensibilità etica ed estetica di Giuseppe Panza creando un'affinità elettiva che si riflette nel progetto di allestimento della mostra dove le opere di Scully dialogano con quelle di artisti quali David Simpson, Phil Simps, Max Cole, John McCracken, ribadendo ancora una volta la volontà della Fondazione di proporre mostre intrinsecamente legate al luogo che le ospita.
Orari : tutti i giorni (esclusi lunedì non festivi) dalle ore 10 alle 18 (chiusura biglietteria alle 17.15). Iscritti FAI € 6,00, intero € 15,00, studente (19 - 25 anni) € 10,00
Ridotto (bambini 6 - 18 anni) € 7,00 | Speciale famiglia (2 adulti + 2 bambini) € 32,00 | Gratuito fino ai 5 anni
Info: 0332 283960 | faibiumo@fondoambiente.it | www.villapanza.it

da domenica 26 maggio a domenica 24 novembre
Magie d'Africa. Religioni, misteri e simboli
Museo Castiglioni
Parco di Villa Toeplitz del Comune di Varese
Via G.B. Vico, 46
Saranno esposti degli eccezionali reperti raccolti in oltre sessant'anni di missioni di ricerca etnologiche e antropologiche effettuate dai fratelli Alfredo e Angelo Castiglioni nel continente africano. Ad arricchire la mostra anche numerosi pezzi d'arte acquisiti grazie alla collezione donata dell'Ing. Francesco Lopalco. Il tema narrato dalla mostra è quello coinvolgente e misterioso della magia. Statue, maschere e oggetti di culto sono illustrati in un percorso che si articola in tre aree tematiche: "riti per la vita", "sovrumano" e "riflessioni e simboli".
Ad aprire il percorso sono i temi della maternità e dei riti di passaggio dalla giovinezza alla età adulta, simboleggiati dalla morte e rinascita come nuovo individuo. Si prosegue affrontando il tema dello zoomorfismo: tra le popolazioni tradizionali dell'Africa, gli animali erano considerati messaggeri del mondo sovrumano. Nell'ultima sala, infine, vengono affrontati diversi aspetti della magia nella vita quotidiana: dalla medicina al culto degli antenati, dal significato delle danze a quello degli amuleti.
La mostra permette di ammirare oggetti unici e misteriosi come: i "Nomoli", indecifrabili manufatti di pietra esposti anche al British Museum, di datazione incerta, che non è stato possibile attribuire ad alcuna cultura africana conosciuta; due imponenti sculture lignee di oltre due metri che rappresentano l'uccello sacro "Kalao", simbolo di fertilità e fecondità; un raro esemplare in ceramica di statuetta femminile, probabilmente legata al concetto di fertilità; esemplari dell'antica arte lignea dei Dogon, carica di significati; sorprendenti feticci e molto altro.
A completare e a rendere più emozionante il percorso, alcuni filmati di eccezionale interesse, documenti unici e irripetibili girati negli anni '60 dai fratelli Castiglioni che contestualizzano i reperti accompagnando il visitatore alla scoperta e alla comprensione dei riti, degli usi e dei costumi delle popolazioni che hanno creato gli oggetti esposti.
Quest'insieme di testimonianze uniche svela le storie e i simboli della tradizione orale e delle antiche culture dell'Africa. La storia del Continente Nero è lunga, ricca e affascinante: è la storia della culla dell'umanità.
Contestualmente all'inaugurazione della nuova mostra temporanea del Museo Castiglioni si terrà, nel Parco di Villa Toeplitz, sulla scalinata della fontana monumentale, una sfilata di moda benefica con tessuti africani. L'evento ha la finalità di raccogliere fondi per l'Associazione "Africa Mission", fondata da Don Vittorione Pastori, che da 45 anni si occupa di sostenere e promuovere lo sviluppo in Africa realizzando interventi di emergenza e supporto alle realtà locali. Ci sarà anche un banchetto con specialità gastronomiche nonché musica dal vivo.
Ore 17.00: Presentazione
Ore 17.30: Sfilata di moda
Ore 18.30: Inaugurazione e visita guidata della mostra temporanea
Per informazioni sulla sfilata chiamare Ornella 0332 212411
Un catalogo scientifico sarà pubblicato a commento della mostra, a cura di Angelo Castiglioni, della professoressa Giovanna Salvioni e della professoressa Serena Massa dell'Università Cattolica di Milano.
www.museocastiglioni.it | info@museocastiglioni.it

da domenica 12 maggio a domenica 7 luglio
I Fili Sacri: vestiti e calzari della Madonna del Monte
Museo Baroffio
Piazzetta Monastero - Sacro Monte
Inaugurazione domenica 12 maggio, ore 11.00
Esposizione degli abiti seicenteschi che, fino al restauro, hanno vestito la Madonna lignea trecentesca, e di tre calzari sempre seicenteschi della collezione del Santuario. Si segnala che, tra questi ultimi, un paio di sandali precedentemente hanno fatto parte del corredo della Prima Cappella della Via Sacra.
La mostra è stata organizzata in collaborazione con la Parrocchia di S. Maria del Monte e con alcuni abitanti del borgo (Marina Lonati).
Si ringrazi inoltre Sardella Moda - Arcisate che ha gentilmente offerto i manichini per l'allestimento
L'esposizione rimarrà aperta da domenica 12 maggio a domenica 7 luglio, durante i giorni ed orari di apertura del Museo Baroffio: da mercoledì a venerdì dalle 14.00 alle 18.00; sabato e domenica dalle 10.00 alle 18.00 (orario continuato).
Il costo è pari al biglietto d'ingresso al Museo: 5 € intero, 3 € ridotto.
Per informazioni e prenotazioni
Museo Baroffio e del Santuario
Cell: 366 4774873 - 328 8377206
Email: info@sacromontedivarese.it - http://www.sacromontedivarese.it

da sabato 25 maggio a domenica 30 giugno
Leonardo | Il cominciamento dell'acque. Dalla Genesi a Dante
Castello di Masnago dei Musei Civici del Comune di Varese
Via Cola di Rienzo, 42
Riflessioni visuali di Antonio Bandirali
Inaugurazione: sabato 25 maggio, ore 16.00
Mostra di facsimili dei codici Windsor e Trivulziano, con i manoscritti I/L dell'Institut de France, per gentile concessione di Rosa Marinoni Mingazzini
"Fra gli innumerevoli studi e ricerche fatte da Leonardo" sottolinea il curatore Antonio Bandirali "la mostra prende in considerazione la tematica ACQUA, nei suoi vari aspetti, partendo dalla creazione dell'Universo (Genesi, acqua divina) per passare alla natura dell'acqua nelle tre cantiche della Commedia dantesca, che fungerà da ponte per introdurre "Il Cominciamento delle Acque" considerate dal punto di vista artistico e scientifico da parte del maestro attraverso codici e manoscritti. Alcune copie di questi ultimi saranno esposte in mostra".
Il lavoro di ricerca ed interpretazione visuale è stato curato da ANTONIO BANDIRALI che già nel 1997, dopo aver affrontato anni prima degli studi mirati sui Codici Vinciani ha pubblicato un volume dal titolo "Riflessioni su Leonardo", pubblicazione che durante tutta la sua fase di sviluppo era stata seguita dal critico Raffaele De Grada, dal prof. Francesco Ogliari, dalla prof.ssa Luisa Cogliti Arano e da Lia Gandolfi, Direttrice della biblioteca d'arte del Castello Sforzesco di Milano.
Orari: dal martedì alla domenica, 10.00 - 12.30 | 14.30 - 18.30
Per informazioni:
Museo d'Arte Moderna e Contemporanea
biglietteria.musei@comune.varese.it | 0332 820409
Comitato Culturale JRC · Segreteria
segreteria@comitato-culturale-ccr.eu | 0332 789764
Antonio Bandirali
Comitato Culturale JRC Ispra · Arti Visive | 349 8844874

