giovedì 29 novembre 2018

BACIAMI JAMES : AL MANZONI DI SCENA FRANCO CASTELLANO E NATHALIE CALDONAZZO


"Baciami James" con Franco Castellano e Nathalie Caldonazzo
Una commedia contemporanea, per la prima volta in Italia

Cinema Teatro Manzoni di Busto Arsizio 
Giovedì 13 dicembre alle 21.00

Al Teatro Manzoni di Busto Arsizio arriva Baciami James di Robert Farquhar con Franco Castellano e Nathalie Caldonazzo, per la regia di Guglielmo Guidi. Lo spettacolo – in programma giovedì 13 dicembre 2018 alle ore 21 – è una pièce di drammaturgia contemporanea comica e toccante, raccontata senza sentimentalismi. Andata in scena per la prima volta a Londra nel 1998, non è mai stata rappresentata in Italia fino ad ora.

La storia è ambientata in una città di mare, sulla costa britannica settentrionale, dove Eddie e Crystal
trascorrono insieme un week-end fuori stagione. I protagonisti, molto diversi tra loro, sono due persone sole che si ritroveranno a fare i conti con le reciproche manie nella camera di uno squallido bed and breakfast. Eddie è un logorroico rappresentante affetto da diarrea verbale (come lo definisce l’autore), non si è mai sposato e vive ancora con la madre. Crystal invece è una donna seducente, ma si è appena lasciata alle spalle un matrimonio senza amore, durato dieci anni. A dare inizio allo spettacolo è una conversazione telefonica tra i due, in cui Eddie persuade la riluttante Crystal a partire con lui...

Titolo: BACIAMI JAMES

Date: 13 dicembre 2018 ore 21.00
Genere: commedia
Autori: Robert Farquhar (traduzione di Adriana Matone)
Regia: Guglielmo Guidi
Produzione: Gekon Productions Francesco Dainotti
Attori: Franco Castellano e Nathalie Caldonazzo
Costo del biglietto: Poltronissima 33€ - Poltrona 30€ - Poltrona ridotto 27€ - Galleria 28€ - Galleria ridotto
25€ (per gli abbonati: spettacolo in abbonamento)
 B otteghino (via Calatafimi, 5): da lunedì a venerdì dalle 17.00 alle 19.00 - tel. 0331677961
Vendita biglietti online: www.cinemateatromanzoni.it

Cinema Teatro Manzoni
Via Calatafimi, 5
21052 Busto Arsizio VA

CABARET FOR UNICEF CON LEONARDO MANERA: FESTA BENEFICA A VARESE


LEONARDO MANERA SHOW A VILLE PONTI
A CURA DELL'ASSOCIAZIONE AMICI DEL CAFFE' TEATRO
LINK: www.amicidelcaffeteatro.com
SERATA BENEFICA CON PRESENTAZIONE E VENDITA CALENDARI DELLA POLIZIA DI STATO, TRA GLI OSPITI: FABRIZIO VENDRAMIN E VALERIO MARINI

Lunedì 3 Dicembre 2018 alle 21.00 - Ville Ponti Sala Napoleonica


Dopo il successo dell’anno scorso, la Questura di Varese e l’associazione Amici del Caffè Teatro ripropongono l’iniziativa benefica alle Ville Ponti in favore di Unicef e del piano di assistenza Marco Valerio, destinato alla cura delle malattie pediatriche croniche dei figli dei dipendenti della Polizia.

L’appuntamento è per lunedì 3 dicembre alle 21: protagonista dell’edizione 2018 di una serata già segnata dal “tutto esaurito” sarà il comico Leonardo Manera.

Insieme a lui, ad animare l’evento ci saranno Fabrizio Vendramin, con i suoi splendidi quadri realizzati “in diretta”, e il vignettista Valerio Marini. Entrambi regaleranno le opere realizzate durante la manifestazione, che verranno messe all’asta per contribuire, con il loro ricavato, al successo dell’iniziativa. Con Unicef, saranno presenti anche altre diverse associazioni del territorio che si occupano del benessere dei bambini di tutto il mondo: dal Kiwanis Gallarate ai Lions Sesto-Somma e Varese.

Durante l’evento verranno, inoltre, presentati ufficialmente i calendari della Polizia di Stato 2019, che saranno consegnati ai partecipanti.

OPERA ROCK CAFE': TUTTI GLI APPUNTAMENTI DI DICEMBRE TRA MUSICA LIVE E CABARET



Funk, blues, heavy metal, pop e cabaret:
all’Opera Rock Cafè di Jerago con Orago 
tanti eventi imperdibili nel mese di dicembre

E' un dicembre ricco di appuntamenti con la musica dal vivo (ma non solo) quello in programma all’Opera Rock Cafè di Jerago con Orago (Va). Se i concerti (dal rock al funk, dall’heavy al pop, passando per il blues e il rockabilly) continueranno a farla da padrone, nei prossimi giorni il palco del locale di via Varesina ospiterà anche un volto noto e amato del cinema e della tv: il cabarettista Max Pisu, che giovedì 13 dicembre regalerà al pubblico una serata di comicità e buonumore. Ecco, nel dettaglio, tutti gli eventi in programma fino a fine anno.

Gli eventi di dicembre (inizio concerti ore 22.30)
Sabato 1 dicembre
Queen on Five
La musica degli intramontabili Queen reinterpretata dalla passione di cinque ragazzi in arrivo da Novara per Freddy Mercury e soci: i Queen on Five sono Gianmarco Congiu (Voce), Luca Pastore (Red Special, Voce), Luca Lazzaro (batteria, voce), Diego Vittozzi (basso) e Andrea Barcheri (tastiere).
Ingresso gratuito e prima consumazione obbligatoria a 10 euro, cena a 15 euro.

Domenica 2 dicembre
The Mood Pusher
Brani originali nel segno del rock e del funk, tendenza easy listening, con The Mood Pusher, band composta da Michele DeLeo (chitarra), Stefano Ferrara (basso), Marco Mengoni (batteria, voce) e Ylenia Soprano (voce).
Ingresso gratuito con prima consumazione obbligatoria + buffet a 10 euro.

Venerdì 7 dicembre
Eisenzeit Italian Metal Band
Nati nel lontano 1984, sono tornati di nuovo in attività da poco. Questa formazione (che è giunta in finale al Festival di Castrocaro nel 1991 e che ha aperto i concerti di gruppi importanti tra cui i Negrita) proporrà al pubblico dell’Opera Rock Cafè brani di propria composizione e qualche cover metal/hard rock degli anni Ottanta e Novanta, pescando dai repertori di band quali AC/DC, Iron Maiden, Metallica ma non solo.
Ingresso gratuito e prima consumazione obbligatoria a 10 euro, cena a 15 euro.

Sabato 8 dicembre
Maggese
Questa tribute band omaggia la musica di Cesare Cremonini e ripercorre gran parte della scaletta del “Più Che Logico Tour” e i maggiori successi del cantante bolognese, partendo dai Lunapop fino ai giorni nostri. Nel repertorio di Maggese figurano hit come “Marmellata#25”, “Qualcosa di Grande”, “Il Comico”, “GreyGoose”, “Buon Viaggio”, “La Nuova Stella di Broadway”, la nuovissima “Kashmir Kashmir”, l’immancabile “50 Special” e tanti altri brani dell’artista emiliano.
Ingresso gratuito e prima consumazione obbligatoria a 10 euro, cena a 15 euro.

Domenica 9 dicembre
Laura Fedele(IN FOTO)
Cantante, pianista, fisarmonicista e compositrice, artista eclettica e poliedrica, Laura Fedele ha esplorato numerosi generi e forme musicali: il jazz tradizionale, il mainstream, il vocalese, il blues, il rhythm&blues, la musica etnica, quella napoletana e la canzone d’autore. Ha partecipato a moltissimi festival italiani e internazionali, tra cui il prestigioso Jazz and Heritage Festival, a New Orleans. Eclettica e imprevedibile, Laura Fedele è capace di passare con disinvoltura da un pezzo di Tom Waits a un vecchio standard.
Ingresso gratuito e prima consumazione obbligatoria con buffet a 10 euro.

Giovedì 13 dicembre
Max Pisu(IN FOTO)
Cabarettista, attore e conduttore, Max Pisu è un artista poliedrico che non ha bisogno di presentazioni. Nel corso della sua carriera si è cimentato con successo nelle fiction tv, nelle sit-com, al cinema, in teatro e in radio. La sua comicità (che varia dal registro surreale a quello cinico, dai toni ingenui a quelli romantici) e la sua recitazione sono irresistibili e mai volgari.
Ingresso gratuito e prima consumazione obbligatoria a 10 euro, cena a 15 euro.

Venerdì 14 dicembre
The Rose
Con una media di 80 concerti all’anno in Italia e all’estero, The Rose è la più autorevole e credibile formazione specializzata nel tributo a Janis Joplin. Tara Degl’Innocenti, cantante professionista e fondatrice del gruppo, ne è la leader indiscussa non solo come frontwoman. Lo show dei The Rose è ad alto impatto emotivo: la band cura minuziosamente ogni minimo particolare, dal sound (fedele a quello magico degli anni ’60) al look.
Ingresso gratuito e prima consumazione obbligatoria a 10 euro, cena a 15 euro.

Sabato 15 dicembre
Surfin’Claire and The Whisky Rockers
I Surfin’Claire and The Whisky Rockers sono una band rockabilly nata con l’intento di far musica per divertirsi e far divertire, ballare e far ballare: la strada migliore non poteva essere che quella del rock’n’roll. Nei loro concerti si respira un’atmosfera unica, dal sapore vintage, che farà impazzire tutti fra riff, soli di chitarra e di ukulele, ritmi serrati, cori e tanta simpatia. In scaletta le più belle canzoni di artisti come Elvis Presley, Chuck Berry, Carl Perkins, Wanda Jackson, Janis Martin, Eddie Cochran, Johnny Cash e tantissimi altri, senza escludere qualche sorpresa e divagazione sul tema.
Ingresso gratuito e prima consumazione obbligatoria a 10 euro, cena a 15 euro.


