venerdì 1 febbraio 2019

A PICCOLI PASSI: AL FRATELLO SOLE DI BUSTO SI DIVENTA GRANDI TRA REGOLE E LIBERTA'


A Piccoli Passi si diventa grandi, tra regole e libertà
Sabato 9 febbraio Valentina vuole al Fratello Sole

Cinema Teatro Fratello Sole
Via Massimo DʼAzeglio, 1 - 21052 Busto Arsizio VA

Al Fratello Sole prosegue la XIX rassegna teatrale Piccoli Passi, che in
questa edizione affronta il tema “La scena è femminile”. Il prossimo appuntamento sarà sabato 9 febbraio alle ore 16.30 con Valentina Vuole, piccola narrazione per attrici e pupazzi. Età consigliata dai tre agli otto anni; costo del biglietto Euro 5,00.

Questa è la storia semplice di una bambina, che è anche una principessa. Valentina ha tutto ma vuole
sempre di più, per questo è arrabbiata e urla continuamente. Valentina Vuole. Forse le manca qualcosa, ma cosa non sa. E i grandi sembrano non capire. A volte la cosa più importante è anche la più difficile da vedere e da trovare, e per farlo Valentina dovrà cercare nel mondo, perché è lì che bisogna andare per diventare grandi. Valentina Vuole è una favola di desideri e di sogni. Una storia che parla di vizi, capricci e regole; ma anche del coraggio che i piccoli (e i loro grandi) devono avere per poter crescere. Una storia di gabbie che non servono a niente, di frulli di vento e di libertà.

Da più di dieci anni Consuelo Ghiretti e Francesca Grisenti (Parma) si occupano di teatro rivolto all'infanzia, sia in Italia che all'estero, unite da passione, formazione e professione, come ad unirle sono le due G dei loro cognomi. Da qui è nato il Progetto GG che ha dato origine allo spettacolo Valentina Vuole. G come gioco che tanta parte ha nella vita di bambine e bambini, ma anche nel lavoro di ricerca del teatro, in particolare quello di Consuelo e Francesca che con Valentina accompagnano piccoli e grandi nel percorso della crescita, fra regole e libertà.

Al Fratello Sole prosegue anche il “Progetto Scuola: Cinema - Teatro - Letteratura” con un ampio panorama di proposte diversificate in base all’età, dai 4 ai 13 anni. Si tratta di un’opportunità culturale e formativa interessante per bambini e ragazzi, che attraverso la partecipazione collettiva delle classi possono vivere un’esperienza di grande impatto.

Nessun commento:

Posta un commento