da giovedì 30 maggio a giovedì 20 giugno
Le macchine di Leonardo da Vinci nelle realizzazioni di Paolo Candusso
Sala Veratti del Comune di Varese
Via Veratti, 20
Inaugurazione: giovedì 30 maggio, ore 18 .00
Mostra a cura di Fabrizia Buzio Negri
In collaborazione con A.N.V.0. (Associazione Navimodellisti Valle Olona)
Presentazione tecnico-scientifica: Duilio Curradi, Paolo Candusso, Roberto Vasconi
Sono macchine costruite professionalmente da esperti seguendo le indicazioni dei testi di Leonardo da Vinci. A Varese, arrivano "Le macchine di Leonardo", circa una ventina, dalla collezione di Paolo Candusso che ne è l'esecutore. Realizzate in scala e perfettamente funzionanti, suscitano sempre molta curiosità e attenzione presso un ampio pubblico, adulti e studenti, desiderosi di approfondire le conoscenze sulla personalità tecnico-scientifica del genio di Leonardo.
Corredata da disegni esplicativi, la mostra prevede la presenza di esperti che ne spieghino la struttura il loro funzionamento.
Orari: giovedì e venerdì 15.30 - 18.30 | sabato e domenica 10.30 - 12.30 | 15.30 - 18.30
Ingresso libero
Contatti:
Fabrizia Buzio Negri, giornalista / critico d'arte
335 5443223 | fabuzio1@gmail.com
Roberta Colombo, autrice e direttrice STCV Anna Bonomi
335 7004128 | robertacolombo88@gmail.com
Coopuf Iniziative Culturali
Via De Cristoforis, 5 | info@coopuf.org

www.comune.varese.it

giovedì 23 maggio 2019

MUSICAL: DI SCENA AL TEATRO DI VARESE "BROADWAY CELEBRATION" CON IL CORO DI 100 VOCI DELL'ACCADEMIA SOLEVOCI


“Broadway Celebration” arriva a Varese

L’Accademia Vocale Solevoci porta 100 voci in concerto per i grandi successi del Musical
Venerdì 24 Maggio ore 21 – Teatro Openjobmetis di Varese

Una serata imperdibile per tutti gli amanti della musica, quella di venerdì 24 maggio al Teatro Openjobmetis.  Arriva anche a Varese “BROADWAY CELEBRATION”, uno spettacolo “a tutto musical”. In scena 10 tra i migliori performer di musical italiani accompagnati da un coro di 100  voci per uno spettacolo meraviglioso in tour in Italia ormai dal suo debutto a Torino nell’aprile del 2018. Reduce a marzo di una meravigliosa serata a Milano presentata da Gabriele Cirilli.

Unica tappa a Varese per Broadway Celebration, prodotto da Palco5 in collaborazione con Solevoci. Protagonisti dell’evento saranno i “10toBroadway”, esperti performer vocali di vari stili oltre che di “Musical Theatre”. Noemi Garbo, Giulia Dascoli, Rosanna Russo, Marco Caselle, Guido Giordana, Salvo Montalto, Maurizio Misceo, Valeria Camici, Teresa Gioda, Silvia Chiantìa, Francesca Canova e Silvia Zatti sono i solisti che interpreteranno le più famose melodie. Veri professionisti, gruppo vocale fondato da Angelo Galeano e Marco Caselle, che hanno fatto parte di cast importanti quali Sister Act, American Idiot, Grease, Pinocchio, A Christmas Carol, Il Principe Ranocchio, 50 sfumature, Scugnizzi…

Il coro di 100 voci è composto dai progetti dell’Accademia Vocale Solevoci di Varese diretta dal M° Fausto Caravati: Greensleeves Gospel Choir, Le Pop Up e Blooming Kids. Con la speciale partecipazione degli allievi del Solevoci Lab

Non sarà un semplice concerto, ma un’esperienza di storytelling attraverso parole e canzoni, come insegna il teatro di Broadway. La serata, infatti, verrà eccezionalmente presentata e raccontata dal M°  Angelo Galeano, noto vocal coach ed esperto di Musical.

Ripercorreranno tutti gli stili, dai più old-fashioned fino al musical contemporaneo mettendo le loro voci al servizio della più ampia carrellata di brani celebri di grande repertorio che si sia mai vista su un palcoscenico italiano: Rocky Horror Show, Jesus Christ Superstar, Rent, Mamma Mia!, Sister Act, Les Misérables, Miss Saigon, Cats, A Chorus Line, Hairspray, Hair, Grease, Evita, The Phantom of the Opera, Wicked. Un percorso emozionante in cui ogni artista è chiamato a impersonare un personaggio del repertorio di Broadway alternandosi come solista e come ensemble. Un impatto vocale potente ed emozionante.

Il musical ha origine alla fine dell’Ottocento dai ceti popolari della società americana e si sviluppa come una forma di teatro di più immediata comprensione rispetto al teatro di prosa tradizionale e quindi rivolta ad un pubblico più ampio e molto variegato. Il successo di alcuni musical è correlato alla fortuna di canzoni che sono entrate profondamente nella memoria collettiva.

Broadway Celebration è un evento di raccolta fondi a sostegno del progetto RelazionArte, “l’arte della relazione di aiuto nel volontariato” nell’ambito del Progetto Volontariato 2018 – Regione Lombardia.



Biglietteria online  http://www.palco5.net/shows/broadway_celebration_varese

TEATRO: A CUASSO "MI SPEZZO MA NON M'IMPIEGO" SPETTACOLO DEDICATO AD ACHILLE CAMPANILE REGIA DI PAOLO FRANZATO


“Mi spezzo ma non m'impiego”
In scena il terzo spettacolo della trilogia dedicata ad Achille Campanile 
Regia di Paolo Franzato
Il regista varesino festeggia i suoi 30 anni di Pedagogia Teatrale

Sabato 25 maggio 2019, ore 21.00, Via Roma 8, Teatro Nuovo di Cuasso al Monte (Va)

“Mi spezzo ma non m'impiego” è uno spettacolo teatrale tratto da vari testi di Achille Campanile, interpretato dagli allievi attori del Gruppo Ragazzi dell’Accademia Teatro Franzato (della sede di Cuasso al Monte), quale terzo spettacolo dell’intera trilogia teatrale ideata e diretta dal Paolo Franzato. Una doppia dedica culturale che il regista-pedagogo varesino ha voluto rivolgere allo strepitoso scrittore umorista nel 120° anniversario dalla nascita, omaggiandogli anche l’intera 24^ edizione del Festival “Teatro & Territorio”, intitolata “Lampi di imbecillità – ovvero – la scemenza la vogliamo facoltativa!”. Entrambi i titoli, dello spettacolo e del festival, sono tratti da citazioni e aforismi dello stesso Campanile.

Ecco le drammaturgie di Campanile scelte per questo spettacolo: L'Occasione, Dramma di mezzanotte, Da capo, La gigolette e il nottambolo galante, Guerra, Postumi dell'eruzione vulcanica, In casa del degente, Il principe pensieroso, Il competente, La creazione del mondo, Il silenzio è il più gran disprezzo, Perché?, L'ippopotamo e il pensatore, La scoperta, Un uomo pratico, Falso allarme, L'impiegato pieno di delicatezza, Cattivo giuoco, Morto che parla. 

