TURISMO: ESCURSIONI IN SVIZZERA "PERCORSI SCENOGRAFICI" ENOGASTRONOMIA E BENESSERE




Svizzera: verso nuovi orizzonti. Percorsi scenografici, attività outdoor in città, alberghi diffusi e proposte per toccare con mano l’impegno della Svizzera per un turismo sostenibile

La sostenibilità contraddistingue la Svizzera già da decenni. L’uso intensivo dell’energia idrica, l’elevata consapevolezza della popolazione per l’ambiente o il lungimirante potenziamento della rete di mezzi di trasporto pubblico su tutto il territorio nazionale sono esempi di come la sostenibilità venga vissuta fattivamente nel turismo svizzero. Una sostenibilità pensata per la popolazione locale e usata da ospiti provenienti da tutto il mondo. Viaggiare in modo sostenibile non implica per forza delle rinunce. Un viaggio sostenibile vuol dire più consapevolezza, pienezza e intensità. Immergersi nella natura, conoscere l’autentica cultura del posto, consumare prodotti regionali, usare i mezzi pubblici ed evitare il turismo mordi e fuggi: sono questi i pilastri di Swisstainable, un manifesto e uno stile di vita che intende valorizzare il DNA sostenibile della Svizzera, riserva idrica d’Europa e orgogliosamente in cima alle classifiche per superficie di parchi e aree boschive, consumo pro capite di prodotti biologici, uso delle fonti rinnovabili, gestione dei rifiuti e riciclo. L’estate svizzera ha in serbo tantissime attività, naturalmente rispettose dell’ambiente: laghi di montagna di colore blu intenso che invogliano a fare il bagno, cime brulle delle montagne che vogliono essere scalate ed escursioni istruttive nella natura per tutta la famiglia.  L’escursionismo è un elemento centrale dell’offerta turistica svizzera. Oltre 65'000 km di sentieri tracciati invitano a riscoprire il piacere della camminata, un toccasana anche per fuggire allo stress. Anche chi ama le due ruote trova pane per i suoi denti. Con ben 12'000 km di itinerari tracciati per bici e 9'500 km per mountainbike, la Svizzera è una meta sempre più bike friendly sia in montagna sia in città. La sostenibilità riguarda lo stile di vita e non necessariamente richiede sforzo fisico. Svizzera Turismo e i suoi partner propongono percorsi coi treni panoramici o altri impianti di risalita, esperienze termali e culinarie a basso impatto ambientale ma ad alta soddisfazione personale. 

Info: www.svizzera.it/swisstainable 


ESCURSIONISMO 


Chemin de Montoz: l’altopiano del misticismo. 

Selvaggio, aspro, autentico. Questo è il Giura bernese. Le caratteristiche di questa terra sono particolarmente evidenti lungo il Chemin de Montoz. Sull’altopiano collinare, circondato da una fascia di foresta, si cammina attraverso paesaggi mistici. Le locande di montagna, le Svizzera Turismo Via Palestro 2, IT-20121 Milano, Telefono +39 02 7601 3203, Svizzera.it cosiddette métairies, invitano a prendersi una pausa e dedicarsi ai piaceri del palato. L’ospitalità è una priorità assoluta. Le aziende agricole si basano sull’allevamento di vacche nutrici. Si tratta di una forma di allevamento naturale degli animali: dopo la nascita, il vitello rimane con la madre. Si nutre principalmente di latte materno, successivamente di erba e fieno. Gli animali devono potersi muovere liberamente nei recinti invernali e nei pascoli estivi. 

https://www.myswitzerland.com/it-it/scoprire-la-svizzera/estate-autunno/estate/storieestive/altopiano-del-misticismo/ 


Regione Dents du Midi: l’uomo che danza con le erbe. 

Chi non vuole solamente sperimentare la natura, ma diventarne parte, deve seguire Guillaume Besson. L’etnobotanico organizza escursioni alla ricerca di erbe selvatiche nella regione Dents du Midi, in Vallese. Apre gli occhi dei partecipanti sotto diversi aspetti e permette loro di percepire tutta la potenza della natura. Le erbe selvatiche raccolte vengono lavorate insieme e alla fine degustate.

 https://www.myswitzerland.com/it-it/scoprire-la-svizzera/estate-autunno/estate/storie-estive/isegreti-delle-erbe-del-vallese/ 

Parc Ela Trek: nuovo percorso escursionistico. 

