giovedì 20 giugno 2019

EVENTO: IL CARTELLONE DEGLI EVENTI DI TERRA E LAGHI FESTIVAL


TERRA e LAGHI FESTIVAL 2019
promosso da Teatro Blu con la direzione artistica di Silvia Priori
IL CARTELLONE DEGLI EVENTI IN PROGRAMMA

20 GIUGNO ORE 21:00
CASTELLO VISCONTI DI SAN VITO – SOMMA LOMBARDO (VA)
In caso di pioggia Salone interno
ALMAS
TEATRO CONCERTO IN COLLABORAZIONE CON CESAR BRIE
musica popolare brasiliana dal Choro al Forro, dal Samba alla Bossa nova
Next  2012- Oltre il Palcoscenico - promosso dalla Regione Lombardia
Silvia Priori, Roberto Carlos Gerbolès
Cantante: Francesca Galante
Musicisti: Ciro Radice, Nicola Zuccalà,  Stefano Risso, Norberto Cutillo ,
Direzione musicale e arrangiamenti: Ciro Radice
testo e regia di Silvia Priori e Roberto Carlos Gerbolès
costumi:  Vittoria Papaleo e Maria Barbara De Marco

Uno spettacolo che parla di giustizia, libertà e amore
E’ la storia di una ribellione, è la storia di uomini che combattono contro la schiavitù, il pregiudizio e l’ ingiustizia alla ricerca di un luogo di libertà. Lo spettacolo affronta un tema universale che abbraccia l’ essere umano nella sua ricerca verso un  rifugio interiore in cui potersi librare verso nuovi orizzonti, come alternativa  ai ritmi incalzanti di una società moderna sempre più strutturata da imposizioni e da regole ferree.  Ripercorrendo la storia di personaggi realmente esistiti e che hanno lasciato una traccia indelebile, ci inoltriamo in un tempo lontano in cui gli schiavi africani fuggivano dalle piantagioni di cacao brasiliane per trovare rifugio in luoghi remoti chiamati “quilombos”, difficilmente accessibili, nascosti nella profonda Amazzonia, per trovare nuova linfa vitale. La storia è un pretesto per raccontare la lotta che ognuno di noi affronta quotidianamente alla ricerca del senso profondo di libertà.  Oggi più di ieri, sentiamo la necessità di trovare quella terra promessa dove poter costruire un rifugio che ci parli di sogno e di libertà. 
Una via per riscoprire e rinascere nel nostro intimo "quilombo".  Il racconto di  fatti realmente accaduti sono attraversati da brani musicali che sono il risultato della contaminazione culturale tra gli schiavi africani, i loro discendenti  e la popolazione locale composta da indios e da conquistadores europei. Continua la ricerca di Teatro Blu intorno al tema dell a diversità, emigrazione e multiculturalità. 

Con ALMAS si chiude una trilogia iniziata con TANGO DI PERIFERIA - Next 2008 e proseguita con  SHABBES GOY – Next 2009. Tre spettacoli che ci raccontano in modi differenti problematiche legate al tema del pregiudizio e dell’ intolleranza etnica e religiosa.
 Ingresso gratuito



21 GIUGNO ORE 21:00
VILLA TERZOLI – BREBBIA (VA)
In caso di pioggia Auditorium Scuola Media Don Macchi
LA BELLA E LA BESTIA
Con Arianna Rolandi
Testo e regia Silvia Priori
Prod. Teatro Blu
Con questo spettacolo prosegue il lavoro di ricerca di Teatro Blu sul tema della diversità, mettendone in luce i suoi vari aspetti e i suoi significati nascosti, attraverso il magico mondo del teatro di narrazione. Questa tematica, di grande attualità, viene affrontata con poesia e proposta ai bambini in modo delicato trasmettendo il forte messaggio di accettazione, conoscenza e crescita che nasce dall’incontro con chi è diverso da noi. Lo spettacolo coinvolgere il pubblico attraverso la narrazione della storia, i suoi diversi personaggi, la danza e il canto. Un mercante, padre di tre figlie, di ritorno da uno sfortunato viaggio d’affari si smarrisce nel bosco a causa di una bufera. Trova rifugio nel palazzo della Bestia, un essere metà uomo e metà belva. Qui cerca di rubare una rosa per mantenere la promessa fatta alla più piccola delle figlie, Bella, ma per questo suo gesto la Bestia lo minaccia di morte. L’unica possibilità di salvezza è che una delle sue figlie decida di vivere con questo mostro spaventoso nel castello. Sarà Bella ad accettare il sacrificio e a recarsi al palazzo. E quello che sembrava essere un destino segnato dalla sfortuna si trasformerà invece in un’insperata e inattesa fortuna. Questa antica fiaba francese scritta da Madame Le Prince de Beaumont è stata liberamente adattata per un teatro di narrazione rivolto ai bambini.
Ingresso gratuito