Attori: Alice Amendola, Giorgia Collà Ruvolo, Zoe Fortunati, Irene Gentile, Matilda Mulas, Camilla Simoni, Mattia Zanzi. Assistente Riccardo Trovato. Ideazione e Regia di Paolo Franzato.
Lo spettacolo è impreziosito dalle musiche al pianoforte eseguite da  Elisa Tang.

Reduce da una straordinaria e apprezzatissima performance culturale, “Legàmi d’arte”, al Chiostro delle Memorie dell’Umanitaria a Milano per il Festival Stanze di Psiche, nella quale ha interpretato testi di Catherine Morena Ramos, Friedrich Hölderlin, Richard Feynman, Galileo Galilei, Lao Tzu, Richard Bach, Johann Wolfgang von Goethe, il Professor Franzato festeggia con questi eventi i suoi 30 anni di insegnamento e di Pedagogia Teatrale (35 quelli di carriera artistica professionale) condotti con eccellenti esiti pedagogici e culturali sia in ambito territoriale (sua la prima e la più longeva scuola teatrale creata a Varese, una istituzione di teatro contemporaneo, pedagogico, culturale, sperimentale e di ricerca, oltre ad aver condotto attività per decine di migliaia di alunni per svariate scuole varesine di ogni ordine e grado), sia in ambito nazionale ed europeo (ha svolto lavori di docente, tutor, correlatore, membro in commissioni per le Università di Firenze, Bologna, Milano, Zurigo, fino in Norvegia, e ancora ben cinque le tesi accademiche svolte sull’attività del Teatro Franzato, oltre a varie pubblicazioni editoriali).

Ingresso gratuito per soci Pro loco Cuasso (tesseramento in biglietteria).
Info & Prenotazioni ai numeri tel. 338.7851800 o 347.4312170.
Stagione Teatrale 2018/2019 Nuovo Teatro di Cuasso - Direzione Artistica Paolo Franzato
Festival Teatro & Territorio 2019, 24^ edizione - Direzione Culturale Paolo Franzato
Sito web: www.franzato.it

ARTE: AL MELO LE OPERE DI ALESSIO SCHIAVO


Percorrendo sentieri che si dissolvono 
Opere di Alessio Schiavo
24 maggio -  14 giugno 2019
A cura di Emma Zanella

Il progetto OFFICINA OPEN, che vede coinvolti il Museo MA*GA, il Melo e l’Assessorato alla Cultura, è giunto al suo terzo anno di attività. Presso la Galleria dell’Università del Melo, che quest’anno ha rinnovato i suoi locali rendendo gli spazi espositivi più fruibili, il 24 maggio inaugura la mostra Percorrendo sentieri che si dissolvono di Alessio Schiavo con una ventina di opere inedite di piccole e grandi dimensioni realizzate con tecnica mista negli anni 2018-2019.

Il percorso di ricerca di Alessio Schiavo parte dai risultati raggiunti con il ciclo di lavori presentati durante l’ultima esposizione a Varese del 2017, dove erano state esposte opere di grande formato (cm 190x 120) ispirate al tema del paesaggio e dell’acqua, procedendo verso nuovi sviluppi di linguaggio e iconografici.
La traccia del paesaggio e della natura viva, sempre evidente, tende a stemperarsi e a liberarsi da vincoli troppo stretti di rappresentatività per accedere a un livello espressivo libero, potente e capace di allargare lo sguardo su nuovi orizzonti espressivi. Analogamente anche la ricerca cromatica e materica di Alessio si apre a nuove prospettive, a felici sperimentazioni che lo vedono procedere con sicurezza verso un linguaggio sempre più incisivo e riconoscibile, capace di innestare l’espressione della natura nell’espressione del segno e della materia vibrata.

Ne sono nati quindi lavori in cui alcuni motivi si intrecciano e ricorrono con maggiore frequenza, legati al segno verticale ripetuto, all’uso del colore, alla sperimentazione su formati differenti. Lavori che manifestano una certa coerenza interna, e sviluppano un tema per certi versi unitario. Come afferma lo stesso artista: “non lo considero un percorso chiuso, completo; sono in certo modo dei frammenti, frammenti sia di visione sia della ricerca in corso di svolgimento”.


ALESSIO SCHIAVO
Percorrendo sentieri che si dissolvono
Università del Melo – Galleria di Arti Visive
Via Magenta, 3 Gallarate VA
24 maggio – 14 giugno 2019

Inaugurazione: venerdì 24 maggio ore 18.00
Orari: da lunedì a domenica 16.00|19.00
Ingresso libero

Alessio Schiavo

Laureato in Composizione Architettonica presso il Politecnico di Milano, dove attualmente svolge il ruolo di Professore a Contratto Nel 1992 apre il proprio studio di architettura, affiancando a questa pratica una costante ricerca in ambito artistico, intendendo l’arte e l’architettura come parti di un unico processo creativo. Nel 2001 entra far parte del Comitato dei Promotori del Premio Nazionale Arti Visive Città di Gallarate e nel 2004, nell’ambito della XXI/XXII edizione, collabora con l’artista Giuliano Mauri alla realizzazione dell’opera Passerella dei Gelsomini sul fiume perduto sul fiume Arno a Gallarate. A partire dal 2006 riconosce la necessità di una espressività artistica autonoma rispetto la pratica dell’architettura; inizia la realizzazione di opere su carta della serie Limiti. Partecipa ai concorsi nazionali di pittura Premio Terna 2010 e Premio Arte 2011.

Nel 2011 si tiene la sua prima mostra personale Trediuno , a cura di  Giacomo Marco  Valerio presso la Galleria d’Arte Contemporanea Area 35 a Milano, replicata nel 2012 presso lo Spazio espositivo ComVarese a Varese; presenta i lavori su tela delle serie Maschere, Pelagos e Limiti. Partecipa alle mostre collettive  Visioni in Bianco e Nero a cura di B. Vincenzi presso la Chie Art Gallery  e presso lo Studio Iroko a Milano nel 2012. Partecipa quindi alla Rassegna ArtExpo -  Mostra Internazionale di Arte contemporanea a cura di Tatiana Carapostol a Venezia 2012; prende parte  alla campagna online CIAI Disegna un orizzonte. Nell’ambito della Terza Rassegna Contemporanea a cura di Daniel Buso presso la Casa dei Carraresi a Treviso presenta nel 2013 le opere della serie Kriti ispirate al testo di Jean Pierre Vernant “L’universo, gli dèi, gli uomini”.
Partecipa alla mostra collettiva Nuove Proposte presso la Galleria Antonio Battaglia Milano 2013.
Nel 2014 partecipa alla mostra internazionale 11th European, Asian and African Modern Art Exhibition presso la International Art Gallery di Hangzhou in Cina dove espone alcune opere della serie Nocturnes. Nel 2015, insieme all’artista cinese Luo Qi, dà vita alla mostra Connections esponendo le proprie opere presso il Museo di Palazzo Branda Castiglioni a Castiglione Olona. Sempre nel 2015 presenta una nuova serie di opere dal titolo Venti Variazioni presso il Museo dei Sigilli di Hangzhou in Cina. Come co-Curatore si occupa nel 2016 della mostra Urban Mining - XXV Edizione del Premio Nazionale Arti visive della Città di Gallarate presso il Museo MAGA a Gallarate il cui tema principale è costituito dalle relazioni tra il fiume e la città che lo attraversa. Nel 2016 partecipa alla mostra internazionale “13th European, Asian and African Modern Art Exhibition” nelle sedi della International Art Gallery di Hangzhou e del Culture Exhibition Center di Qingtian in Cina esponendo lavori su carta della serie Silent Tales.