Domenica 16 dicembre
Legends
Sul palco dell’Opera Rock Café spazio ai Legends, formazione specializzata in cover rock, heavy e hard rock del periodo che va dagli anni Settanta agli anni Novanta, con una predilezione per band quali Whitesnake, Europe e Guns N’ Roses.
Ingresso gratuito e prima consumazione obbligatoria con buffet a 10 euro.

Venerdì 21 dicembre
Onda d’Urto
Questo gruppo, che ha una carica davvero esplosiva, propone un repertorio a base di puro rock, che spazia dai classici degli anni ’70 (Deep Purple, Led Zeppelin, AC/DC, Kiss...) fino al glam rock dei decenni ’80-’90 (Europe, Aerosmith, Whitesnake, Mr.Big, Bon Jovi...).
Ingresso gratuito e prima consumazione obbligatoria a 10 euro.

Sabato 22 dicembre
New Jersey
Attivi dal 2007 con esibizioni in tutta Europa, i New Jersey si sono distinti e affermati come la più fedele Bon Jovi tribute band a livello internazionale. Oltre cento le canzoni in repertorio, incluse tutte le hit e alcune rarità del gruppo statunitense. Questa formazione - composta da Davide Barbieri (alter-ego di Jon Bon Jovi), Matteo Gattei (Richie Sambora), Alessio Gattei (Tico Torres), Andrea Augelli (David Bryan) e Lucio Giorno (Hugh McDonald) - garantisce un sound fedele al 100% a quello di Bon Jovi, grazie anche all’uso degli strumenti originali, compresa la leggendaria chitarra doppio manico di “Wanted Dead Or Alive”.
Ingresso gratuito e prima consumazione obbligatoria a 10 euro.

Venerdì 28 dicembre
Magnetika
Quattro musicisti, ognuno con il proprio background, ognuno con un bagaglio di esperienze differenti, ognuno con il proprio estro, ma tutti uniti da una passione comune, quella per i Metallica. Il primo live dei Magnetika, tribute band del mitico gruppo heavy metal statunitense, risale al 2014 e da allora non si sono più fermati. Con un repertorio di oltre 40 pezzi e la voglia di “mordere” il palco, i Magnetika sono un gruppo in costante ascesa.
Ingresso gratuito e prima consumazione obbligatoria a 10 euro.

Sabato 29 dicembre
Decanter
Serata all’insegna del rock italiano con i Decanter, cover band che propone i maggiori successi degli artisti e dei gruppi di casa nostra, dai Litfiba a Liguabue, dai Negrita ai Negramaro, senza dimenticare il grande Vasco. I Decanter sono Feliciano Antignani (voce), Claudio Lezzi (chitarra), Fabio Bonina (chitarra), Leonardo Puggioni (basso) e Filippo Vaccalluzzo (batteria).
Ingresso gratuito e prima consumazione obbligatoria in promo a 5 euro.

Lunedì 31 dicembre
Party di Capodanno
Capodanno tutto da ballare con gli E.T.eam, party band che farà rivivere i mitici anni Ottanta con i più grandi successi dance dell’epoca. Apertura del locale ore 20, ingresso 40 euro con tavolo prenotato, due consumazioni, antipasto di benvenuto, menu a scelta tra i quattro disponibili e brindisi di mezzanotte con panettone. Per chi non cena, ingresso dalle ore 22.30 con consumazione e brindisi di mezzanotte (costo: 20 euro).


Opera Rock Cafè, via Varesina 58, 21040 Jerago con Orago (Va)
Cell: 3662537059; mail: operarockvarese@gmail.com

mercoledì 28 novembre 2018

BEETHOVEN NON È UN CANE: LA LEZIONE MUSICALE DI PAOLO MIGONE AL TEATRO DI VARESE


PAOLO MIGONE in BEETHOVEN NON È UN CANE

VENERDÌ 14 DICEMBRE 2018 ORE 21:00

TEATRO OPENJOBMETIS VARESE 
LINK: http://teatrodivarese.altervista.org/

CHARLOTTE SPETTACOLI presenta
PAOLO MIGONE in
BEETHOVEN NON È UN CANE
Viaggio delirante allegro ma non troppo nel mondo dei grandi padri della musica
di e con Paolo Migone. Regia di Daniele Sala.

Dietro il polveroso sipario c’è un deejay, sì, un deejay ma di musica classica.
In scena un pazzo con cuffia alle orecchie e l’occhio spiritato che aggeggia a dei vecchi vinili, un pazzo incredulo davanti ad adolescenti che identificano Beethoven in un grosso e simpatico cane San Bernardo e che si è stufato di sentire in giro: bella quella musica è della pubblicità della Audi (Mozart).

Musica Colta, Musica Sepolta.
Paolo Migone, il folle con le cuffie, a teatro con la pala e le maniche tirate su per riesumare una musica classica ancora viva.
Parlerà di Lei, della sua forza, della sua dolcezza: vi farà ridere con aneddoti sulle famiglie di questi Geni e parlerà di loro, di questi grandi compositori, dei loro amori, delle loro passioni e dei loro drammi, parlerà del rapporto complicato che avevano col potere, con l’annoiata committenza della Chiesa e della Nobiltà… perché in qualche modo dovevano pur campare… e a quel punto potrebbe anche succedere un miracolo: potrebbe succedere che un bambino dopo lo spettacolo, il giorno dopo chiuso nella sua cameretta per non essere visto, digiti su youtube: B A C H – cerca.

XIX EDIZIONE DI PICCOLI PASSI : AL FRATELLO SOLE "LA SCENA E' FEMMINILE"


AL FRATELLO SOLE XIX EDIZIONE DI PICCOLI PASSI 
TEMA: "LA SCENA E' FEMMINILE"
STORIE DI UN ALBERO di LUCIA OSELLIERI

Al Fratello Sole si apre una nuova rassegna di Piccoli Passi. La XIX edizione ha come tema “La scena è femminile”, presentato attraverso le opere di alcune artiste che usano linguaggi differenti.La rassegna teatrale per bambini partirà sabato 15 dicembre alle ore 16.30 con Storie in un albero di Lucia Osellieri - La casa degli Gnomi, spettacolo di burattini e contastorie adatto a tutti. La spazio scenico è occupata da un grande albero, attorno al quale Lucia racconta le storie del bosco e il susseguirsi delle stagioni... 

Al Fratello Sole si apre una nuova rassegna di Piccoli Passi. La XIX edizione ha come tema “La scena è femminile”, presentato attraverso le opere di alcune artiste che usano linguaggi differenti: Lucia Osellieri, in arte La casa degli Gnomi (Padova), porta con sé una lunga esperienza di racconto nelle piazze, mentre Sandra Pagliarani con i burattini di Nasinsù (Bologna) mette in scena la storia antica di una servetta intelligente e astuta a servizio del vero amore; a portarci in viaggio nel desiderio di felicità saranno prima Gabriella Roggero (Angera), con Natalì che arriva da lontano, e poi Consuelo Ghiretti e Francesca Grisenti (Parma) con la principessa Valentina; infine Veronica Gonzalez, da tempo in Italia ma di origini argentine, col suo Teatro dei Piedi si muoverà sulla scena sospesa fra grande comicità e sorprendente fascino. La scelta del tema femminile mette in luce, per contenuti e forma, quell’energia vitale e creativa che è propria del teatro, luogo di affetti, emozioni, storie e nutrimento dello spirito.
La rassegna teatrale per bambini partirà sabato 15 dicembre alle ore 16.30 con Storie in un albero di Lucia Osellieri (La casa degli Gnomi), spettacolo di burattini e contastorie adatto a tutti. La spazio scenico è occupata da un grande albero, attorno al quale Lucia racconta le storie del bosco e il susseguirsi delle stagioni... Con l’arrivo della primavera l’albero centenario si colora, si anima di suoni e i suoi piccoli abitanti prendono vita. Nella seconda parte dello spettacolo entra in scena lo gnomo Pistacchio con la sua famiglia:
fra bastonate, furbizie e risate il pubblico sarà protagonista fino al lieto fine.
I testi della storia “L’orco ortolano” sono originali di Alessandro Gigli. Le altre storie sono liberamente adattate da Lucia Osellieri, animatrice e interprete che da tempo gira l’Italia (e non solo) portando la sua arte soprattutto nelle piazze. Burattini e scenografia sono di Massimo Galletti. Costo del biglietto € 5,00.
Nata a Padova nel 2000, l'associazione culturale La Casa degli Gnomi propone spettacoli di teatro di figura, di burattini, contastorie, teatro di strada, giocoleria e arte circense. La stessa associazione tiene corsi per insegnanti e laboratori di giocoleria e cura l’organizzazione di piccole rassegne o festival.
Oltre alla rassegna Piccoli Passi, da qualche anno il Cinema Teatro Fratello Sole porta avanti anche il
“Progetto Scuola: Cinema - Teatro - Letteratura” con un ampio panorama di proposte diversificate in base all’età, dai 4 ai 13 anni. Si tratta di un’opportunità culturale e formativa interessante per bambini e ragazzi, che attraverso la partecipazione collettiva delle classi possono vivere un’esperienza di grande impatto.


Costo del biglietto € 5,00.

Cinema Teatro Fratello Sole
Via Massimo D'Azeglio, 1
21052 Busto Arsizio VA
www.fratellosole.it

SANT’AMBROGIO IN STRADA: GRANDE FESTA PRE NATALIZIA PER TUTTI


“SANT’AMBROGIO IN STRADA” – Aspettando il Natale

VENERDI 7 DICEMBRE 2018


L’Associazione Coopuf Iniziative Culturali in partenariato con il Comune di Varese, e in collaborazione con Madboys Eventi&Concerti ed il comitato dei cittadini e delle imprese di Sant’Ambrogio Olona, propone per venerdì 7 dicembre l’organizzazione di un dell’edizione invernale di “Sant’Ambrogio in Strada”, per l’occasione associata alle festività del Santo Patrono e del Natale, che si svolgerà dalle ore 17.30 alle ore 23.00;  l’ormai consueto e consolidato appuntamento con la distribuzione della Pasta e Fagioli del Circolo, come lo scorso anno, coinvolgerà anche tutte le attività limitrofe che esporranno i loro prodotti, mentre nel borgo saranno programmate svariate attività artistiche, teatrali e musicali, nonché le esposizioni di foto d’epoca e artigianato locale. Inoltre, sarà previsto il passaggio dei Re Magi “il Dono” nel momento cruciale della festa.