21 GIUGNO ORE 21:00
PIAZZA MAGGIORE – STABIO (CH)
In caso di pioggia Palestra Scuole Medie
GIOVANNA D’ARPpO
Con Gardi Hutter
Di Gardi Hutter e Ferruccio Cainero
La più grande clown svizzera in uno spettacolo comico, poetico, divertentissimo.
Una lavandaia trasognata e squinternata sogna grandi azioni eroiche. Non trovando nemici degni di lei, trasforma la sua lavanderia in un grottesco campo di battaglia. È dal 1981 che Gardi Hutter gira mezzo mondo con il suo Teatro clownesco, raggiungendo ad oggi le 2800 rappresentazioni in ben 27 paesi. In collaborazione con diversi colleghi ha creato 6 spettacoli teatrali e un programma circense che sono stati riconosciuti con 11 premi d’arte. Nei suoi spettacoli quasi privi di parole crea dei piccoli universi assurdi in cui i suoi personaggi combattano con grande coraggio – ma invano – alla ricerca della felicità. La loro situazione tragicomica viene esposta in modo spietato e crudele, offrendo così al pubblico il massimo di divertimento.
Ingresso gratuito


22 GIUGNO ORE 10:00
PIAZZA MAGGIORE – STABIO (CH)
In caso di pioggia Palestra Scuole Medie
LA BATTAGLIA DEI CUSCINI
COMPAGNIA MELARANCIO
Con Gimmi Basilotta, Marina Berro, Jacopo Fantini, Isacco Basilotta, Aicha Cherif
Regia Gimmii Basilotta e Marina Berro
L’idea nasce dal ricordo degli scontri all’ultima piuma cha da bambini, tra fratelli, si facevano sul letto
prima di andare a dormire: qui il gioco viene centuplicato più e più volte, diventando uno spettacolo di
piazza esplosivo, divertente e di grande coinvolgimento. Uno spazio opportunamente attrezzato
accoglie il pubblico prima dell’inizio dello spettacolo: tutto è già pronto!
L’attesa è scandita da una serie di annunci che preparano all’imminente battaglia; al via inizia lo
spettacolo: la squadra della Compagnia, coinvolge il pubblico nell’allestimento finale dello spazio e
dettate le regole del gioco con un conto alla rovescia dà inizio alla battaglia.
Centinaia di leggerissimi cuscini multicolori compaiono in scena e in una reazione a catena, esplode la
battaglia: accompagnati dalle scatenatissime musiche ska, gli spettatori si trovano coinvolti in una
piccola follia collettiva, dove tutti combattono contro tutti, che coinvolge giovani, bambini, genitori e
nonni. Questa pazza ed inoffensiva lotta a colpi di cuscino, prosegue fino allo sfinimento dei
partecipanti. Ad un preciso segnale tutto si ferma e la battaglia si conclude in un soffio di piume.
Prima di salutare il pubblico esausto, un grande telo colorato invita gli spettatori a sedersi: ben presto ci
si trova su cuscino gigante, pieno d’aria, su cui è possibile nuotare, rotolare, gattonare e ovviamente
riposarsi dopo tanta fatica.
Ingresso gratuito


CADEGLIANO FESTIVAL – PICCOLA SPOLETO
Terzo appuntamento per il prestigioso Festival. Dopo Silvia Priori, Tindaro Granata e Lucilla Giagnoni è la volta di Arianna Scommegna.

22 GIUGNO ORE 21:00
VILLA MENOTTI – Via Monico 16 – CADEGLIANO (VA)
In caso di pioggia Sala consiliare comune
UN ALBERO DI TRENTA PIANI
Con Arianna Scommegna
Fisarmonica Giulia Bertasi
Reading di letteratura, poesie, brani e canzoni sul tema della natura che invitano a rispettare, amare e a prendersi cura della natura, della Madre Terra. L’albero, con le radici per terra e la testa verso il cielo, è l’immagine che ricorre in questi testi e ci accompagna attraverso un viaggio poetico, ironico, ecologico, poetico. Da Pablo Neruda a Mariangela Gualtieri, da Italo Calvino a Papa Francesco, questo reading ci ricorda che la natura, l’ambiente, il nostro pianeta hanno bisogno di attenzione e protezione. Un canto d’amore alla terra. “Appartengo alla Terra. E come me tutta l’umanità, e ogni forma di vita. Piante e foreste, frutti e fiori, e ancora fiumi, monti, animali d’ogni specie e tutto ciò che il lavoro umano ha plasmato e trasformato nel tempo. San Francesco la chiamava sorella e madre, che ci governa e dà sostentamento”. Le parole di Carlo Petrini, fondatore di Slow Food, sono state per noi una guida sicura nella preparazione di questa lettura musicata che invita alla riflessione ma sempre con il sorriso sulle labbra.

Nessun commento:

Posta un commento