MUSICA: UN ELISIR D'AMORE AL TIRINNANZI CON L'OPERA DI DONIZETTI SUL PALCO L'ORCHESTRA ANTONIO VIVALDI E SPIRABILIA QUINTET


“Elisir d’amore” 
Musica di Gaetano Donizetti –Libretto di Felice Romani
Compagnia D’Opera Grandi Spettacoli - Orchestra Antonio Vivaldi e Spirabilia Quintet -Direttore M° Ernesto Colombo- Coro Lirico Lombardo

Sabato 1 febbraio  2020 h.21,00 Teatro Tirinnanzi Legnano

Allestimento e costumi  a cura di Elena d‘Angelo
Regia Elena D’Angelo
Adina – soprano Anna Delfino; Nemorino– tenore Francesco Tuppo; Belcore – baritono Carlo Morini; dottor Dulcamara - basso buffo Enrico Maria Marabelli; Giannetta– soprano Milica Ilic; gente del paese, soldati, servitori - coro e comparse

 Sabato 1 febbraio h. 21 al Teatro Tirinnanzi di Legnano è di scena la grande Opera rigorosamente con orchestra: ELISIR D’AMORE, in scena per la prima volta nel 1832 a Milano. Felice Romani aveva tratto ispirazione da un testo di Eugène Scribe per il compositore Daniel Auber (Il filtro), ma il grande Gaetano  Donizetti ebbe solo 17 giorni per  la musica, di cui 7 utilizzati da Romani per il testo. Nonostante i tempi strettissimi, crearono uno degli esempi più sublimi dell'opera comica ottocentesca. Definita in partitura «melodramma giocoso», vede tra le parti più amate l’aria ”Una furtiva lagrima” : fin dalla prima replica fu un vero successo. A far amare Elisir D’Amore fu, non di meno, l'inventiva melodica donizettiana, ben coniugata con la vena buffa dell'opera, a tratti velata di malinconia (come nell'aria appena citata).

Elena D’Angelo è nota per la cura nel suo lavoro artistico/musicale, sia in regia che nella scelta di costumi e scene, venendo sempre ripagata con tournée di successo. I due atti in breve: (atto I)La giovane Adina sta leggendo delle vicende di Tristano e Isotta, mentre i mietitori riposano all'ombra, con il timido contadino Nemorino che la osserva innamorato, dolendosi dell’incapacità di conquistarla. I contadini chiedono ad Adina di leggere ad alta voce, lei  inizia così a esporre le peripezie di Tristano che,grazie a un filtro magico, conquistò Isotta.

Nemorino sogna di trovare quel magico elisir! Intanto arriva in paese il sergente Belcore per arruolare soldati, anch'egli innamorato di Adina. La chiede in sposa, ma lei non ne è attratta e non risponde. In paese giunge anche il dottor Dulcamara, un truffatore che vende falsi medicinali. Nemorino casca nella rete, ignaro di acquistare vino e non un magico elisir e si  ubriaca. Il vino però lo rende spavaldo, fino al punto di mostrarsi indifferente verso Adina. Lei, abituata a sentirsi desiderata, per dispetto annuncia che sposerà subito Belcore . Nemorino spera che la data venga spostata, certo che l'elisir farà effetto…  (atto II)Adina aspetta la sera per sposarsi, sperando che sbuchi Nemorino per punirlo dell’indifferenza. Lui vorrebbe un altro elisir, ma non ha  soldi e si arruolaper averne.

Il sergente accetta, allontanando così il rivale. Giannetta però diffonde una falsa notizia: Nemorino ha ereditato ed è ricco! Ciò all’insaputa degli interessati, ma il pettegolezzo fa sì che le ragazze del paese cerchino Nemorino, il quale crede sia l'effetto dell'elisir. Adina si ingelosisce, fino al punto di far cadere una lacrima e lui, vedendola, comprende  che lo ama. Dopo varie vicissitudini, Belcore  se ne andrà convinto di trovare altre da corteggiare mentre Dulcamara sarà  trionfante e incredulo per il successo dell’ improbabile elisir…

L'Orchestra Antonio Vivaldi nasce nel dicembre 2011 e in poco tempo diventa una stabile realtà che vanta collaborazioni con importanti associazioni, festival e istituzioni italiane.
Attualmente consta di una sessantina di elementi, selezionati tra i più promettenti giovani musicisti del panorama italiano. Ha all'attivo più di quaranta concerti sinfonici, tenutisi in importanti teatri, quali il Teatro dell’Arte di Milano, il Teatro Comunale di Vicenza, il Teatro Manzoni di Monza, il Teatro Civico di Tortona e il Teatro Sociale di Como.
Il repertorio dell'Orchestra Antonio Vivaldi spazia dalla musica barocca a quella romantica, sino ad abbracciare la musica contemporanea. L'orchestra è da sempre stata interprete e dedicataria di brani in prima assoluta dei compositori Piergiorgio Ratti e Antonio Eros Negri.
Vanta collaborazioni con direttori d’orchestra di calibro internazionale e con musicisti di fama mondiale, quali José Luis Gomez, Francesco Manara, Giampaolo Pretto, Giuliano Sommerhalder e Francesco Tamiati.
Nella Stagione Concertistica 2014/2015 l'Orchestra Antonio Vivaldi si esibirà in importanti luoghi concertistici quali la Sala Verdi del Conservatorio di Milano, il Teatro Ristori di Verona ed il Teatro Juan Bravo di Segovia (Spagna), e collaborerà con musicisti di fama mondiale quali Francesco Manara, Leonora Armellini e Andrea Battistoni.
Dal 2014 l'Orchestra Antonio Vivaldi è orchestra in residenza al "Festival Pianistico Città di Morbegno".
La giovanissima direzione artistica dell'orchestra è composta da Lorenzo Passerini, direttore musicale, Piergiorgio Ratti, compositore in residenza e Olga Introzzi, segretario artistico.


Libretto integrale on line gratuitamente su: http://www.cantarelopera.com/opere/libretti/G.Donizetti
Poltronissima: Euro 25/rid 20; poltrona Euro22/rid 17; galleria Euro 18/rid 13.Prevendita: Teatro Tirinnanzi Piazza IV Novembre Legnano- mercoledì-venerdì e sabato h.16,00/19,00   On line: www.melarido.store, www.teatrotirinnanzilegnano.it (senza costi aggiuntivi)  Su www.vivaticket.it ( costo aggiuntivo per scelta posto). 
Info e prenotazioni: biglietteria@melarido.it  - Telefono teatro-mobile: 331 7189086

Commenti

Post popolari in questo blog

NEWS: ANCORA SOSPESE LE ATTIVITA' RICREATIVE A CAUSA DEL CORONA VIRUS IN VIGORE NUOVO DECRETO LEGGE

SOLIDARIETA': ALESSANDRO POZZI IN VIAGGIO PER LA VITA CON LA VESPA GASPARE

ARTE: LE ARMONIE DI ANA ELENA SASU IN MOSTRA IN SALA NICOLINI A VARESE