TEATRO: IL "PESCE D'APRILE" DI CESARE BOCCI E TIZIANA FOSCHI AL TIRINNANZI


“PESCE D’APRILE” 
con Cesare Bocci e Tiziana Foschi

Sabato 18 gennaio  2020 h.21,00 Teatro  Tirinnanzi Legnano
                                                             
musiche e sonorizzazioni Massimo Cordovani
costumi Paola Bonucci; scene Lodovico Gennaro; disegno luci Francesco Vignati
direzione tecnica Vai Con La Sigla; foto e video Cristiano Bibini
Prod. esecutiva Arturo Morano; Org. generale Tiziana Lo Cascio e Vincenzo Fazio
progetto grafico Daniela Spada; foto Gianluca Sarago
regia Cesare Bocci- supervision regia Peppino Mazzotta

Sabato 18 gennaio alle ore 21, al Teatro Talisio Tirinnanzi di Legnano, Cesare Bocci e Tiziana Foschi portano in scena “Pesce d'aprile”: dal titolo potrebbe sembrare un’opera comica, ma non è così. E’ una commedia che nasce da un libro, scritto dal noto attore Cesare Bocci insieme alla sua compagna di vita, Daniela Spada (Sperling & Kupfer, decine di migliaia di copie vendute). Un testo vero, lucido, ironico e commovente, portato in scena dallo stesso Bocci e da Tiziana Foschi, che interpreta il ruolo della moglie. Prosa autentica, toccante, che testimonia quanto la vita certe volte possa fare strani scherzi, come un pesce d’aprile. Ma lo scherzo è duro, brutale, diviene malattia, in gioco è il destino e la stessa sopravvivenza di chi si ama di più. Ma anche una grave disabilità può divenire un atto d’amore, come è successo all’attore e alla sua donna nella realtà. Gli attori lo interpretano con intensità, mettendo a nudo tutta la fragilità umana e dimostrando quanto persino una disgrazia possa evolversi in pregio, se c’è amore, un po’ d’incoscienza, tantissima voglia di vivere. «Uno scherzo del destino, una doccia fredda. Ma con quello che è successo a Daniela ho capito che, se sei nell’acqua alta, da lì vuoi uscire» confida Cesare Bocci.  «L’abbiamo raccontata nel modo in cui l’abbiamo vissuta, ridendo e piangendo allo stesso tempo.” La storia in breve: una donna, prigioniera di un corpo che più non la ascolta, si rapporta a quella del suo uomo che diventa bastone, nutrimento, supporto necessario. Una lotta per la vita, con lo scopo di trasmettere condivisione e forza di volontà, specie nelle sfide più difficili… Ce la si può fare.

Poltronissima: Euro 30/ridotto 24; poltrona Euro25/ridotto 19; galleria Euro 20/ridotto 14.
Prevendita: Teatro Tirinnanzi Piazza IV Novembre Legnano- mercoledì-venerdì e sabato h.16,00/19,00 
On line: www.melarido.store, www.teatrotirinnanzilegnano.it (senza costi aggiuntivi)
Su www.vivaticket.it (con piccolo costo aggiuntivo per scelta posto).
Info e prenotazioni: biglietteria@melarido.it  - Telefono teatro-mobile: 331 7189086

Commenti

Post popolari in questo blog

NEWS: ANCORA SOSPESE LE ATTIVITA' RICREATIVE A CAUSA DEL CORONA VIRUS IN VIGORE NUOVO DECRETO LEGGE

SOLIDARIETA': ALESSANDRO POZZI IN VIAGGIO PER LA VITA CON LA VESPA GASPARE

ARTE: LE ARMONIE DI ANA ELENA SASU IN MOSTRA IN SALA NICOLINI A VARESE