Nel 2017 si tiene una sua mostra personale presso la galleria Spazio Futuro Anteriore a Varese dal titolo Where Water Comes Together With Other Water. Nello stesso anno presso la sede dell’Ordine degli Architetti di Varese si tiene quindi la sua mostra personale Segno e Colore. Nel 2018 a Busto Arsizio presso lo spazio espositivo R&P Legal presenta una serie di opere grafiche dal titolo Racconti silenziosi ispirate alla raccolti di versi Marosi della poetessa Silvia Vignati.

Hanno scritto di lui: Giorgio Siri, Le estroverse fissità di Alessio Schiavo,  L’eco di Savona – Savona 2015
Martin Bradley, 11th  European, Asian and African Modern Art Exhibition, Dusun Quarterly 2015
Giorgio Siri, Alessio Schiavo e…l’enigma del pesce,  L’eco di Savona - 2016
Martin Bradley, Alessio Schiavo, Variations, The Blue Lotus, Arts Magazin 2016

FESTIVAL: "TERRA E LAGHI" NUOVA EDIZIONE AL VIA CON "TANGO DI PERIFERIA" AI GIARDINI ESTENSI DI VARESE


TERRA E LAGHI
Frestival Internazionale di Teatro
nell’Insubria e nella Macroregione Alpina
XIII edizione



Il festival si aprirà il 1 giugno alle ore 21:00 ai Giardini Estensi di Varese con lo spettacolo : “Tango di Periferia”

TANGO DI PERIFERIA …E NON SOLO!
GRANDE ATTESA E FERMENTO PER L’EVENTO DI APERTURA DEL FESTIVAL TERRA E LAGHI 2019, CHE SI APRIRA’ SABATO 1 GIUGNO ALLE ORE 21:00 PRESSO LA TENSOSTRUTTURA DEI GIARDINI ESTENSI DI VARESE CON LO SPETTACOLO CULT “TANGO DI PERIFERIA” PROD. TEATRO BLU E CHE PROSEGUIRA’ CON UNA GRANDE SORPRESA PER TUTTI GLI  AMICI DI TEATRO BLU.

Al via l’attesissima XIII edizione del Festival Terra e Laghi sabato 1 giugno alle ore 21:00 presso la Tensostruttura dei Giardini Estensi in via Sacco 5 a Varese con lo spettacolo cult di Teatro Blu, “Tango di Periferia”, in cui sensualità ed emozione si mescolano agli incantevoli ritmi del tango argentino per raccontare la storia ispirata alle iconiche figure di Maria y Chiche de Buenos Aires.
Lo spettacolo aprirà inoltre la speciale edizione della “Piccola Spoleto 2019” che proseguirà tutti i sabati di giugno presso il parco di Villa Menotti a Cadegliano Viconago con artisti del calibro di  Moni Ovadia, Tindaro Granata, Lucilla Giagnoni, Arianna Scommegna. “Tango di Periferia” sarà inoltre  al centro della lunga tournèe della compagnia, che toccherà le maggiori città europee della Macroregione Alpina tra cui Vienna, Nizza, Dresda, Friburgo, Zurigo, Ginevra, Berna, Capodistria, Monaco, Locarno, Spittal An Der Drau, solo per citarne alcune.
Sul palco, oltre agli attori, autori e registi dello spettacolo, nonché anime di Teatro Blu, Silvia Priori e Roberto Gerboles, ci saranno i ballerini di tango Angela Quacquarella e Mauro Rossi, la cantante Francesca Galante e l’orchestra composta da Igor della Corte, Ciro Radice, Virgilio Monti e Norberto Cutillo.
Ma non finisce qui! Teatro Blu compie 30 anni e vuole ringraziare tutti coloro che lo hanno accompagnato in questo lungo, entusiasmante percorso con una grande festa al termine dello spettacolo, “TANGO E NON SOLO” presso il Salone Estense del Comune di Varese, a partire dalle ore 22,30 con milonga e musica per tutti.
Questa XIII edizione sarà dunque una grande festa, un incontro tra tutti coloro che in questi anni hanno contribuito alla crescita di Teatro Blu e del suo Festival, che proseguirà con un cartellone fittissimo di 80 spettacoli ospitati da più di 60 comuni in tutta l’Insubria e la Macroregione Alpina fino al 30 novembre.
Terra e Laghi 2019 si preannuncia già elettrizzante ed emozionante e Teatro Blu spera di poter festeggiare insieme a tutte le persone, gli enti, le istituzioni, gli artisti che lo hanno meravigliosamente sostenuto in questi fantastici – primi - 30 anni e a tutti coloro che lo faranno in futuro.

TANGO DI PERIFERIA
ispirato alla storia vera di Maria y Chiche de Buenos Aires

Di e con: Silvia Priori, Roberto Gerbolès
Ballerini: Angela Quacquarella, Mauro Rossi
Cantante: Francesca Galante
Orchestra: Igor della Corte, Ciro Radice, Virgilio Monti, Norberto Cutillo
Direzione musicale e arrangiamenti: Ciro Radice

Tra la fine dell’800 ed inizio del ‘900 Buenos Aires viveva un ruolo centrale nella scena del mercato artistico culturale di oltre mare. Mentre la classe dominante, importava l’opera lirica dalla bella Italia e la Zarzuela dalla Spagna arricchendo d’internazionalità la scena culturale della capitale, nella periferia la classe sociale dimenticata e sfruttata fatta di immigranti e argentini diseredati era alla ricerca disperata di un briciolo d’identità.
Lo storia parla della nascita del Tango attraverso l’incontro tra Cice e Maria, lei immigrata dalla Sicilia alla fine dell’800, lui argentino di terza generazione che vive in prima persona l’invasione della sua città.
Un incontro fra culture diverse, un abbraccio, un’identità desiderata che spinse il tango alla sua comparsa, non solo come semplice musica ma piuttosto come un pensiero che si balla.
Musica, racconto e ballo raccontano una Buenos Aires multi etnica, culla del benessere di alcuni e della disperazione dei tanti che inconsapevolmente furono i protagonisti di un evento che ancora oggi echeggia in ogni angolo del pianeta, come a voler dire che “la mischia dei popoli non solo è inevitabile ma anche feconda”.
Poesia, dramma e sensualità si fondono armoniosamente tra le pagine legate al tema dell’ immigrazione in Argentina.

FESTA E DANZA: CON "COSA TI MANCA PER ESSERE FELICE?" AL VIA IL RICCO PROGRAMMA DELL'ORATORIO SAN FILIPPO NERI DI BUSTO ARSIZIO


Cosa ti manca per essere felice? Con Simona Atzori

Tutto il ricco programma per la Festa dell’Oratorio San Filippo Neri

L’Oratorio San Filippo Neri (Parrocchia San Michele Arcangelo di Busto
Arsizio) in collaborazione con Cinema Teatro Manzoni presenta lunedì 27 maggio alle ore 21.00 Cosa ti manca per essere felice? Spettacolo di danza, pittura e incontro con Simona Atzori. I biglietti – 20 Euro intero e 15 Euro ridotto – sono acquistabili presso il botteghino del teatro oppure online sul sito www.cinemateatromanzoni.it.

Simona Atzori nasce a Milano nel 1974. Fin bambina coltiva con passione i sogni della pittura e della danza, grazie al supporto della famiglia. Nel 1983 entra a far parte dell’Associazione dei Pittori che Dipingono con la Bocca e con il Piede. Nel 2014 dona a Papa Francesco il ritratto esposto in sala Nervi, in Vaticano. Nel 2010 nasce la SimonArte Dance Company, che ha all’attivo tre produzioni in collaborazione con danzatori del Teatro alla Scala di Milano, e nel 2012 Simona apre la quarta serata del Festival di Sanremo. Durante la sua carriera scrive tre libri: Cosa ti manca per essere felice?, Dopo di te e La strada nuova.