Chi è alla ricerca di solitudine, paesaggi mozzafiato e tappe impegnative, troverà tutto ciò che desidera nei Grigioni, sul nuovo sentiero escursionistico a lunga distanza Parc Ela Trek. In 17 tappe giornaliere, il Parc Ela Trek attraversa i passi alpini intorno al Parc Ela, il più grande parco naturale della Svizzera. Si pernotta perlopiù immersi nella natura, in semplici alloggi a 2000 metri di altitudine. La partenza è a Tiefencastel, nella valle dell’Albula. Si sale a Ziteil, il luogo di pellegrinaggio più alto della Svizzera, all’unico triplice spartiacque d’Europa, il Piz Lunghin, e alla Ducantal, sito di fama mondiale di fossili del Triassico. Nel corso della quinta tappa il sentiero conduce da Juf attraverso il Passo della Forcellina fino alla vetta del Passo del Settimo e da lì al nuovo rifugio omonimo. Nell’ultima tappa gli escursionisti possono apprezzare ancora meglio queste caratteristiche. Lì il sentiero conduce dalla Wiesner Alp, sopra Davos Wiesen, attraverso i prati alpini fino ai graziosi insediamenti Mäiensäss di Aclas Dafora e Aclas Davains. 

https://www.myswitzerland.com/it-it/scoprire-la-svizzera/estate-autunno/estate/storieestive/parc-ela-trek/ 


ENOGASTRONOMIA 

Viticoltura biodinamica in Ticino. 

Nata in Ticino da padre ticinese e madre tedesca, Gaby Giannini ha trascorso parte dell’infanzia anche nella giungla metropolitana di Milano. Il salto nel mondo per lei ancora sconosciuto della produzione di vino è avvenuto dopo gli studi di cultura e letteratura. Oggi è uno dei viticoltori svizzeri di maggior successo e dal 2009 gestisce con ottimi risultati la tenuta di famiglia Tenuta Castello di Morcote. Per rispetto della natura e affascinata dalla pratica dei popoli antichi, Gaby ha deciso di concentrarsi sulla coltivazione biodinamica. 

https://www.myswitzerland.com/it-it/pianificazione/informazioni-sullasvizzera/sostenibilita/my-swisstainable-journeys/my-swisstainable-journey-gaby-gianini/ 


Grand Resort Bad Ragaz: la natura nel piatto al ristorante stellato Memories. 

L'olivello spinoso delle Alpi è il limone delle montagne - viene utilizzato di Sven Wassmer, chef stellato del pluripremiato ristorante “Memories” del Grand Resort Bad Ragaz. Raccolto a mano a 1600 metri di altitudine, l'olivello spinoso delle Alpi trova la sua strada nel piatto della cucina gourmet - in Svizzera, la natura viene messa nel piatto.

https://www.myswitzerland.com/it-it/scoprire-la-svizzera/mangiare-bere/racconti/lessenzadella-svizzera/ 


BENESSERE 


Leukerbad: il lato green dell’acqua termale. 

Alle vasche termali di Leukerbad arrivano ogni giorno quasi 3,9 milioni di litri d’acqua termale da 65 fonti: un vero record in Europa! Cosa accade con l’acqua termale a 51 °C? Grazie a uno scambiatore geotermico, viene utilizzata per il riscaldamento degli ambienti e dell’acqua di diversi hotel e spa di questa località termale e di sport invernali vallese. Le acque termali di scarico garantiscono inoltre che all’ingresso del parcheggio St. Lorenz Bad in inverno non si accumulino ghiaccio e neve. Un riutilizzo dell’energia davvero intelligente! 

 https://www.valais.ch/en/explore/inspiration/stories/thermal-water-with-all-the-power-of-fire


Hürlimannbad & Spa: wellness esclusivo sui tetti di Zurigo. 