Sottolineiamo che il grande successo riscontrato nelle precedenti edizioni di “Sant’Ambrogio in Strada” è frutto di un’ottima collaborazione tra tutti coloro che hanno preso parte alla progettazione dell’evento.


◆◆ PROGRAMMA ◆◆

ore 17.00 - "Santi e Artisti" - visita guidata (gratuita) nelle due chiese di Sant'Ambrogio a cura della prof.ssa Albertina Galli (per info e prenotazioni: albertina.gallidm@gmail.com)

dalle 17.00 - esposizione e mercato di hobbisti, artigiani, foto d'epoca, oggetti vintage e molto altro...

dalle 17.30 - banchetto Potere ai bambini c/o IL Laboratorio DI Marina

dalle 17.30 aperitivo musicale natalizio presso "Bar Albiati" con la partecipazione degli allievi dell' Accademia Musicale Papillons

dalle 19.00 - Apertura punti ristoro nel borgo (Macelleria Tonino, C'era Una Volta Ristò, Il Duo, il Salumaio di Sant'Ambrogio) con varie specialità, e con la mitica PASTA E FAGIOLI del Circolo l'Avvenire

dalle 19.30 circa - Prima tappa de "il Dono", il viaggio dei Re Magi / spettacolo teatrale - benefit promosso da Coopuf Teatro che con le offerte aiuterà le suore di via Bernardino Luini (Varese).

dalle 19.30 circa - performance musicali e di giocoleria nel borgo

THE BLACKS in concerto - all'anagrafe Graziano Incardona(chitarra/voce) e Carlo Rizzi (contrabbasso), propongono un repertorio di brani che si ispira alla musica nera americana.


Appuntamento alle ore 20.00 circa in Piazza Milite Ignoto!

Compagnia della Gru / Coro moderno che propone concerti con repertori gospel, spiritual, pop e musical.
Appuntamento alle ore 21.30 circa nella vecchia Piazzetta di via Sacro Monte!

dalle 22.30 - chiusura festa con DJ BALERA (vinili anni '60/'70/'80) in Piazza Milite Ignoto 

CAESAR VARESE: SERATA JAZZ, GOSPEL E SWING CON ELISABETTA GUIDO E YAZAN GRESELIN


PJazz, swing e gospel con la vocalist Elisabetta Guido e il pianista Yazan Greselin sabato 1 dicembre al Caesar di Varese 

La cantante salentina Elisabetta Guido, una delle più interessanti voci jazz della scena nazionale, si esibirà sabato 1 dicembre al Caesar di Varese in duo con il pianista Yazan Greselin (viale Sant’Antonio; inizio live ore 21, ingresso libero).
In scaletta pezzi molto noti del repertorio swing, standards jazz e brani gospel che rimanderanno alle festività di fine anno. Immancabili, tra le canzoni che verranno eseguite, le intramontabili “Jingle Bell” e “Oh Happy Day” e alcune delle composizioni più note di Duke Ellington, Cole Porter, Chick Corea e Charles Mingus. Non mancherà neppure una manciata di brani originali della vocalist pugliese tratti da “The Good Storyteller”, il suo ultimo lavoro discografico.

Elisabetta Guido è una cantante e un’autrice jazz che vanta collaborazioni con artisti del calibro di Renzo Arbore, Javier Girotto, Fabrizio Bosso, Ares Tavolazzi e Paolo Di Sabatino. Grazie alla sua versatilità (è anche pianista, arrangiatrice, docente e direttrice di coro), si cimenta spesso con repertori gospel e soul e non disegna incursioni nell’ambito della lirica. Nel suo ultimo album (“The Good Storyteller”, pubblicato dall’etichetta Dodicilune) spicca la presenza del sassofonista Roberto Ottaviano.


Yazan Greselin, classe 1988, è un pianista poliedrico ed eclettico. Da anni al fianco del chitarrista Gigi Cifarelli, ha condiviso il palco con musicisti quali Flavio Boltro, Michael Rosen e Stefano Bagnoli, oltre a Raphael Gualazzi, Anna Tatangelo e Ivana Spagna in ambito pop. Ha pubblicato di recente con il suo trio jazz l’album “Flash Forward”.

martedì 27 novembre 2018

JAZZ’APPEAL A GALLARATE: PRIMO APPUNTAMENTO CON LAUREN HENDERSON E ITALIAN 5TET


JAZZ’APPEAL AL MELO PLANET SOUL DI GALLARATE NUOVA STAGIONE: PRIMO APPUNTAMENTO CON LAUREN HENDERSON E ITALIAN 5TET

Venerdì 7 dicembre, alle ore 21.30, presso la Sala Planet di Gallarate, in via Magenta 3, prende il via la rassegna JAZZ’APPEAL, storico appuntamento per tutti gli appassionati del grande jazz, giunta alla XIX stagione, realizzata anche con il contributo della Fondazione Comunitaria del Varesotto ONLUS – Bando 2018 Arte e Cultura. Ad aprire la programmazione 2018/2019 sarà una delle voci più belle della scena internazionale, LAUREN HENDERSON, accompagnata per l’occasione da una formazione di grande impatto: Daniele Gorgone al piano, Massimo Barrella alla chitarra, Marco Piccirillo al contrabbasso e Elio Coppola alla batteria.

Lauren Henderson è una vocalist, pianista e compositrice jazz, latin jazz, soul and fusion. Nata in Massachusetts, l’esplorazione delle proprie origini caraibiche e latine è un tema centrale nel suo personale percorso musicale. Inizia a studiare piano fin da piccola e si appassiona da subito alla musica jazz. Inizialmente restia ad esibirsi da solista, trova incoraggiamento durante gli studi al Wheaton College (MA) da parte di mentori come Paquito D’Rivera e Take6. Henderson ha partecipato a numerosi festival e manifestazioni musicali negli Stati Uniti e in tutto il mondo (Germania, Russia, Italia, Spagna, Messico), esibendosi per esempio al Blue Note, Birdland, Joe’s Pub, Casa del Jazz (Italia), Regattabar, WGBH. Il suo eclettico background musicale mantiene radici profonde nel jazz e è stato influenzato da artisti come Shirley Horn, Nancy Wilson, Anita O’Day, Chris Connor, Julie London, Sarah Vaughan, Astrud Gilberto, Omara Portuondo e molti altri. A Puebla, in Messico, ha studiato la musica tradizionale dello Yucatán e a Cordoba, in Spagna, il flamenco e le sue consonanze con il jazz, potendo così inserire nei propri brani citazioni “popolari” di varie tradizioni accanto a forme musicali più classiche. Dal 2011, anno del suo album di debutto, pubblica diverse raccolte di brani propri e di classici importanti (Duke Ellington, Hoagy Carmichael, Antonio Carlos Jobim, Rogers and Hart) e nel marzo del 2018 dà alle stampe ÁRMAME, prodotto dal pluripremiato Mark Ruffin, con la partecipazione di Terri Lyne Carrington, Josh Evans, Godwin Louis, Sullivan Fortner, Eric Wheeler, Nick Tannura, Nanny Assis e Joe Saylor, album ormai stabilmente inserito nella Top 40 di JazzWeek.

JAZZ’APPEAL 2018/2019
c/o Sala Planet, via Magenta 3, Gallarate (VA) Tel. 0331 708224,
e-mail: segreteria@jazzappeal.it, sito web www.jazzappeal.it – FB
Prossimo appuntamento: Venerdì 21 dicembre con Claudio Chiara Quartet

LA GIALAPPA’S BAND SU ITALIA UNO CON MAI DIRE TALK: CONDUCE IL MAGO FOREST


LA GIALAPPA’S BAND
TORNA IN PRIMA SERATA CON MAI DIRE TALK
PRESENTA MAGO FOREST
ITALIA UNO GIOVEDI' 29 NOVEMBRE IN PRIMA SERATA

Giovedì 29 novembre su Italia 1, la Gialappa’s Band torna in prima serata con “Mai dire Talk”, un programma comico e irriverente in cui tutto può succedere. Conduce il Mago Forest.

In un panorama televisivo costellato da ogni genere di talk show, Forest proverà a realizzarne una versione totalmente fuori dagli schemi: il “talk definitivo” che stravolgerà le regole di quanto finora visto in tv.
Per aiutarlo nella sua missione, verrà scelto uno tra due volti dell’informazione Mediaset: Greta Mauro e Stefania Scordio. La sfida si terrà nel corso della prima puntata e decreterà la “vincitrice” che affiancherà Forest nei successivi appuntamenti.
Tantissime le tematiche toccate durante il dibattito in studio: cronaca, attualità, politica, gossip, sport, cultura, cinema e spettacolo. Nel corso di questo talk show sui generis non mancheranno, però, incursioni comiche, filmati esilaranti, collegamenti surreali, divertenti parodie, schede di approfondimento veritiere e fittizie, highlights del meglio e del peggio della settimana, notizie inverosimili o fake news.

Tutto con il commento delle tre voci più sfrontate del piccolo schermo: Giorgio Gherarducci, Marco Santin e Carlo Taranto. Nel cast due capisaldi dei programmi della Gialappa’s: Marcello Macchia, alias Maccio Capatonda, con le inchieste di Jerry Polemica e le parodie dei più famosi trailer cinematografici, e Marcello Cesena, nelle vesti dell’indimenticabile baronetto Jean Claude di “Sensualità a corte” e in quelle di un nuovo personaggio.