Lo spettacolo si inserisce nel ricco programma della Festa dell’Oratorio San Filippo Neri che si terrà dal 24 maggio al 3 giugno con numerose iniziative di spettacolo e intrattenimento. Don Alberto Ravagnani e la Commissione Eventi spiegano il senso della festa: “Il titolo cha abbiamo scelto è Oltre ciò che vedi. È uno slogan che sintetizza alcune idee, che ci stanno a cuore per la nostra comunità e non solo. La festa dell’oratorio 2019 propone di guardare oltre per vedere il cambiamento con occhi diversi, come un’opportunità e non un limite, proponendo di guardare al futuro che si può costruire insieme!”.

Si inizia venerdì 24 maggio: ritrovo alle ore 18.45 in piazza San Michele , da cui partirà il corteo per
raggiungere l’oratorio (via don D. Albertario, 10) dove si terrà la cena inaugurale, aperta a tutti. I
festeggiamenti si concluderanno lunedì 3 giugno con la cena finale in programma dalle ore 20.30. Per
informazioni è possibile contattare l’organizzazione inviando una e-mail all’indirizzo event@ilneri.it.

COSA TI MANCA PER ESSERE FELICE? Con Simona Atzori

Date: 27 maggio 2019 ore 21.00
Genere: danza e pittura
Costo del biglietto: Intero 20€ - Ridotto 15€
 B otteghino: via Calatafimi, 5 - da lunedì a venerdì dalle 17.00 alle 19.00 - tel. 0331677961
Prevendite online: www.cinemateatromanzoni.it



FESTA DELL’ORATORIO SAN FILIPPO NERI “OLTRE CIÒ CHE VEDI”
PROGRAMMA COMPLETO DELLA MANIFESTAZIONE

Venerdì 24 maggio 2019
19:30 - 21:30 Cena di inizio della festa
21:30 - 23:50 Esibizione Telesuono Band

Sabato 25 maggio 2019
15:00 - 18:00 Laboratorio Ricreo
18:00 - 19:00 Esibizione piccole promesse della società sportiva Pro Patria Bustese sportiva e
Pro Patria Bustese Twirling
21:30 Arrivo della fiaccola in oratorio
22:00 - 23:50 Esibizione AliBi Band

Domenica 26 maggio 2019
10:30 - 12:00 S. Messa e dedicazione della cappellina a San Filippo Neri
12:30 - 14:00 Pranzo della comunità
15:00 - 18:00 Filippaidi
18:30 - 19:30 Spettacolo di giocoleria "Il colore è divertimento"
19:30 Pre-serata con i bambini della scuola materna S.S. Giuseppe e Paolo
21:30 Serata comica con Enzo Emmanuello

Lunedì 27 maggio 2019
21:00 Spettacolo “Cosa ti manca per essere felice?” con Simona Atzori
(Presso Cinema Teatro Manzoni)

Martedì 28 maggio 2019
20:00 Neri Streetball 3x3
20:30 Torneo di calcio balilla

Mercoledì 29 maggio 2019
19:00 Processione con la Madonna degli scout da Madonna in prato all’oratorio

Giovedì 30 maggio 2019
18:30 Serata per festeggiare l'anno sportivo
21:00 Incontro formativo con A.S.D. Oratorio San Filippo e Parma calcio Academy

Venerdì 31 maggio 2019
18:30 Corsa "Busto di sera"
22:00 Serata Dr. Why

Sabato 1 giugno 2019
14:30 - 19:00 Calcio Saponato
21:15 Serata Country con Chaltrones

Domenica 2 giugno 2019
10:00 S. Messa
15:00 - 19:00 Pallavolo acquatica
17:30 - 18:30 Spettacolo di magia "Magico Pongo Show"
18:30 Pranzo della comunità
19:30 Estrazione Lotteria
21:30 DJset: Full Night, c’è un tempo per danzare
21:30 Spettacolo pirotecnico

Lunedì 3 giugno 2019
19:30 S. Messa di ringraziamento
20:30 Cena di conclusione della festa

venerdì 17 maggio 2019

TURISMO: LE COTSWOLDS IN INGHILTERRA, CASTELLI DA FIABA, PAESAGGI VERDI E BORGHI ANTICHI PIENI DI STORIA


LE COTSWOLDS IN INGHILTERRA
CASTELLI DA FIABA, PAESAGGI VERDI E BORGHI ANTICHI PIENI DI STORIA

Paesaggi verdi, borghi antichi pieni di Storia, castelli da fiaba. Le Cotswolds, la regione collinare vicino Bristol, sono un concentrato di bellezza e curiosità, che in primavera e inizio estate
si riempiono di rose e lillà.  Poco conociuto in Italia, questo angolo di Inghilterra attira
centinaia di turisti da tutto il mondo con i suoi panorami incontaminati e i villaggi da cartolina, tutti
giardini, cottage e ruscelli con i cigni. Come  Bourton-on-the-water, con il fiume placido, le anatre
che sguazzano, i ponticelli di pietra, i fiori che straripano dai cortili delle case affacciate sulle rive.
O il piccolo Bibury, uno dei villaggi più fotogratati della campagna inglese e delle Cotswolds, con la fila di cottege di varie dimensioni, il ruscello con le sponde verdeggianti, la chiesa di Santa Maria risalente al periodo sassone.

Tutti i borghi sono facilmente accessibili con i mezzi pubblici, le Costwolds sono una meta ideale
per chi non vuole cimentarsi con la guida all'inglese e sono anche comode e raggiungibili dall'Italia:
ci sono molti voli low cost per Bristol, all'aeroporto si prende uno shuttle bus che porta alla stazione ferroviaria, da qui partano i treni per la zona sud ovest della Gran Bretagna, la Cornovaglia, il Galles
 e per Londra, ovviamente. Le Costwolds sono nel Gloucestershire, regione di memorie e splendori naturali, e per visitarle si può fare base a Cheltenham, vivace cittadina famosa per i college, lo shopping, per i festival musicali e per le sue sorgenti termali.

Da qui partono molti bus diretti ai vari villaggi e borghi, come a Cirencester, uno dei più pittoreschi,
fondato dai Romani, con alcuni resti dell'epoca, un grande parco e la chiesa di San Giovanni Battista,
legata alla memoria di Anna Bolena. Per saperne di più : https://www.latitudinex.com/europa/cotswolds-itinerario-in-bus-tra-borghi.html

Non è l'unico borgo che riporta alla mente il periodo Tudor. Una delle attrazioni più interessanti
da vedere, sempre raggiungibile in bus, è il Castello di Katherine Parr, sesta e ultima moglie di
Enrico VIII, quella sopravvissuta. Sudeley Castle a  Winchcombe, anche questo un borgo di cottage
e giardini, è visitabile, con il suo grande parco con il laghetto e le aiuole fiorite, le sale cinquecentesche, la cappella con la tomba della Parr. Per saperne di più : https://www.latitudinex.com/europa/sudeley-il-castello-di-katherine-parr.html

Anche Tewkesbury, uno dei paesini delle Cotswolds meno turistici ma tra i più affascinanti, è carico
di Storia. Qui si combattè una delle battaglie decisive della Guerra delle due Rose, tra York e Lancaster, nell'Abbazia, Patrimonio Artistico Inglese, riposa Giorgio di Clarence, uno dei protagonisti della sanguinosa faida quattrocentesca per il trono. Ogni anno a Tewkesbury si svolge un festival medievale che richiama grandi folle, comunque sia la cittadina ricca di palazzine a graticcio bianche e nere è una meta escursionistica molto importante, circondata come è da un'oasi naturale alla confluenza di due fiumi.

