sabato 30 maggio 2015

LE BUONE SCUOLE IN VETRINA



La scuola primaria “G. Pascoli” di Varese è un esempio di “Buona scuola

Sabato 23 maggio, al teatro “M. Apollonio”, grazie alla preziosa collaborazione del Comune di Varese, Assessorato alla Cultura, tutti i bambini della scuola primaria “G. Pascoli” di Varese hanno portato in scena il Musical Peter Pan, liberamente ispirato all’opera di J.M. Barrie, uscita in forma di pièce teatrale nel 1904 e poi di romanzo nel 1911.
Il progetto teatrale è stato fortemente voluto, sostenuto e finanziato dall’Associazione dei genitori e ha visto il grande impegno di tutte le maestre della scuola e la sapiente regia di Marco Rodari, alias “Il Pimpa”.
Quando a ottobre dello scorso anno abbiamo conosciuto Marco Rodari molti di noi ne avevano solo sentito parlare e letto qualche articolo di giornale. Si sapeva del suo impegno sociale, della sua grande e ammirabile passione nel portare il sorriso nei drammatici teatri di guerra che affliggono il mondo o negli ospedali, credendo profondamente che tutti, ma proprio tutti al mondo, abbiano almeno un diritto al sorriso. Quello che colpisce di Marco Rodari è proprio la sua lucida coerenza che lo fa passare con grande disinvoltura dalle macerie della guerra al teatro Apollonio, impiegando come filo conduttore il teatro nel quale s’intrecciano storie, personaggi, trame, sorrisi, sentimenti e soprattutto emozioni che giusto il tempo dello spettacolo accompagnano lo spettatore in un mondo fantastico che purtroppo realmente non c’è, forse proprio come l’isola di Peter Pan. Così, quando lo abbiamo incontrato per la prima volta siamo stati tutti investiti positivamente dalle sue cento parole al secondo, dalla sua positività, dalla sua competenza, dalla sua energia esplosiva e in pochi minuti le sue torrenziali idee ci hanno convinto che quello che aveva già in mente sarebbe stato di certo un grande spettacolo.
Ed effettivamente è stato così. Sabato 23 maggio abbiamo assistito non ad una recita di fine anno, ma ad un vero e proprio spettacolo teatrale in cui il numeroso pubblico presente, all’apertura di quel grande sipario, è stato investito per un’ora e mezza da un vortice di emozioni e di sentimenti. I piccoli attori hanno dato il meglio di sé nel raccontarci la storia di Peter Pan, tra battute, canti, balli e musiche che continuamente inumidivano gli occhi e facevano battere i cuori. L’organizzazione era perfetta, i movimenti erano sincronizzati, i costumi ricercati, le scenografie proprio teatrali. I nostri bambini si sono divertiti e ci hanno fatto divertire, hanno recitato con la preparazione di chi ha studiato tanto, si è impegnato nel ricoprire un ruolo e nell’immedesimarsi in una parte. Dall’apertura di quel sipario fino agli scroscianti applausi finali, con i brividi alla pelle, il cuore gonfio di emozioni e il desiderio di non smettere ancora di sognare, avevamo potuto capire che il progetto teatrale in cui l’Associazione dei genitori aveva fortemente creduto all’inizio dell’anno si era perfettamente compiuto ed è stata la prova di come un gruppo di genitori possa contribuire concretamente ad un percorso formativo ed educativo di cui la scuola è anche responsabile.
Tutto ciò si è realizzato grazie all’estro geniale di Marco Rodari, ma di certo lo spettacolo ha avuto il suo successo grazie al fondamentale impegno quotidiano di tutte le maestre della scuola primaria “G. Pascoli”, le quali con grande professionalità, sacrificio, dedizione e spirito di collaborazione, coordinate dalle maestre Rita, Chiara e Stefania, sintesi di competenza, positività e forza aggregante, hanno creato le giuste condizioni per far sì che i loro bambini (perché i nostri figli in fondo per cinque anni sono anche i loro bambini!) vivessero un’esperienza progettuale teatrale unica, indimenticabile e capace di trasmettere loro un bagaglio valoriale che forse quotidianamente stiamo perdendo, quale l’aggregazione, la solidarietà e il sacrificio.
Così sabato 23 maggio al teatro Apollonio di Varese è andato in scena il Musical Peter Pan, ma è andato in scena anche un grande esempio di vera “Buona scuola”.


Roberto Leonardi

 (Associazione dei Genitori - Scuola Primaria “G. Pascoli”)