Per Brenda Lodigiani un duplice ruolo: “La brieffatrice”, che girerà nel backstage con il compito di “addestrare” gli ospiti e svelare loro i segreti per affrontare al meglio un talk show, e “La sussuratrice”, una ragazza che, cavalcando la tendenza web del momento, proverà a conquistare milioni di visualizzazioni con dei video “sussurrati”.

Nel cast anche Liliana Fiorelli, alle prese con le imitazioni di Giorgia Meloni ed Elisa Isoardi, Francesca Manzini, nel ruolo di Asia Argento, e il duo “Le coliche” (Claudio e Fabrizio Colica), nei panni di Piero e Alberto Angela.

Nelle vesti di Tommaso Paradiso, Francesco Marioni sarà protagonista con “Le coliche” della parodia “TheGiornalai” e, inoltre, insieme a Michela Giraud, proporrà una versione “10 anni dopo" della coppia Fedez-Chiara Ferragni.

A “complicare la vita” a Forest, ci penseranno anche Alfredo Colina, alias Dario Mensola, uno stagista giornalista un po’ attempato, e gli stand up comedian Stefano Rapone e Francesco Frascà con i loro imprevedibili interventi.

Ma non è finita qui. Il deputato Simone Baldelli potrebbe stupire con qualcuna delle sue imitazioni…
Dopo il successo della soap “Intrighi e Passioni” della Antonio Scicolone Production, in anteprima mondiale le burrascose vicende della web serie “I segreti di Valle Hills”.
Tra gli opinionisti che si alterneranno nel corso delle puntate Maurizia Cacciatori, Yuri Chechi Barbara De Rossi, Paola Di Benedetto, Paolo Guzzanti, Jake La Furia, Marina La Rosa e Aurora Ramazzotti. In collegamento, con i suoi sondaggi su argomenti di stretta attualità, Renato Mannheimer.

Infine, come in ogni talk che si rispetti, non poteva mancare la rubrica dedicata alla cultura. In ciascuna puntata, due autori di libri in uscita presenteranno la loro opera cercando di stupire e appassionare Giulia De Lellis, che ha recentemente ammesso di non aver mai letto un libro in vita sua.
“Mai dire Talk” è un programma della “Gialappa’s Band”. Scritto con Marco Posani, con la collaborazione di Antonio De Luca, Lucio Wilson, Enzo Santin, Giovanni Tamborrino, Marco Vicari e Silvia Beconi, Laura Bernini, Martino Migli, Leo Morabito, Valerio Palmieri, Alessandro Pedretti, Adriano Roncari e Marcello Ubertone. Regia di Duccio Forzano. Produttore esecutivo Viviana Aguzzi. 

L'AUTORE IN BIBLIOTECA: BRUNO MORCHIO A OGGIONA CON SANTO STEFANO


Bruno Morchio porta il suo “sporco lavoro” a Oggiona con Santo Stefano sabato 1 dicembre alle 17.00

Alle ex Cascine di Villa Colombo aperitivo con l’autore genovese che ha creato la figura dell’investigatore privato Bacci Pagano

Uno sporco lavoro per la biblioteca di Oggiona con Santo Stefano. Uno sporco lavoro che porta alle ex Cascine di Villa Colombo di via San Giovanni Bosco uno degli investigatori privati più affascinanti e amati della letteratura noir, Bacci Pagano, nato dalla penna di Bruno Morchio, tra i più importanti esponenti italiani del genere tradizionalmente conosciuto come “giallo”.

Sabato 1 dicembre alle 17 è in programma infatti un aperitivo letterario con l’autore, che parlerà del suo nuovo romanzo, “Uno sporco lavoro – La calda estate del giovane Bacci Pagano”, appunto, edito da Garzanti, che rappresenta una sorta di “prequel” alle indagini dell’investigatore dei caruggi, raccontandoci il suo primo incarico.
Sullo sfondo, non solo la tradizionale splendida ambientazione rappresentata dalla città di Genova, ma anche una località sulla Riviera del Levante dove sorge la villa estiva dell’ingegnere milanese Silvano Rissi, che lì trascorre una vacanza con la moglie, un ex attrice tanto bella quanto dall’animo inquieto e travagliato, e il bambino di pochi anni, accompagnati dalla servitù. Tra i dipendenti della ricca famiglia spicca Maria, la baby sitter del piccolo Lele. Bacci Pagano la incontra nuovamente dopo tanti anni e questo basta a ritornare con il ricordo a quegli Anni Ottanta e a quell’incarico ben pagato per proteggere Rissi e la sua famiglia. Un incarico tutt’altro che semplice come sembrerebbe e dietro al quale si nascondono segreti e misteri di un mondo corrotto e criminale che Bacci dovrà individuare per poter svolgere al meglio il compito che gli viene assegnato. Un Bacci Pagano giovane, insomma, ma già deciso e intraprendente, e che fin dalle prime battute dimostra il fiuto investigativo e la stoffa che lo caratterizzeranno per tutta la vita e che l’hanno fatto conoscere e amare dal pubblico.

 E un libro in cui ancora una volta Bruno Morchio, genovese, che ha lavorato come psicologo e psicoterapeuta e si è laureato con Edoardo Sanguineti, si dimostra narratore capace di coinvolgere il lettore e di osservare in profondità la psicologia delle persone.
Avvincente e mai scontato, anche questo undicesimo libro con protagonista Bacci Pagano conferma come questo personaggio sia ormai diventato un vero e proprio “cult”, come è stato definito da molti critici letterari e giornalisti.

L’ingresso alla presentazione è libero.

LINK: https://www.garzanti.it/libri/bruno-morchio-uno-sporco-lavoro-9788811602989/

domenica 25 novembre 2018

MARIO BIONDI TOUR 2018: CON LA SUA SUPER BAND FA TAPPA AL TEATRO DI VARESE


MARIO BIONDI TOUR 2018 FA TAPPA A VARESE

TEATRO OPENJOBMETIS 

LUNEDÌ 10 DICEMBRE 2018 ORE 21:00

Mario Biondi farà tappa a Varese con il suo tour teatrale prodotto e organizzato da F&P Group.
'Mario Biondi Tour 2018' presenta una speciale band composta da : Quintorigo, Federico Malaman, Massimo Greco e Tosh Peterson.

Una voce calda, profonda, sensuale, eppure limpida e sicura: Mario Biondi, all'anagrafe Mario Ranno, ha coltivato con cura e pazienza la sua passione musicale, a partire dagli ascolti fatti già in tenerissima età accanto al padre cantante, Stefano Biondi, in ricordo del quale Mario ha assunto l'attuale nome d'arte.

Tante diversissime esperienze sono valse a formare il grande artista d'oggi: dai cori in chiesa ai turni nelle sale di registrazione per etichette di nicchia, senza trascurare lo studio e il perfezionamento della lingua inglese, lui, catanese per nascita e per indole. Appassionato di musica soul, dal 1988 apre alcuni concerti di interpreti ed autori del panorama internazionale, primo tra tutti Ray Charles. Ma l'opportunità più grande gli si prospetta con la pubblicazione in Giappone del singolo “This is what you are”, che rimbalza sulla consolle di Norman Jay, celebre dj della BBC1, che - innamorato del pezzo – lo rilancia per tutta Europa.

Nel 2006 esce per Schema il primo album, “Handful of Soul”. Il disco si articola in 12 brani, alcuni inediti ed altri tratti dal repertorio classico: una scelta accurata dalla quale Mario ha escluso gli standard più frequentati. L'esordio è accolto subito con grande calore dal pubblico, tanto quanto dagli addetti ai lavori così da conquistare ben quattro dischi di platino in pochi mesi. Nello stesso anno Mario partecipa ad “Alex – Tributo ad Alex Baroni” con la canzone “L'amore ha sempre fame”.
Il 2007 è un anno particolarmente intenso per Biondi e lo vede impegnato su più progetti d'ampio respiro: partecipa al festival di Sanremo nelle vesti di ospite big duettando con Amalia Grè nella canzone in concorso “Amami per sempre”. Poco dopo pubblica il singolo “No matter”, in collaborazione con DJ Fargetta. E sempre di quest'anno è la pubblicazione del doppio live “I love you more”, nel quale Mario canta affiancato dalla Duke Orkestra. Anche questo nuovo album si rivela presto un successo discografico, conseguendo 2 dischi di platino. Il lavoro include la ghost track “This is what you are”, uno dei brani più amati del repertorio dell'artista catanese.

Il 2008 apre una nuova, divertente prospettiva: l'interpretazione di due brani della colonna sonora del rifacimento del grande classico disneyano del cinema d’animazione Gli Aristogatti: le canzoni “Everybody wants to be a cat” ("Tutti quanti voglion fare il jazz", nella versione italiana) e Thomas O'Malley ("Romeo il gatto del Colosseo"). E' di quest'anno la partecipazione a trasmissioni televisive tra le più seguite: “Mai dire Martedì” con la Gialappa's band e - su invito di uno dei più grandi compositori del XX secolo, Burt Bacharach - una nuova partecipazione sanremese in duo con Karima Ammar nella canzone “Come in ogni ora”. Mario duetta inoltre con Renato Zero nel brano “Non smetterei più”, incluso in “Presente”, ultimo album di inediti dell'artista romano. “If”, pubblicato nel 2009, è il secondo album di inediti di Mario Biondi, lavoro che inaugura la collaborazione con la sua nuova etichetta, Tattica. Il disco, registrato tra Roma e Rio de Janeiro e anticipato in radio dal singolo “Be lonely”, canzone che vanta una permanenza di mesi nell'air-play dei maggiori network nazionali, si caratterizza per il respiro internazionale del progetto artistico e della produzione, avvalorati dal prezioso contributo degli archi registrati a Londra dalla Telefilmonic Orchestra London e da musicisti tra i più affermati del panorama mondiale: da Herman Jackson (piano) a Michael Baker (batteria), da Jacqués Morelenbaum (violoncello) a Ricardo Silveira (chitarra), da Sonny Thompson (basso e chitarra) a Lorenzo Tucci (batteria), da Fabrizio Bosso (tromba) a Giovanni Baglioni (chitarra). In questo lavoro Biondi dà vita a un soul- jazz caldo e passionale, che sa interpretare con accenti ironici. La collaborazione con Burt Bacharach, nata in occasione del duo con Karima al Festival di Sanremo 09, si approfondisce ed arricchisce con un dono – generoso e prezioso – di Bacharach a Mario: il brano “Something that was beautiful”, inserito tra le tracce del disco. “If” consacra Mario Biondi al grande pubblico e si traduce in un nuovo successo di vendita, vincendo 3 dischi di platino e raggiungendo - con la pubblicazione in digitale (distribuzione Kiver / Tattica) - un vero e proprio record di permanenza in classifica iTunes: per oltre 2 mesi risulta infatti tra i dieci album più venduti dal primo canale digitale italiano. La fama internazionale di Biondi è confermata anche dal fatto d'essere uno tra i primissimi artisti italiani ad avere un profilo su Ping, il social network di iTunes, lanciato nel settembre del 2010. Ed a questa fama è da ascrivere una nuova, prestigiosa collaborazione artistica: quella con Bluey, leader degli Incognito, che ha remixato “No' Mo' trouble”, un brano estratto da “If”, in vetta all'air play radiofonico italiano per tutta l'estate. Bluey, entusiasta di questa prima collaborazione, ha chiesto a Mario di partecipare al disco col quale la storica band festeggia i suoi trent'anni di carriera interpretando due canzoni: un duetto insieme a Chaka Kahn e un brano da solista (“Can't get enough”), osannato dalle radio londinesi.

