IL NABUCCO AL CONDOMINIO: A GALLARATE LA GRANDE OPERA DI GIUSEPPE VERDI


NABUCCO di GIUSEPPE VERDI
Opera in quattro atti su libretto di Temistocle Solera- Compagnia Grandi Spettacoli 
Venerdì  1 febbraio 2019 h.21,00 teatro Condominio:
torna l’Opera in grande stile,  rigorosamente con orchestra

NABUCCO (MAURO BONFANTI) ISMAELE (VITALIY KOVALCHUK) ZACCARIA (MICHELE FILANTI), ABIGAILLE (STEFANIA SPAGGIARI) FENENA (ELENA SERRA), GRAN SACERDOTE DI BELO (ALESSANDRO RAVASIO), ABDALLO (SAVINO NENNA), ANNA (NADIA BUGO)
CORO: CORALE LIRICA MONZESE DIRETTA DAL M. ALDO RUGGIANO- ORCHESTRA TESTORI DIRETTA DAL M° DAMIANO CERUTTI

Il Teatro Condominio prosegue con le Opere in grande stile, dopo il successo del   il Barbiere di Siviglia nella scorsa Stagione. Venerdì 1° febbraio h. 21,00 attesissimo quindi il “NABUCCO”. L’Opera in quattro atti vedrà più di 70 artisti in scena, fra gli imponenti allestimenti e con i costumi di “Grandi Spettacoli”.  Nabucco (in origine, Nabucodonosor) decretò il trionfo di  Verdi,  terza Opera da lui composta  su libretto di Solera.  Debuttò nel 1842 alla Scala di Milano e fu volutamente riproposta nel 1946,  dopo la Seconda Guerra Mondiale e lo sterminio degli ebrei. Il legame fra le costrizioni delle genti sotto dominio e l’agognata libertà è del resto centrato nel NABUCCO, che narra le stesse sorti per gli ebrei sotto il dominio babilonese. Toccante sarà certamente l’esecuzione del Va, pensiero, sull'ali dorate, che rappresenterà sul palco il popolo ebraico. Eccone una sintetica anticipazione: tutto inizia dal tempio di Gerusalemme, con gli ebrei ormai sconfitti dai babilonesi. Il sacerdote Zaccaria li esorta a non disperare poiché Fenena, figlia del Re babilonese Nabucco, è loro prigioniera e data in custodia al giovane e fidato Ismaele. Ma egli riconosce in lei la fanciulla che lo aveva salvato dalla prigione, innamorandosi proprio di chi è figlia del suo peggior nemico. Deciso a liberarla, verrà fermato dalla perfida Abigaille, anch'essa innamorata di Ismaele e considerata (si scoprirà poi che non lo è) seconda figlia del Sovrano. Fra lotte e rivalità, la donna giura di distruggere quel popolo…lo stesso di Ismaele, che l'ha respinta.  Nel susseguirsi degli eventi, il Re di Babilonia pretende di essere l’unico Dio, ma un fulmine lo colpisce e perde la corona, subito raccolta da Abigaille che si autoproclama regina. Verrà così decretata la condanna degli ebrei. Ma il re scopre il nome della figlia Fenena fra i condannati e ne chiede pietà, Abigaille rivendica la decisione, dichiarando di essere anch'essa sua figlia: sa di non esserlo, ma distrugge la pergamena che lo dimostra. Il Re, imprigionato, in ginocchio prega il Dio di Giuda invocandone il perdono. In risposta alla preghiera, sopraggiunge il fedele ufficiale Abdallo con i soldati, pronti a riconquistare il trono. Nei giardini di Babilonia gli ebrei intanto sono condotti al supplizio, mentre Zaccaria conforta Fenena . L’arrivo di Nabucco e delle truppe porterà a un lieto fine? 

Platea da Euro 22,00- Galleria da Euro 17,00.= Biglietteria: un’ora prima dello spettacolo e ogni sabato dalle h.16,00 alle 19.00. C/o libreria Biblos Mondadori Store- Piazza Libertà: orario h.10/12 e 16/18.  Online www.teatrocondominio.it – www.melarido.store Su VIVATICKET: www.vivaticket.it  (con costo prevendita per scelta posto)    Info: Tel. 392 8980187  biglietteria@teatrocondominio.it

Commenti

Post popolari in questo blog

SOLIDARIETA': ALESSANDRO POZZI IN VIAGGIO PER LA VITA CON LA VESPA GASPARE

EVENTO: CONTINUA IL FESTIVAL TRA SACRO E MONTE 2019, TUTTI GLI APPUNTAMENTI IN PROGRAMMA

MUSICA: OLTRE 70 EVENTI A TICINO MUSICA