La gestione di questo bellissimo bagno termale nel cuore della città di Zurigo si basa su principi ecologici molto chiari: l’acqua, che raggiunge una temperatura dai 35 ai 41 °C, proviene dalla fonte zurighese «Aqui» e andrebbe sprecata se non venisse utilizzata a questo scopo. Inoltre, l’elettricità proviene da energia idroelettrica svizzera senza emissione di CO² e il calore da fonti rinnovabili. Ove possibile si utilizzano sempre detergenti biodegradabili e non si ricorre a prodotti chimici. La spa si trova in un’importante area industriale del XIX secolo, dove gli ospiti possono rilassarsi e godersi i trattamenti termali sotto le storiche volte in pietra dell’ex birrificio e sui tetti della città. 

https://www.myswitzerland.com/it-it/scoprire-la-svizzera/terme-spa-di-zurigo/ 


NUOVE APERTURE 

Stay KooooK Geneva City (aprile 2024) 

L'hotel è situato in posizione ideale nel centro di Ginevra, a pochi minuti a piedi dalle principali attrazioni. Offre 84 monolocali completamente attrezzati con piccole cucine distribuiti su otto piani. Inoltre, gli ospiti possono godere di una magnifica vista sulla città fino al massiccio del Monte Bianco dalla terrazza sul tetto al 9° piano. 

Hôtel de la Cigogne, St. Ursanne (aprile 2024) 

Dopo la ristrutturazione, l'Hotel de la Cigogne di Saint-Ursanne offrirà un ambiente tranquillo agli ospiti più esigenti. Con il suo design pulito e le sue aree comuni, incoraggia le interazioni significative. Il “giardino segreto” con rituale termale e le moderne misure di sostenibilità completano l'offerta. 

Mansard Lifestyle Hotel (maggio 2024). 

L'Hotel Mansard di Gstaad pone la qualità e l'eleganza minimalista al centro del suo concetto. Oltre alle 29 camere combinabili tra loro, all'area benessere, al ristorante Miradi e al bar al primo piano, l'hotel ospita anche lo sky bar Vane sul rooftop, una novità assoluta per Gstaad. 

Grand Hôtel Belvédère, Wengen (luglio 2024). 

Nel cuore di Wengen, nel mezzo di bosco privato, questo hotel offre 90 camere e suite con vista sulla Valle di Lauterbrunnen. Con la sua classica architettura alpina, celebra il patrimonio artigianale dell'Oberland bernese. I punti di ristoro includono la Brasserie Belvédère e il Ristorante Waldrand, che offrono cucina svizzera con un tocco moderno. Il centro benessere dispone di cinque sale per trattamenti, saune, hammam e piscine interne ed esterne con vista sul mare. Wengen è priva di auto e raggiungibile in treno. Gli ospiti possono partecipare a esperienze su misura come visite guidate, attività in montagna, yoga e musica dal vivo con il DJ dell'hotel. 

MAD Retreat Hotel, Nendaz (luglio 2024) 

La struttura è situata nel cuore della natura, a pochi passi dall'area sciistica ed escursionistica, ed è composta da 25 chalet in stile “Racard” per un totale di 45 camere. Gli ospiti possono fare il pieno di energia nella spa, nella sala yoga e nelle aree dedicate ai trattamenti e ai massaggi. Per garantire un ambiente rilassato, sono accettati solo ospiti dai 14 anni in su. 

Dorint Resort & Spa Locarno (luglio 2024). 

Il Dorint Resort & Spa Locarno/Riazzino offre un sogno che diventa realtà per chi cerca la tranquillità, con 77 camere e suite e un’ampia gamma di servizi, tra cui un'area benessere, un 4 ristorante di cucina locale e un parco giochi per bambini. Grazie alla sua comoda posizione vicino alla stazione ferroviaria di Riazzino, gli ospiti possono facilmente esplorare le attrazioni di Locarno e godere delle bellezze naturali del Lago Maggiore e delle valli circostanti. Dal pittoresco centro storico di Locarno agli idilliaci vigneti di Riazzino, la regione offre numerose opportunità di scoperta e relax.

Commenti

Post popolari in questo blog

SAGRA : A SESTO CALENDE DUE WEEK END CON LA GRANDE FESTA DELLE CASCINE DI SAN GIORGIO

SCIENZA: A VARESE "REAL HUMAN BODIES" UNA MOSTRA DI VERI CORPI UMANI

MUSICA: AL VIA LA GRANDE FESTA D'ESTATE SAXOFONISTICA E DELLA MUSICA TRA VARESE E CUVEGLIO PASSANDO PER VIGGIU'