Mario torna a vestire i panni del doppiatore di personaggi d'animazione e di interprete delle loro canzoni nell'autunno 2010, con la partecipazione al film disneyano Rapunzel – l'intreccio della torre, in cui presta la sua voce al brigante dal cuore tenero Uncino, e ancora nell’aprile 2011, diventando il cattivissimo pappagallo Miguel nel film Rio. Il 26 novembre 2010 esce per Tattica il doppio live “Yes, you”, una testimonianza del tour estivo che Biondi ha portato sui maggiori palchi italiani, registrando il tutto esaurito. Il 21 maggio 2011, per i suoi 40 anni, Biondi inaugura al Gran Teatro di Roma il nuovo Tour, con la Big Orchestra da 40 elementi.
Nel novembre 2011 esce “Due (With the Unexpected Glimpses)”, disco che ha avuto un ottimo riscontro a livello internazionale: “Due” come gli artisti che interpretano ciascun brano, trattandosi di un album di duetti, e “With the Unexpected Glimpses” come metafora di ciò che si ha sempre davanti agli occhi e che spesso si dà per scontato. In questo lavoro, gli “scorci inaspettati” sono i collaboratori e i musicisti di Mario che duettano con lui in cover o brani scritti da loro, a cui Biondi ha deciso di dedicare il disco.

Per tutto il 2011 e 2012, Biondi è stato impegnato in tour in Italia e all’estero, partecipando a numerosi e prestigiosi Festival Jazz in tutta Europa.

Dopo due anni di lavoro tra Milano, Los Angeles, New York e Londra, arriva nei negozi dal 29 gennaio 2013 “Sun”, il nuovo disco. Un album di grande qualità, dal respiro internazionale, prodotto dallo stesso Biondi e da Jean Paul Maunick, alias Bluey, leader della storica band jazz britannica Incognito.

Fonte: www.fepgroup.it

ALL'ARLECCHINO DI VEDANO OLONA: MUSICA SHOW FINO A CAPODANNO


MUSICA SHOW ALL'ARLECCHINO

PROGRAMMA SPETTACOLI DICEMBRE 2018

L’ARLECCHINO SHOW BAR
Via Papa Innocenzo 37,
Vedano Olona VA  Tel 0332-400839


Sabato 1
CRISTONI D’AVENA CARTOON ROCK BAND
Il divertimento è garantito con la cartoon rock band CRISTONI D’AVENA:
le migliori sigle di famosi cartoni animati e note serie tv arrangiate magistralmente in chiave rock!
Si canta e si balla con loro!
FREE ENTRY
Info e prenotazioni 0332-400839
Ore 22,30

Venerdì 7
EISERMANN BAND - TRIBUTO A RAMMSTEIN
Gli EISERMANN ripropongono l’industrial metal della band berlinese RAMMSTEIN

La formazione:
Enrico Soavi - Keyboards
Matteo Gatto - Vocals
Marco Furlan - Guitar
Alex Furia - Bass
Gianluca D'Amico - Guitar
Damiano Merazzi - Drums
Suonano un repertorio di canzoni originali che spaziano dal reggae al rocksteady trattando temi contemporanei e spiritualiSuonano un repertorio di canzoni originali che spaziano dal reggae al rocksteady trattando temi contemporanei e spiritualiOre 22,30
FREE ENTRY
 Info e prenotazione tavoli 0332 400839

Sabato 8
GODAMN SUPERSTAR  tributo a MARILYN MANSON
 Sul palco dell'Arlecchino I GODAMN SUPERSTAR, l'unico tributo ufficiale EUROPEO a Marilyn Manson riconosciuto dallo stesso!
I Godamn Superstar suonano su importanti palchi d'Europa
e l’8 Dicembre saranno con noi con uno show tutto da ascoltare e guardare!
In più un Dj set Hardrock, Metal selezionato da Dj Gloom by Godamn Superstar .

Biografia
La tribute band GODAMN SUPERSTAR è stata creata tra il 1997/98 dal suo cantante Dr. Damn, (aka Pierre ), inaugurata con un grande concerto in un' arena, costruita per concerti internazionali. Dopo questo primo spettacolo in Italia, i Godamn Superstar furono regolarmente in tour attraverso l’Europa per diversi anni fino ad oggi. Uno dei migliori spettacoli fu suonato nel 2001, quando lo stesso Manson, e alcuni membri dei suoi MARILYN MANSON, si presentarono come ospiti nell' ambito della "1st Italian Marilyn Manson Convention e Tribute Night" a Milano al Rainbow Club, il giorno prima del loro concerto al Fila Forum di Milano. Dopo lo show Manson dimostrò, nuovamente, il suo grande apprezzamento e sostegno a Dr. Damn (che aveva conosciuto come Pierre, mesi prima in California N.d.R.) e al suo progetto musicale. Per capire questo, dobbiamo fare un passo indietro, quando Dr. Damn vide il primo concerto italiano dei Marilyn Manson al Palalido, a Milano, il 4 giugno 1997. Era qualcosa di dannatamente reale. Per comprendere tutte le emozioni percepite quella notte e se l'artista Marilyn Manson fosse "vero", Dr.Damn intraprese un viaggio "chiarificatore" a più tappe, negli States partendo dalle origini del personaggio, ergo, Canton in Ohio la città natale di Brian Hugh Warner, per continuare in Florida a Fort Lauderdale, dove nacquero i MARILYN MANSON e gli SPOOKY KIDS, per poi finire in California ad L.A. dove un giorno incontrò Manson in Melrose Avenue al Necromance , un negozio davvero strano che vendeva la mercanzia più rara, unica e grottesca di tutta L.A. Manson stava comprando un regalo per Twiggy (ossa e scheletro di animaletti, assemblati per dar vita a un ibrido tassonomico). Manson e Dr. Damn parlarono brevemente, ma in modo esaustivo per entrambi. Dr. Damn fu colpito dalla personalità che Manson mostrò durante la loro conversazione: intelligente, calmo, profondo e paziente. Fu un'esperienza molto importante per Dr. Damn, grazie alla quale definì i termini per la realizzazione finale della tribute band dedicata ed inspirata a Marilyn Manson così da mostrare a tutti la "faccia reale" della band "maledetta" e la sua profonda spiritualità, spesso ignorata e fraintesa. Lo scopo di Godamn Superstar è sempre stato quello di promuovere e supportare l’arte underground in tutte le sue forme; non di meno la filosofia esistenziale, l’arte concettuale e gli show dei Marilyn Manson e dell’enorme seguito dei suoi fans, i "Nobodies". Dopo anni di duro lavoro, impegno, ricerca della perfezione e fedeltà scenico/filosofica e vari incontri, in giro per l’Europa con Manson, Dr. Damn si spostò a vivere in California, dove seguì, lavorò e collaborò con Manson per portare i GODAMN SUPERSTAR, al massimo della loro forma espressiva e musicale. Ci fu poi un passaggio fondamentale nella vita e carriera di Dr. Damn, l’incontro e il dialogo molto interessanti intercorsi tra Manson e Dr. Damn alla Marilyn Manson Art show di Los Angeles, sulla Sunset Blvd. Qui mostrò sincero affetto e sostegno per le idee di Dr. Damn, che condivise in pieno (guarda il video ad esso riferito sul nostro sito N.d.R.) e passò molto tempo a parlare con lui. L'artista decise perciò di insignire i Godamn Superstar, con il titolo di Gruppo Ufficiale Europeo a lui inspirato, dando loro, perciò, una grossa responsabilità. Come ulteriore prova del suo rispetto, Manson offrì anche alcuni dei suoi ex costumi di scena per gli spettacoli dei Godamn Superstar. La storia dei Godamn Superstar, si sta scrivendo ancora, oggi, adesso, ora in questi giorni e vuole voi come controparte fondamentale, essenziale, insostituibile…quindi vi aspettiamo e ...be Obscene!!!