Per saperne di più https://www.latitudinex.com/europa/tewkesbury-storia-nelle-cotswolds.html



ARTE: RENATO GUTTUSO A VARESE PRIMA ESPOSIZIONE ASSOLUTA AI MUSEI DI VILLA MIRABELLO


RENATO GUTTUSO A VARESE

Da domenica 19 maggio a lunedì 6 gennaio 2020 ai Musei di Villa Mirabello 
Le opere del Maestro, di proprietà della Fondazione Pellin
Per la prima volta esposte nella città giardino

Si apre domenica 19 maggio 2019 ai Musei Civici di Villa Mirabello “Renato Guttuso a Varese”, la mostra, a cura di Serena Contini, con cui il Comune celebra il maestro di Bagheria, uno dei più interessanti artisti e intellettuali del Novecento italiano. Venticinque dipinti saranno per la prima volta presentati a Varese nelle sale della villa settecentesca che domina i Giardini Estensi, in un percorso a temi che permetterà di valorizzare le opere che appartengono alla collezione Pellin. Tra queste, il celebre dipinto Spes contra spem, l’opera simbolo di Guttuso, che rappresenta il valore assoluto della memoria per l'artista e la sua eredità spirituale. Uno degli ultimi capolavori che il Maestro considerava una sorta di testamento. 

Le opere, organizzate in nove sezioni, vanno dalla Natura morta. Barattoli del 1966, passando per l’autoritratto (L’Atelier) del 1975, per arrivare a Il sonno della ragione genera mostri del 1980, dipinto in occasione della strage di Bologna. La mostra si chiude con l’opera simbolo di Guttuso: quella Spes contra spem del 1982, vero e proprio manifestob  e “summa della poetica dell’artista”, già esposta in sedi prestigiose come Roma a Castel S. Angelo, New York e Palazzo Reale a Milano. Una tela di considerevoli dimensioni di tre metri per tre e cinquanta ove si scorge tutta l’importanza dell’esperienza varesina. Un’opera in cui si evince l’influenza delle atmosfere del territorio della città di Varese, dove venne dipinta, e dove Guttuso ebbe modo di frequentare, tra gli altri, intellettuali come Guido Piovene, Dante Isella, Piero Chiara, Angelo Frattini, Vittorio Tavernari.

Guttuso infatti frequentò per trent’anni, a partire dal 1953, lo studio di Velate a Varese: il territorio fu fonte d’ispirazione e di creazione di opere di grande valore come la La Vucciria, che racconta la città di Palermo, ma venne dipinta nella città giardino.

“Questa mostra è un sogno che si realizza - ha detto il sindaco Davide Galimberti – un modo per celebrare il rapporto privilegiato che l'artista stabilì con Varese. Un’importante rassegna che si svolge in contemporanea con un’altra esposizione internazionale, in corso a Villa Panza e realizzata dal Fai: proprio con il Fondo Ambiente Italiano prosegue la nostra stretta collaborazione per lo sviluppo culturale e turistico di Varese”. 

Lungo il percorso espositivo le opere di Guttuso saranno corredate anche da documenti e fotografie inediti, pannelli esplicativi e citazioni tratte dalle dichiarazioni dell'artista, che arricchiscono di significato la mostra e permetteranno al visitatore di conoscere intimamente la poetica di Guttuso. Alla realizzazione della mostra ha collaborato anche Fabio Carapezza Guttuso: nel catalogo si potrà infatti trovare un suo significativo contributo con testimonianze inedite di una realtà speciale, vissuta col Maestro, in prima persona. 

“Grazie alla rinnovata attenzione dell'Amministrazione comunale  - spiega Roberto Cecchi, assessore alla Cultura - dopo anni in cui si è continuato a riflettere sull'importanza del legame Varese-Guttuso, si è finalmente concretizzato l'ambizioso progetto culturale che permetterà la visione di opere del Maestro di Bagheria ai Musei Civici di Villa Mirabello. Per questo abbiamo colto con entusiasmo la disponibilità della famiglia Pellin di offrire alla città le opere di Guttuso, onorando la volontà del fondatore Francesco Pellin che per vent’anni ha raccolto con caparbietà e intelligenza i lavori dell’artista, insieme al Maestro dando corpo alla più importante raccolta dei suoi dipinti”. 

La mostra è stata realizzata grazie alla collaborazione con la Fondazione Pellin: ventuno opere sono patrimonio della Fondazione, e oggetto di un comodato d’uso con il Comune di Varese, e altre quattro sono in prestito. La rassegna è organizzata con il patrocinio di: Commissione Europea, Regione Lombardia, Provincia di Varese, Università degli Studi dell’Insubria e Archivi Guttuso. Importante anche la collaborazione con l’Associazione Giovanni Testori e con il FAI. Grazie a quest’ultima si potranno visitare le mostre Sean Scully – Long Light, in esposizione a Villa Panza, e quella di Guttuso a Villa Mirabello, con un unico biglietto ridotto.

TURISMO: LA STORIA IN CUCINA CON IL FAI AL MONASTERO DI TORBA


LA STORIA IN CUCINA
Cena “come una volta” al Monastero del FAI

Monastero di Torba, Gornate Olona (VA)
sabato 18 maggio 2019, ore 19

Sabato 18 maggio 2019 andrà in scena al Monastero di Torba, Bene del FAI – Fondo Ambiente Italiano a Gornate Olona (VA), un viaggio culinario alla scoperta delle tradizioni alimentari che si sono susseguite nei secoli e nelle culture che hanno toccato questo affascinante e antico monastero, parte di un parco archeologico Patrimonio Mondiale dell'UNESCO.

L’occasione sarà la manifestazione “La storia in cucina” che, dalle ore 19, offrirà al pubblico l’opportunità di conoscere in modo originale questo angolo di Medioevo immerso nei boschi del Varesotto: si partirà infatti con una speciale visita guidata durante la quale, oltre a raccontare l’importanza del luogo e dei sorprendenti affreschi che decorano l’imponente torre, si traccerà anche una breve storia della cucina a Torba, attraverso aneddoti e cibi “di una volta”.

A seguire, alle ore 20, antiche ricette prenderanno vita e sapore grazie al menu pensato appositamente dal ristorante “La Cucina del Sole”, situato all’interno del Bene, e da Slow Food Condotta della provincia di Varese: proposte ispirate alle epoche passate, in particolare al Medioevo e alla cucina monasteriale, con un occhio di riguardo ai prodotti del territorio, tra cui il miele, “frutto” dell’instancabile lavoro delle colonie di api ospitate a Torba in collaborazione con apicoltori locali, nel solco del progetto “Api nei Beni del FAI”.

Si comincerà con la frutta – secca e caramellata al forno – per poi proseguire con una minestra di ortiche, un arrosto di animali da cortile, rigorosamente locali e ruspanti, serviti al vassoio e, infine, una torta con ricotta e miele a km zero, il tutto accompagnato da vini del territorio e dall’ippocrasso, vino speziato e zuccherino molto comune nel Medioevo ma oggi poco conosciuto, che verrà offerto insieme al dolce. A fare da cornice a questa cena esclusiva l’atmosfera rustica dell’antico refettorio delle monache.

