giovedì 14 febbraio 2019

GALLARATE CLASSIC: AL TEATRO DEL POPOLO IL GIOVANE TALENTO LORENZO BOVITUTTI


"ANGELI E DEMONI" RECITAL PIANISTICO
IL GIOVANE PIANISTA DI TALENTO LORENZO BOVITUTTI  AL TEATRO DEL POPOLO PER GALLARATE CLASSIC 2019

A Gallarate Classic il talento del giovane pianista Lorenzo Bovitutti
Venerdì 15 febbraio alle 21 al teatro del Popolo di Gallarate prosegue la rassegna promossa dall’associazione culturale Musica al Sacro Cuore con il sostegno e la collaborazione dell’Assessorato alla Cultura del Comune

La lettura dei classici si unisce alla passione per la musica classica: e ne nasce l’armonia rappresentata da un interprete quale è il gallaratese Lorenzo Bovitutti, secondo classificato al Concorso Pianistico “Città di Gallarate” 2018 e protagonista del prossimo concerto in programma nella rassegna musicale Gallarate Classic, promossa a Gallarate dall’associazione culturale Musica al Sacro Cuore con il sostegno e la collaborazione dell’Assessorato alla Cultura del Comune.
Venerdì 15 febbraio alle 21 al teatro del Popolo il giovane e talentuoso pianista (classe 1993) propone un programma che va dal Miserere d’après Palestrina Invocation di Liszt alle Visions Fugitives op. 22 di Prokoviev per concludersi con l’Ouverture nello stile francese BWV 831 di Bach.
Attualmente Artist in Residence alla Chapelle Musicale Reine Elisabeth di Bruxelles, dove si perfeziona con il pianista canadese Louis Lortie e allievo storico di Roberto Plano, con cui si è diplomato con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore, Lorenzo Bovitutti ha iniziato gli studi, su sua precisa e spontanea richiesta, a otto anni. Ha studiato nei conservatori di Gallarate, Vicenza e Alessandria, e ha beneficiato anche della guida di Roberto Prosseda, con il quale studia tuttora all’Accademia MusicaFelix di Prato, di Maria Grazia Bellocchio e di Alessandra Ammara. Ha tenuto recital un tutta Italia, si è esibito anche in Argentina, Francia, Lituania, Croazia e Belgio. Lettore vorace, ha trovato grande fonte di ispirazione negli scritti di Epitteto, Dostoyevskij e Ken Wilber.
L’ingresso al concerto è libero.

Nessun commento:

Posta un commento