FREE ENTRY
Info e prenotazioni 0332400839
ore 22,30


Giovedì 13
DRAG QUEEN SHOW
Safira E Carlo Bruni tornano a grande richiesta con il loro divertentissimo DRAG QUEEN SHOW, musica, animazione, trasformismo.
Info e prenotazione tavoli 0332-400839
Ore 22,00



Venerdì 14
ROCKET QUEEN
European All Famale Tribute to Guns n’ Roses
Una band tutta al femminile, con la straordinaria voce di HELENA HUDSON,
ripropone la musica dei GUNS N’ ROSES
Ore 22,30
FREE ENTRY



Venerdì 15
SUGAR SOAD
Tributo a SYSTEM OF A DOWN

Gli SOAD ripropongono l’alternative metal della band statunitense
SYSTEM OF A DOWN (SOAD)
La formazione:
Alessio Barichello - Vocals
Stefano Danaro - Bass & Backing Vocals
Andrea Zanon - Guitar
Giovanni Sala – Drums
Biografia:
Gli Sugar nascono come tributo ai System of a Down a Como nel 2014 con lo scopo di riproporre fedelmente e professionalmente la musica, l'energia, la pazzia, le sonorità gravi e l'intensità della famosa formazione armena. Iniziano suonando nei locali della Lombardia ampliando via via il raggio d'azione alla Liguria, il Piemonte e il Veneto, fino alla vicina Svizzera con un evidente riscontro positivo del pubblico.
La somiglianza vocale del cantante Alessio, la massima professionalità e l'energia degli altri musicisti rendono imperdibile ogni concerto della band, con un grande impatto scenico e sonoro, per uno show senza esclusione di colpi.
Il repertorio proposto spazia dall'omonimo album di esordio fino agli ultimi, ma non recentissimi Hypnotize e Mesmerize riproducendo il sound caratteristico e imponente che caratterizza la musica dei SOAD.
Info e prenotazioni allo 0332 400839
FREE ENTRY
Ore 22,30

Venerdì 21
KISS KONFUSION
Tributo ai KISS
Lo spettacolare tributo ai KISS dei KISSKONFUSION!

The Demon
The Starchild
The Spaceman
The Catman
Vi aspettano con la musica della band newyorkese che ha segnato la storia del rock!
Spettacolo da vedere e da ascoltare!

Prima consumazione 8€
Info e prenotazioni 0332400839
Ore 22,30

Sabato 22
JOLLY BLU
Tributo a 883 e MAX PEZZALI
La formazione milanese sul palco dell’Arlecchino:
GABRIELE IMPIOMBATO voce
 ANDREA MILAN chitarra & cori
 PAOLO CAMPUS basso & cori
 MARCO PASQUALE tastiere & cori
 LURA DRUM batteria

info prenotazione tavoli 0332 400839
FREE ENTRY
Ore 22,30

Domenica 23
DJ SET ANNI ’90 con MR P
Scatta l’operazione auguri e brindisi all’Arlecchino e lo facciamo dall’aperitivo
con il dj set di MR P sulle note degli anni ‘90
Info e prenotazione tavoli 0332 400839
FREE ENTRY
Ore 19,30

Lunedì 24
DJ SET con Mr P
Aperti anche il lunedì per festeggiare l’arrivo del Natale!
Mr P alla consolle per accompagnare i brindisi dall’aperitivo fino a tarda notte!
FREE ENTRY

Martedì 25
S.Natale
CHIUSO


Venerdì 28
GUARDIAN OF SOUL + VOLTAREN
Tributo a WHITESNAKE + tributo a THE WHO

GUARDIANS OF SOUL:
Un progetto realizzato da Marco Luraschi (cantante e batterista) che dopo anni di esperienza con diversi musicisti decide di omaggiare uno dei suoi idoli: David Coverdale, Frontman dei Deep Purple ( 1973 - 1976 ) e Fondatore della Band Hard Rock WHITESNAKE (1978 ad oggi ).
Offrendo cosi un vasto repertorio dai Deep Purple ai Whitesnake fino ai progetti da Solista.

Ad accompagnare il frontman Francesco Amico e Riccardo Di Filippo (chitarre elettriche), Terence Strambini (basso), Loris Luraschi (batteria) e Patroclo (tastiere) che grazie all'esperienza con i Whitelady ha avuto l'occasione di suonare con leggende come Ian Paice, Bernie Marsden, Neil Murray!!!

Info e prenotazioni allo 0332 400839
FREE ENTRY
Ore 22,30


Sabato 29
DOUBLE FACE
La formazione milanese per la prima volta all’Arlecchino con il suo
Repertorio dance anni 70/80

La formazione:
Patrizia Siminelli voce
Antonio MrBoss Quartarone tastiere
Tony La Mantia chitarra
Guido Lazzaroni batteria

Info e prenotazione tavoli 0332 400839
FREE ENTRY
Ore 22,30


Domenica 30
I LOVE VINYL + DRAG QUEEN SHOW
I LOVE VINYL questa volta impegnati con un repertorio trash italiano, tutto da ballare (Dalla Carrà ai Ricchi e Poveri)
Divertenti intermezzi di trasformismo della bellissima drag queen SAFIRA!

Ore 21,30


Lunedì 31
CAPODANNO CON I LOVE VINYL
Ed eccoci tutti insieme a festeggiare il Capodanno con la musica Revival 70/80 by I LOVE VINYL con Mr. P. ai giradischi, l' animazione di Felix di Radio Number One e dalle 2:00 in consolle Dj Simo
Programma:
Ingresso dalle 21:00 alle 23:00 su prenotazione:
 cocktail di benvenuto +
 buffet con pasta al forno, pizze, focacce, arancini, tramezzini +
seconda consumazione +
 dalle 23 buffet di dolci =  30€

-  Ingresso dalle 23:
buffet di dolci +
 prima consumazione = 15€
\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\

Prenota la tua partecipazione al buffet entro il 27 Dicembre!
Info e prenotazioni 0332 400839

CANTINE COOPUF VARESE: TUTTA LA MUSICA LIVE DI DICEMBRE


MUSICA LIVE ALLE CANTINE COOPUF

PROGRAMMA   DICEMBRE 2018

CANTINE COOPUF - VIA CARLO DE CRISTOFORIS, 5 21100 VARESE


SABATO 1 DICEMBRE -  I SEGRETI + DEPA live
Un’altra serata dedicata alla musica emergente ed indipendente, con I SEGRETI, una delle migliori indie/pop band italiane che ha da poco pubblicato l’album d’esordio “Qualunque cosa sia” (Futura Dischi) anticipato dal singolo “L’estate sopra di noi”, il quale ha appena raggiunto il milione di riproduzioni su Spotify.
L’apertura della serata è affidata al varesino Andrea De Paoli, in arte DEPA, busker che da due anni suona per le strade della Lombardia armato di chitarra e loop station. Appassionato di soul e r'n'b, ha recentemente pubblicato un EP autoprodotto, "Flamingo".

Inizio ore 22.00
Per maggiori info: info@madboys.it
Ufficio Stampa I SEGRETI : futuradischi@gmail.com

_________________________________ _______________________________
SABATO 8 DICEMBRE – MOUNTAINS OF THE SUN / live recording show
I Mountains Of The Sun (MOTS) si lanciano nella registrazione del loro prossimo disco "Pleasure For Your Mind" dal vivo. La band varesina, che negli ultimi anni si è fatta conoscere in provincia e non solo per l’originale sound che spazia dal blues, al rock e alla psichedelia, ha deciso di adottare la tecnica del live recording (con tanto di pubblico presente in sala) a confermare la loro dedizione assoluta al concerto dal vivo, come pilastro fondamentale della loro musica.

Inizio ore 22.00
Per maggiori info: info@madboys.it

_________________________________ _______________________________

DOMENICA 9 DICEMBRE - TERANGA l’aperitivo dell’accoglienza
Teranga è una parola senegalese che significa accoglienza, attenzione, rispetto, gentilezza, allegria, anche il piacere di ricevere un ospite nella propria casa.
E con questo spirito la cooperativa sociale Ballafon e la Coopuf I.C. organizzano l’omonima rassegna, che per l’appuntamento del 9 dicembre prevede un’edizione speciale dedicata al 70° anniversario della dichiarazione dei diritti dell’uomo, con una mostra d’arte, musica, reading di poesia e molto altro.
Dalle ore 19.00 circa
Ingresso con offerta libera

Per maggiori informazioni:
Michele Todisco 339 617 7718
cantinateatro@gmail.com
_________________________________ _______________________________
GIOVEDI 13 DICEMBRE – Coopuf Teatro presenta: LE STORIE DEL BARELA
“Le Storie del Barela”, un simpatico spettacolo teatrale e d’intrattenimento dedicato alla tradizione lombarda, sarà protagonista della serata di giovedì 13 dicembre. Il tutto diretto e interpretato da Renato Bertossi, storico promoter jazz varesino che esclusivamente per questa occasione si trasformerà in attore! Da non perdere
Inizio ore 20.00

Per maggiori info:
ANDREA MINIDIO - 340 730 7802 / andrea.minidio@gmail.com

_________________________________ _______________________________

VENERDI 14 DICEMBRE – 67 Jazz Club presenta: ABOUT TIME QUARTET
ABOUT TIME è una band che nasce alla fine del 2016 per cercare composizioni originali che si rifanno al jazz elettrico, con contaminazioni che vanno dal blues, al funk, al latin e persino alla musica classica. La formazione è composta da quattro “big” della scena varesina: Thomas Rosenfield (tastiere), Luca Pedroni (chitarra), Marco Conti (basso) e Massimiliano Salina (batteria).

Inizio ore 21.30

Per maggiori info:
Renato Bertossi 3480174188 / renato.bertossi@gmail.com

________________________________________________________________


SABATO 15 DICEMBRE – PETER KERNEL
Duo svizzero canadese composto dal graphic designer Aris Bassetti e la film maker Barbara Lehnhoff, hanno pubblicato il primo di quattro album nel 2008. Negli ultimi due anni hanno suonato più di 400 concerti tra Europa e Canada inclusi il Montreaux Jazz Festival, Milano Fashon Week, Paleo Festival e The Great Escape. Nel 2016 sono stati nominato al Swiss Music Grand Prix.
Alle Cantine Coopuf presenteranno il loro ultimo album “The Size Of The Night”

Inizio ore 22.00
Ingresso 8€
Per maggiori info: info@madboys.it

_________________________________ _______________________________

GIOVEDI 20 DICEMBRE – APERITIVO SBAGLIATO
Coopuf Teatro presenta un evento pre-natalizio del tutto particolare, diretto dalla giovane attrice Margherita Fontana. Tra un Cosmopolitan ed un Negroni si consuma un delitto “Sbagliato”. Un aperitivo con delitto animato dagli allievi della Scuola di Teatro “Anna Bonomi”.