Il menu prevede:

ABUNDANTIA DE FRUCTIS Frutta secca e frutta caramellata
MENSA PRIMA Minestra di ortiche
MENSA SECONDA Misto di arrosto di corte con catalogna e patate
DULCIS IN FUNDO Torta di ricotta e miele di Torba con marmellata di fragole
BEVANDE Acqua, vini del territorio e ippocrasso in accompagnamento al dolce

“LA STORIA IN CUCINA” al Monastero di Torba, Gornate Olona (VA)
Sabato 18 maggio 2019, ore 19
Ingresso (che comprende visita guidata e cena):
Intero: 50 €; Iscritti FAI, residenti Comune di Gornate Olona e soci Slow Food: 40 €.

MUSICA: PIANO CITY MILANO A VARESE RE GIORNI CON TANTI APPUNTAMENTI IN CITTA'


PIANO CITY MILANO 2019 A VARESE

Domenica 19 maggio
Tre speciali appuntamenti a Varese

Venerdì 17, sabato 18 e domenica 19 maggio torna Piano City Milano, il festival di pianoforte che ogni anno dal 2012 trasforma la città in una grande sala da concerto! Oltre 50 ore di musica e 450 concerti gratuiti animeranno giorno e notte i molti centri di Milano e la sua ineguagliabile misura umana di quartieri, case, terrazze, grattacieli, parchi, giardini, cortili, gallerie d’arte e teatri. Un festival aperto e partecipativo che ruota anche quest’anno su due perni principali: il Piano Center della GAM per i concerti diurni e il Piano Center della Palazzina Liberty per quelli notturni.
Quest’anno Piano City Milano approda anche a Varese, con tre appuntamenti speciali domenica 19 maggio: alle ore 11.00 l’esibizione “Piano Leggendo” di Daniele Longo presso il Teatro Santuccio; alle ore 18.00 Ettore Bove ripropone anche a Varese il suo “Bohemian Rhapsody”, concerto omaggio ai Queen, presso i Giardini Estensi; alle ore 21.00 sempre presso i Giardini Estensi il concerto di Davide “Boosta” Dileo, co-fondatore dei Subsonica. Tutti i concerti sono ad ingresso gratuito e anche in caso di pioggia si svolgeranno ugualmente presso la tensostruttura presente in loco.
Piano City Milano arriva nel Comune di Varese grazie alla forte volontà del Sindaco Davide Galimberti, sull’onda della collaborazione instauratasi tra le due città già dallo scorso inverno, che ha visto atterrare a Varese anche altri due importanti appuntamenti milanesi come JAZZMI e Musica dei Cieli.



PIANO CITY MILANO A VARESE

Piano City Milano è un evento culturale in cui i veri protagonisti sono tutti i cittadini: spettatori, appassionati di musica, giovani talenti e grandi pianisti

 Venerdì 17, sabato 18 e domenica 19 maggio 2019 torna PIANO CITY MILANO, il festival di pianoforte che ogni anno dal 2012 trasforma la città in una grande sala da concerto! Oltre 50 ore di musica e 450 concerti gratuiti animeranno giorno e notte i molti centri di Milano e la sua ineguagliabile misura umana di quartieri, case, terrazze, grattacieli, parchi, giardini, cortili, gallerie d’arte e teatri. Un festival aperto e partecipativo che ruota anche quest’anno su due perni principali: il Piano Center della GAM per i concerti diurni e serali e il Piano Center della Palazzina Liberty per quelli notturni.

 Quest'anno Piano City arriva anche a Varese con tre eventi durante la giornata del 19 Maggio

 ORE 11.00
 DANIELE LONGO
“PIANO LEGGENDO”
#KIDS

 TEATRO SANTUCCIO
 Via Luigi Sacco, 10 - Varese


 ORE 18.00
 ETTORE BOVE
“BOHEMIAN RHAPSODY”
#POP, #ROCK

 GIARDINI ESTENSI
 Palazzo Estense, Via Luigi Sacco, 5 - Varese 

 

#INBiblioteca

Evento finanziato dal Comune di Varese all'interno della rassegna #INbiblioteca Spettacoli per bambini, letture, ma anche la Human Library, una tavola rotonda sule tappe dell'accoglienza, e il Cammino della Cumbia con Davide Toffolo (Tre allegri ragazzi morti). Questo sarà Luoghi non Comuni, la due giorni che Coop Lotta Contro l'Emarginazione Varese, organizza per informare, fare rete, superare stereotipi, pregiudizi e barriere che spesso si formano per diffidenza e non conoscenza reciproca.

 Il laboratorio di decorazione magliette "Come l'Okapi" è realizzato grazie al contributo della Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo.

 15:00 - Mostra fotografica Progetto “IRIS” a cura de La Casa di Paolo - Biblioteca Civica
 15:00 - Performance Teatrale “Il museo dell’attesa” a cura di Karakorum teatro - Esterno Biblioteca Civica
 15:00 - 18:00 “ - NOTE A MARGINE esperienze di crisi e opportunità” Libri umani da sfogliare, la Human Library - Biblioteca Civica
 15:30 - Reading teatrale a cura del progetto a protezione delle vittime di tratta Derive Approdi con l’attrice Elisa Carnelli
 16:00 - Presentazione laboratorio del libro “Tutto il mondo è pera” di Veronica Spataro adatto a bimbi dai 5 anni
 18:00 - Presentazione della graphic novel “Il cammino della cumbia” con Davide Toffolo (Tre allegri ragazzi morti) - Bib. Civica
 21:00 - Dj set Cumbia con Davide Toffolo - Cantine Coopuf

FESTIVAL: A OLGIATE OLONA "JAZZ ALTRO" RASSEGNA RASSEGNA DI MUSICA, TEATRO, DANZA E CABARET



JAZZaltro
Musica, danza, teatro, cabaret e reading:
al via domenica 19 maggio a Olgiate Olona (Va)
la decima edizione di JAZZaltro con un evento speciale dedicato alla pace, le poesie di Paolo Fresu,
il jazz degli ARS3 e molto altro