Inizio ore 19.00

Per maggiori info:
ANDREA MINIDIO - 340 730 7802 / andrea.minidio@gmail.com

_________________________________ _______________________________

VENERDI 21 DICEMBRE – FUNK-SHUI PROJECT & DAVIDE SHORTY
Un gradito ritorno alle Cantine Coopuf: DAVIDE SHORTY on il suo nuovo progetto FUNK SHUI PROJECT.
Gli strumenti musicali, l’amore per l’hip hop, il linguaggio del funk. Queste sono le fondamenta del FUNK SHUI PROJECT, collettivo di musicisti e produttori torinesi attivo dal 2008. Per il secondo album ufficiale la band si è affidata alla voce di DAVIDE SHORTY, cantautore, beatmaker e rapper di Palermo capace di far convivere la sua inconfondibile voce soul con sonorità innovative e melodie contaminate da jazz e rap.
“Terapia di gruppo” è un lavoro composto da undici brani che assemblano le sonorità soul della voce di Davide Shorty e delle parti rappate all'interno delle tracce insieme alle produzioni raffinate del collettivo.
In apertura di serata i giovani GOLDFISH RECOLLECTION, band varesina dalle sonorità reggae, fusion, indie e rock che ha già avuto modo di farsi apprezzare in vari contesti come una della migliori realtà musicali della provincia.

Inizio ore 22.00
Ingresso 10€
Per maggiori info: francesco@rcwaves.it


_________________________________ _______________________________

SABATO 22 DICEMBRE – 6 FEET DEEP
6 Feet Deep è il format hip-hop per eccellenza della città di Varese. A cura di Stato Brado Crew, veri mattatori della serata, 6FD ospita i migliori Mc e Dj emergenti della zona, che di volta in volta presentano i nuovi album e le nuove uscite discografiche. Appuntamento pre-natalizio che, a dispetto della stagione, si prospetta molto caldo e pieno di sorprese.

Inizio ore 22.00
Per info: info@madboys.it

_________________________________ _______________________________

GIOVEDI 27 DICEMBRE -  BEN BELWARD & FRIENDS
Come ogni anno torna a Varese Ben Belward, giovane cantautore di origine inglese che in passato ha militato nella band Jille Boe, e in altri progetti musicali e che, come ogni anno festeggia il suo ritorno con un party-concert-jam session in compagnia di tutti gli amici della vecchia banda e con quelli nuovi, a suon di rock, indie, punk!
Inizio ore 22.00
Ingresso libero
Per info: info@madboys.it

_________________________________ _______________________________

SABATO 28 DICEMBRE – 67 Jazz Club presenta: EAZY QUARTET + JAM SESSION NATALIZIA
EAZY QUARTET è un progetto atipico che esce dai canoni del jazz classico, strizzando l’occhio alle sonorità pop e rock. Grazie alla solida base di contrabbasso e batteria, e alle melodie di flauto traverso e chitarra il viaggio sonoro sarà un saliscendi tra rivisitazioni, grandi hit e chi più ne ha più ne metta.
A seguire grande Jam Session aperta a tutti, e a tema rigorosamente natalizio!

Inizio ore 21.30

Per maggiori info:
Renato Bertossi 3480174188 / renato.bertossi@gmail.com



SABATO 29 DICEMBRE – GLIDE PARTY
Un party dedicato alla musica elettronica e ai synth. Glide è una funzione tipica dei sintetizzatori, molto usata al giorno d’oggi nel mondo delle serate disco e nei club. Significa “planare” e così anche questo evento planerà verso sonorità del tutto particolari, che si rifanno alla scena tedesca, ma anche alle melodie più mediterranee.

Inizio ore 23.00
Per maggiori info: info@madboys.it
__________________________________________________________

DOMENICA 30 DICEMBRE – 67 Jazz Club presenta: COSIMO & THE HOT COALS
COSIMO & THE HOT COALS propongono un repertorio di jazz e swing che trae le sue origini dagli anni venti e trenta, e dalla scena musicale di New Orleans. Il loro sound è paragonabile alle seconde linee delle marching band carnevalesche e dei caroselli di strada, il tutto in un’atmosfera fumosa e vintage.

Inizio ore 21.30

Per maggiori info:
Renato Bertossi 3480174188 / renato.bertossi@gmail.com


CANTINE COOPUF
VIA CARLO DE CRISTOFORIS, 5 21100 VARESE

LINK: https://www.facebook.com/cantinecoopuf/

ALBERTO FORTIS A SARONNO: UN CONCERTO CHE RIPERCORRE LA STORIA



AL GIUDITTA PASTA  DI SARONNO ALBERTO FORTIS

UN CONCERTO CHE RIPERCORRE LA STORIA E LA CARRIERA DI UNO STRAORDINARIO ARTISTA ITALIANO

LO SPETTACOLO:
Teatro Giuditta Pasta (Saronno – VA)
Venerdì 30 novembre 2018 | ore 21.00
ALBERTO FORTIS
con la
MILANDONY MELODY BAND

Alberto Fortis: piano e voce
Joe Damiani: batteria e percussioni
Mary Montesano: voce
Franco Cristaldi: basso
Romeo Fortunato: chitarra
Luca Fraula: tastiere

Il concerto è una delle tappe del tour iniziato per celebrare i 40 anni dall’uscita del disco d’esordio che portava proprio il nome dell’artista, Alberto Fortis. Il 22 giugno 2018, infatti, è uscito il nuovo album ALBERTO 4FORTYS su etichetta Azzurra Music. "Il disco è come la spada Excalibur, se vai a combattere devi sguainarla. Serve la sostanza per iniziare a catturare il pubblico".

Il doppio album si presenta con tre anime diverse: c’è la rivisitazione del primo disco, affidata a una performance Piano&Voce Live in Studio, la potenza di alcuni brani del repertorio incisi dal vivo e la vena attuale dell’artista espressa attraverso tre brani inediti di grande impatto.

Un progetto che parte dal passato per un artista libero che ama il soul, l’R&b e lo Sweet Rap, che ha probabilmente proposto il primo pop Gospel italiano con Settembre e il primo pseudo rap con Plastic Mexico ma che fa continuamente evolvere la sua vena poetica e musicale nel presente.

“Non siamo siamo nati per stupire, siamo nati per essere Noi stessi nel modo più autentico possibile e in questo Lavoro è questo che sono: sono il mio principio, il mio cammino e soprattutto la mia attualità, quella così difficile da farsi riconoscere, in particolare da chi non si apre a comprendere che la Bellezza è nel Nuovo che ha radici coerenti con il primo seme”

Alberto Fortis




Alberto Fortis, classe 1955, da bambino gioca con la musica. A tredici anni è batterista di una band, a sedici appare per la prima volta in TV.
Proprio la musica ascoltata, suonata e composta, sarà il sottofondo della maturità classica, degli studi di medicina e della sua vita.
Il debutto discografico è nel ’79 con l’album “Alberto Fortis” dove viene accompagnato dalla Premiata Forneria Marconi e con il quale ottiene subito un grande successo.
Alberto conquista rapidamente l’affetto del pubblico con canzoni come “La sedia di lillà”, “Il Duomo di notte”, “Milano e Vincenzo”, “Settembre” e “La neña del Salvador” che lo consacrano tra i grandi protagonisti della musica italiana.
Sedici album realizzati tra Italia, Stati Uniti e Inghilterra, un disco di platino, due d’oro e oltre un milione e mezzo di dischi venduti.
Ha collaborato con artisti illustri come George Martin (produttore dei Beatles), la London Philarmonic Orchestra, PFM (Premiata Forneria Marconi), Claudio Fabi, Lucio Fabbri, Gerry Beckley (degli America), Carlos Alomar (produttore di David Bowie), Bill Conti, Guido Elmi e l’Orchestra Sinfonica Arturo Toscanini.
I concerti e il contatto diretto con il pubblico sono punti di forza della sua carriera, tanto nelle esibizioni per pianoforte e voce, quanto nei concerti con formazioni musicali complete; Alberto suscita entusiasmo e partecipazione nel pubblico più eterogeneo.
Anche gli incontri con Paul McCartney, Yoko Ono e con il regista Wim Wenders, hanno contribuito a sdoganare la sua musica live oltreoceano, facendolo esibire in concerto a Los Angeles e New York.
Sensibile ai temi sociali e umanitari, Alberto è ambasciatore UNICEF a tutela dei bambini della popolazione nativo-americana Navajo, testimonial di A.I.S.M. (Associazione Italiana contro la Sclerosi Multipla) e di City Angels (Associazione umanitaria di volontariato sociale).
Il 30 settembre 2014 è uscito "Do L'Anima" , che costituisce il primo atto del Progetto " Do l'Anima Con Te " che è culminato con l'uscita dell'EP " Con Te" l'8 aprile 2016. 
Nel dicembre 2016 l'Artista ha concluso un Tour di oltre 20 date accompagnato da un'Orchestra di oltre 50 elementi, la Pop's Harmonic Orchestra di Asti. " 

Alberto è anche Regista di alcuni suoi Video tra cui  "Infinità infinita" , che vede come location l'Opera "The Floating Piers" di Christo. 

L'8 giugno 2018 è stato pubbliccato " Milano e Vincenzo 2018 " -il primo singolo del Nuovo Progetto  "4Fortys" 

Dal 22 giugno 2018  il Nuovo doppio album in occasione del quarantennale di Carriera! 

venerdì 23 novembre 2018

VIOLENZA SULLE DONNE: A SOMMA LOMBARDO TEATRO E ARTE PER DIRE NO


Giornata MONDIALE contro la VIOLENZA sulle DONNE

Venerdì 23 Sala Giovanni Paolo II, Biblioteca Comunale via Marconi Ore 19.30 Presentazione del testo Mademoiselle Camille Claudel et Moi, di Chiara Pasetti a seguire rinfresco offerto dall’Amministrazione comunale Ore 21 spettacolo teatrale Moi, di Chiara Pasetti regia di Alberto Giusta con Lisa Galantini Costumi di Morgan – Maison Clauds Morene Elementi scenici Renza Tarantino, Realizzato dall’Associazione culturale “Le Rêve et la vie” in collaborazione con la Fondazione Luzzati-Teatro della Tosse di Genova
Ingresso libero

Domenica 25 ore 11 piazza Vittorio Veneto e a seguire presso la galleria Oriana Fallaci in via Briante Presentazione dell’installazione artistica “Farfalle libere” di Annalisa Mitrano (a cura di Tiziana Pella) con la partecipazione dell'Artista e della musicista fisarmonicista Giulia Bertasi.
Ingresso libero

L’amministrazione della città di Somma Lombardo invita la cittadinanza a partecipare ai due momenti di sensibilizzazione promossi in occasione della Giornata Mondiale contro la violenza sulle Donne.

L’Assessore alla Cultura Raffaella Norcini sottolinea il ruolo chiave delle arti espressive e figurative nel sensibilizzare l’opinione pubblica sul drammatico tema della violenza contro le donne. “L’augurio è che l’arte contemporanea e il linguaggio teatrale siano di aiuto e sostegno nel sollecitare importanti interrogativi sulla questione della violenza contro le donne. L’arte e i suoi linguaggi possono e devono aiutarci a riflettere e a creare una coscienza collettiva sempre più vigile, su un problema così diffuso e sommerso anche nella nostra società.”

Primo appuntamento (dal festival del libro del Sistema Bibliotecario Busto Arsizio Valle Olona)
23 novembre ore 19.30, presso la sala polivalente della Biblioteca Aliverti, presentazione del libro Mademoiselle Camille Claudel et Moi di Chiara Pasetti.
A seguire, dopo un frugale rinfresco offerto dall’Amministrazione, alle ore 21 Spettacolo teatrale Moi regia di Alberto Giusta con Lisa Galantini Realizzato dall’Associazione culturale “Le Rêve et la vie” in collaborazione con la Fondazione Luzzati-Teatro della Tosse di Genova.
Lo spettacolo, liberamente tratto dalla Corrispondenza di Camille Claudel, narra le vicende dell’artista.
Scrive Chiara Pasetti: “Conoscevo Camille Claudel soltanto, e ora di questo me ne vergogno, per essere stata l’allieva, la modella, la “musa” e la grande passione dello scultore Auguste Rodin. Quando, nel 2013, ho visto le sue sculture in una mostra realizzata nell’ospedale psichiatrico di Montfavet, vicino ad Avignone, dove fu internata trent’anni e dove terminò i suoi giorni nel 1943, ho capito davvero chi è stata Camille Claudel:un’artista di grandissimo talento, che ha vissuto esclusivamente per la sua arte. Mi sono accostata alle sue opere con ammirazione e passione, e alla sua vita (e alla sua morte) con un misto di rispetto e di rabbia per ciò che ha subito. Ho deciso così di raccontare la sua storia; grazie alla regia intelligente, acuta e sensibile di Alberto Giusta e all’interpretazione caleidoscopica di Lisa Galantini ho cercato di ridare voce a questa complessa, emozionante, straordinaria figura di donna.”
Alla sua riflessione fa eco quella del regista dello spettacolo:
“Considero un privilegio oggi incontrare un personaggio come Camille Claudel. Non la conoscevo. Come ho fatto a essere così cieco e sordo! Una donna unica nella sua arte e nella sua umanità. Di lei ci si innamora quasi immediatamente. Sono sicuro che aveva delle mani bellissime. E comprendo il povero Rodin che ha bruciato d’amore per lei. Non è una femmina facile da raccontare. Ci vuole follia e pragmatica lucidità. Incarna quell’universo femminile scomodo perché di talento eccelso. Si muove sul palcoscenico della vita come un animale ruvido e al contempo fragile. Non si comporta mai da vittima anche se è vittima della società maschilista in cui vive. Sapientemente dipinta dall’autrice Chiara Pasetti che con originalità la anima, Camille non poteva che essere impersonata da un altro animale, da palcoscenico questa volta, come Lisa Galantini, capace di renderne concrete e moderne le sfumature. Semplicità intesa come ricchezza, cura febbrile del particolare al servizio del tutto che diventa sublime è la lezione artistica ed umana che Camille ci regala.”

Secondo appuntamento:
Domenica 25 alle ore 11 presentazione dell’installazione artistica “Farfalle libere” di Annalisa Mitrano (realizzata a cura di Tiziana Pella) in piazza Vittorio Veneto e a seguire presso la galleria Oriana Fallaci in via Briante, con la partecipazione dell'Artista e della musicista fisarmonicista Giulia Bertasi.
Un ringraziamento particolare a Naturcoop, che ha sostenuto l’iniziativa attraverso l’aiuto concreto e gratuito nella messa in opera dell’installazione, dimostrando particolare attenzione e sensibilità nei confronti della problematica.
La scelta del luogo per l'installazione “Farfalle libere” vuole essere simbolica in quanto la sua collocazione, nel cuore della città, rispecchia la centralità del tema.
L'opera è formata da due interventi.
Introduce il progetto un "Autoritratto" dell'artista, ma simbolicamente di tutte le donne, collocato in grandi dimensioni sulla facciata del palazzo sovrastante la libreria Mondadori. Il suo sguardo si posa sulla seconda installazione che occuperà la panca in legno posta lungo la via del Sempione, in posizione equidistante tra la Basilica di Sant'Agnese ed il Palazzo Municipale e parte del lastricato antistante.
L'autrice così riflette: “Nella presentazione di una mia recente mostra “La leggerezza e il peso dell'invisibile”, Manuela Ciriacono cita una poesia di Alda Merini che si conclude come segue: “…. Ma da queste profonde ferite usciranno farfalle libere”. Ciò è in piena sintonia con la poetica che ha accompagnato i miei lavori negli ultimi anni e non solo, e che ritorna come filo conduttore anche nella progettazione dell'installazione dedicata alla Giornata internazionale sulla violenza contro le Donne a Somma Lombardo.”
Nello spazio Comunale Galleria Oriana Fallaci una serie di "Ritratti di Donna" fanno da corollario all'intervento artistico "Farfalle libere" nella piazza. Sono 10 disegni a pastello e due sculture a tuttotondo in ceramica. Partendo da " Il corpo ignoto", un disegno che si interroga sulla complessità della personalità, si susseguono altri disegni, nove appunto, che indagano su vari stati d'animo, conseguenti a disagi esistenziali. Infine Libri/Oggetto d'Artista, anch'essi in esposizione per l'occasione, ermetici, complessi, cifrati, illeggibili, sottolineano percorsi tortuosi di lettura di racconti di memorie stratificate coinvolgenti emotivamente e faticosi da portare alla luce.

lunedì 19 novembre 2018

ANGELA FINOCCHIARO INEDITA EROINA: TESEO A SARONNO CON SEI DANZATORI


UN ANGELA FINOCCHIARO INEDITA AL GIUDITTA PASTA DI SARONNO SI TRASFORMA IN UN EROE: TESEO

“I miei figli mi sgridavano: Mamma sei sempre uguale! Perciò in questo spettacolo faccio un maschio: l’eroe Teseo. E mi esibisco con sei atletici danzatori”

Una strepitosa Angela Finocchiaro sarà la protagonista assoluta dello spettacolo HO PERSO IL FILO, in scena sabato 24 novembre 2018 alle 21.00 e in replica domenica 25 novembre 2018 alle 15.30, al Teatro Giuditta Pasta di Saronno.

Una commedia, una danza, un gioco, una festa, questo è HO PERSO IL FILO. In scena Angela Finocchiaro si mette alla prova in modo sorprendente con linguaggi espressivi mai affrontati prima, per raccontarci con la sua stralunata comicità e ironia un’avventura straordinaria, emozionante e divertente al tempo stesso: quella di un’eroina pasticciona e anticonvenzionale che parte per un viaggio, si perde, tentenna ma poi combatte fino all’ultimo il suo spaventoso Minotauro.

Angela si presenta in scena come un’attrice stufa dei soliti ruoli: oggi sarà Teseo, il mitico eroe che si infila nei meandri del Labirinto per combattere il terribile Minotauro. Affida agli spettatori un gomitolo enorme da cui dipende la sua vita e parte.
Una volta entrata nel Labirinto, però, niente va come previsto. Viene assalita da strane Creature, un misto tra acrobati, danzatori e spiriti dispettosi, che la circondano, la disarmano, la frullano come fosse un frappè, e soprattutto tagliano il filo che le assicurava la via del ritorno.

Si ride, ci si emoziona, si gode uno spettacolo che si avvale di più linguaggi espressivi grazie agli straordinari danzatori guidati dall’inventiva di Hervé Koubi, uno dei più talentuosi e affermati coreografi sulla scena internazionale e naturalmente alla capacità comica di Angela Finocchiaro di raccontare un personaggio che è molto personale e allo stesso tempo vicino al cuore di molti.



LO SPETTACOLO:

Teatro Giuditta Pasta (Saronno – VA)

Sabato 24 novembre 2018 | ore 21.00

Domenica 25 novembre 2018 | ore 15.30

ANGELA FINOCCHIARO in

HO PERSO IL FILO

soggetto di ANGELA FINOCCHIARO, WALTER FONTANA, CRISTINA PEZZOLI

testo di WALTER FONTANA

in scena ANGELA FINOCCHIARO

e le Creature del Labirinto: GIACOMO BUFFONI, FABIO LABIANCA, ALESSANDRO LA ROSA, ANTONIO LOLLO, FILIPPO PIERONI, ALESSIO SPIRITO

coreografie originali di HERVÉ KOUBI

assistito da FAYÇAL HAMLAT

scene di GIACOMO ANDRICO

luci di VALERIO ALFIERI

costumi di MANUELA STUCCHI

regia di CRISTINA PEZZOLI

una produzione AGIDI

Biglietti: posto unico € 34; gruppi organizzati € 26