MILANO - Compie dieci anni JAZZaltro, manifestazione che dal 2010 a oggi ha proposto lungo l’asse della S.S. Sempione e del fiume Olona, tra la provincia di Varese e quella di Milano, una serie di appuntamenti ed eventi legati alle musiche del mondo, “aprendosi” sempre più spesso ad altre forme espressive e artistiche, dalla danza al teatro, dalla scultura alla fotografia.
Con la partecipazione di 700 musicisti (molti dei quali di levatura internazionale), 130 tra formazioni e gruppi (provenienti da ogni angolo del mondo), una cinquantina di danzatori e una presenza di cura 65.000 spettatori, JAZZaltro è cresciuta nel tempo, consolidandosi anno dopo anno.
Per la nuova edizione, al via domenica 19 maggio al Cinema Teatro Area 101 di Olgiate Olona (ore 10.15; ingresso a offerta libera), i responsabili della manifestazione hanno organizzato un evento speciale nel segno della musica, della poesia, della danza, del cabaret e del teatro dal forte carattere simbolico, il cui filo conduttore è la pace o, meglio, la convivenza pacifica tra i popoli. Di altissimo profilo gli artisti coinvolti: Paolo Fresu presenterà il suo ultimo libro, intitolato “Poesie jazz per cuori curiosi” (editore Rizzoli), sperimentando il linguaggio della parola, tra piccole prose e poesie, come strumento di creatività. In un percorso per associazioni di idee, Fresu esplora le grandi domande sulla libertà e la vera funzione dell’arte, si sofferma sulle suggestioni nate dal quotidiano e dai suoi viaggi, riflette sulla diversità e sull’accoglienza, gioca con gli uccelli e con i colori, si abbandona ai voli della mente per tornare infine alle radici dell’amata Sardegna. Alcune di queste poesie verranno lette dalle attrici Eugenia Marcolli e Sara Pennacchio.
Dalla poesia al cabaret con Norberto Midani, attore e comico di razza, che nel corso della sua carriera ha collaborato con le migliori figure del teatro italiano (Giorgio Strehler, Tino Buazzelli, Dario Fo, Paolo Panelli, Bice Valori ed Eduardo De Filippo). Spazio, poi, al reading con la voce solista di Sergio Chillè, che commenterà un testo di Don Milani, e al teatro con lo spettacolo “IO”, a cura di un gruppo di 30 artisti disabili, protagonisti di una pièce intensa e toccante.
Per quanto riguarda la musica, sul palco del Cinema Teatro Area 101 salirà prima il cantautore Luigi Maione e, poi, i musicisti Ermanno Librasi (sax soprano, duduk, furulya, clarinetto basso, ewi), Emanuele Le Pera (voce, percussioni afrocaraibiche) e la danzatrice Laura Zahira, che presenteranno un estratto del loro spettacolo in cui le musiche originali si intrecciano con la tradizione africana e con quella mediorientale, nel segno di una coinvolgente contaminazione.
A seguire, il trio jazz ARS3 (composto da Mauro Grossi al pianoforte, Attilio Zanchi al contrabbasso e Marco Castiglioni alla batteria), una delle formazioni più interessanti della scena italiana, presenterà il disco “Promemoria”, i cui brani sono ispirati a canzoni icone di pace come “Il Disertore” di Boris Vian, “Poca voglia di fare il soldato” di Ivano Fossati, “Master of War” di Bob Dylan e altre. Un disco che ha fatto scalpore e che ha visto la presenza di ospiti importanti, tra i quali spiccano Sheila Jordan e il compianto Gianmaria Testa.
Infine, gli spettatori che lo desidereranno potranno pranzare (su prenotazione) con il cast artistico. Durante il pranzo interverrà in acustico la Balcon Band, la formazione di matrice folk più seguita nell’area del Varesotto.
L’evento inaugurale di JAZZaltro è realizzato con il patrocinio dei Comuni di Olgiate Olona e Fagnano Olona e con la collaborazione di Rete dei Popoli, network che raggruppa più di una ventina di associazioni del territorio che affrontano insieme l’emergenza del razzismo e che si impegnano a favore dell’accoglienza.
JAZZaltro continuerà con tanti appuntamenti fino alla fine di settembre, con ospiti illustri, iniziative speciali e la presenza di grandi nomi del panorama internazionale. Imperdibile, per esempio, è l’evento in programma domenica 26 maggio, sempre all’Area 101 di Olgiate Olona quando si esibirà il quartetto “all stars” composto dal pianista Enrico Pieranunzi (tra i jazzisti italiani più apprezzati nel mondo), il vibrafonista Andrea Dulbecco, il contrabbassista Luca Bulgarelli e il batterista André “Dédé” Ceccarelli, tra i più importanti a livello europeo. I quattro musicisti presenteranno il loro ultimo progetto, ispirato alla figura di Michel Legrand, il grande compositore, arrangiatore e pianista francese recentemente scomparso. Special guest della serata sarà la cantante Simona Severini.
Da segnalare, inoltre, il superquartetto newyorkese guidato dal batterista Jochen Rueckert (in scena sabato 13 luglio al Maga di Gallarate), il quintetto del sassofonista Jacopo Jacopetti, “impreziosito” dalla presenza della cantante brasiliana Heloisa Laurenço (giovedì 18 luglio a Busto Arsizio), e il trio Azul (Fausto Beccalossi alla fisarmonica, Oscar Del Barba al pianoforte e Attilio Zanchi al contrabbasso) che chiuderà la decima edizione sabato 28 settembre ad Olgiate Olona.

JAZZaltro – Da domenica 19 maggio a sabato 28 settembre
Il programma della decima edizione

Domenica 19 maggio
Olgiate Olona
Cinema Teatro Area 101, via Bellotti 22, ore 10.15, ingresso a offerta libera
Poesia, musica, danza, reading, teatro e cabaret
Con Paolo Fresu, Eugenia Marcolli, Sara Pennacchio, Luigi Maione, Ermanno Librasi, Emanuele Le Pera, Laura Zahira, Sergio Chillè e ARS3 (Mauro Grossi, pianoforte; Attilio Zanchi, contrabbasso; Marco Castiglioni, batteria).

Domenica 26 maggio
Olgiate Olona
Cinema Teatro Area 101, via Bellotti 22, ore 21, ingresso 15 euro
Enrico Pieranunzi (pianoforte); Andrea Dulbecco (vibrafono); André “Dédé” Ceccarelli (batteria); Luca Bulgarelli (contrabbasso); special guest: Simona Severini (voce).

Da venerdì 7 a domenica 9 giugno
Cassano Magnago
Tommy Vitello, via Mario Albino Bonicalza 159, dalle ore 19 (concerto ore 21), ingresso libero
Sugarpie & The Candymen - Elisa Aramonte;
Cris Mantello trio;
Sugarpie & The Candymen - Lara Ferrari

Domenica 23 giugno
Olgiate Olona
Villa Restelli, via Franco Restelli 20, ore 21, ingresso 5-8-10 euro
Kora Beat; Arsene Duevi; Dudù Kouatè

Sabato 6 luglio
Gallarate
MaGa, via Egidio De Magri 1, ore 21, ingresso libero
Flamencontamina
Roberto Talamona (chitarra flamenco); Lautaro Acosta (violino); Toti Canzoneri (flauto traverso); Mario Caccia (basso); Francesco Perrotta (cajon, percussioni); Pierfrancesco Tarantino (batteria, percussioni)

Venerdì 12 luglio
Castellanza
Giardini retro Municipio, viale Rimembranze 4, contest ore 18, concerto ore 21, ingresso libero
Natalio Mangalavite (tastiere e voce) & Adel Naim (beatbox); Monica Demuru (voce); Carlos “el tero” Buschini (basso)

Sabato 13 luglio
Gallarate
Museo Maga, via Egidio De Magri 1, ore 21, ingresso libero
Jochen Rueckert quartet feat. Chris Cheek
Jochen Rueckert (batteria); Mike Moreno (chitarra); Matt Penman (contrabbasso); Chris Cheek (sax)

Giovedì 18 luglio
Busto Arsizio
Palazzo Gilardoni, via Fratelli d’Italia 12, ore 21, ingresso libero
Jacopo Jacopetti quintet feat. Heloisa Laurenço
Heloisa Laurenço (voce); Jacopo Jacopetti (sax); Marco Ponchiroli (pianoforte); Paolo Andriolo (basso); Enzo Zirilli (batteria)

Sabato 20 luglio
Fagnano Olona
Approdo Calipolis, via C. Colombo 80 - Valle Olona, ore 21, ingresso libero
Baro Drom Orkestra
Vieri Bugli (violino); Modestino Musico (fisarmonica); Michele Staino (contrabbasso); Gabriele Pozzolini (batteria, tamburelli)

Giovedì 31 agosto
Gorla Maggiore
Palazzo dell’Assunta, piazza Martiri della Libertà, ore 21, ingresso 5-8-10 euro
Quartetto SE.GO.VI.O.
Salvatore Seminara (chitarra); Stefano Gori (flauto); Paolo Vignani (fisarmonica); Gabriele Oglina (clarinetto)

Sabato 28 settembre
Olgiate Olona
MO.OM Hotel, via San Francesco 15, ore 21, ingresso 10-15 euro
Azul
Oscar Del Barba (pianoforte); Fausto Beccalossi (fisarmonica); Attilio Zanchi (contrabbasso)


On line: jazzaltro.it; FB: www.facebook.com/JAZZaltro-117442538326396