ARTE: STANZE D'ARTISTA PRESENTA LA MOSTRA DI MARIO MICHELE ALIOLI LOCATION CAMPONOVO SANTA MARIA DEL MONTE VARESE

 


MARIO MICHELE ALIOLI

STANZE D'ARTISTA 

12/30 OTTOBRE 2022 LOCATION CAMPONOVO 

VIA DELL’ASSUNZIONE 17
SANTA MARIA DEL MONTE - VARESE

In mostra anche i quadri astratti del pittore varesino Roberto Cozzi

Dopo il grande successo della mostra Ossimori dell’anima – tra luce e oscurità, della pittrice Carla Pugliano, che ha visto alla Location Camponovo decine di visitatori, tanto da prolungarne la durata, la stagione espositiva delle splendide sale del Sacro Monte si chiude quest’anno con l’antologica di Mario Michele Alioli, artista molto noto e apprezzato in città.

La rassegna Stanze d’Artista accoglierà infatti, dal 12 al 30 ottobre 2022, la mostra Vita a colori, 25 opere che segnano il percorso creativo di Mario Alioli, incominciato con l’informale per poi sfociare nel figurativo. Accanto a queste ci saranno i quadri astratti di Roberto Cozzi, pittore varesino che lavora a Induno Olona.

L’inaugurazione della mostra, che vedrà la presenza del critico e storico dell’arte Rolando Bellini, sarà mercoledì 12 ottobre alle ore 18 (orari di apertura: tutti i weekend e festivi, 10 – 12, 30 e 14,30 – 19. Entrata libera).

Mario Alioli, nato il 9 maggio 1928 e scomparso il 12 ottobre 2011, è stato molto attivo a Varese e ha creato, alla fine degli anni ’70, il borgo dipinto di Boarezzo, dove era cresciuto, una vera e propria galleria a cielo aperto, intitolata a Giuseppe Grandi e Odoardo Tabacchi, con le opere di diversi autori dipinte sui muri delle case.

L’artista varesino insegnò arti applicate nelle scuole della nostra città a Busto Arsizio, Saronno e Gallarate, e tra le tante sue opere sparse per il nostro territorio si ricordano l’affresco con i campioni del ciclismo lungo la salita del Brinzio e il quadro che raffigura la visita di Giovanni Paolo II al Sacro Monte. Alioli disegnò anche il gagliardetto e il gonfalone del palio Bosino, e dipinse la serie dei Mestieri sulla facciata del palazzo di fronte al Multisala Impero di Varese. Interessante anche la serie di dipinti dedicati all’Umbria e ad Assisi, terra d’origine della moglie Rita.

A Mario Alioli era stato reso omaggio nel 2013 con una mostra antologica a Villa Recalcati, mentre nel 2019 si era scoperta una targa, apposta sulla casa di via Bernascone dove aveva abitazione e studio. Lo scorso mese di luglio poi, un’altra targa commemorativa è stata sistemata a Boarezzo, dove il pittore aveva una casa di vacanza.

Artista curioso e indagatore, anche ceramista e autore di splendidi presepi nella Basilica di San Vittore, Alioli ha descritto con il pennello la vita della sua città con un occhio di riguardo verso i mestieri del passato e la quotidianità.

Alla Location Camponovo esporrà anche Roberto Cozzi, nato a Varese nel 1953 e allievo dello zio, il pittore milanese Bosetti, che gli ha trasmesso, oltre alla tecnica esecutiva, anche una particolare sensibilità cromatica e un modo di cogliere gli stati d’animo, grazie ai quali ha affinato la sua pittura.

«Ho deciso di denominare questa mia esposizione Senza Titolo, e non ho messo alcuna indicazione a fianco delle opere. Mi piace pensare che chi osserva i miei lavori possa lasciarsi andare e liberare le proprie emozioni senza essere condizionato da rimandi che inquinino il sentire di ciascuno. Colori, linee e forme pure sono lettere di un alfabeto creativo che ognuno può comporre assecondando gli slanci del proprio spirito, le inclinazioni della propria sensibilità e le vertigini dei propri desideri», scrive Cozzi, socio del Circolo degli Artisti di Varese, partito da un figurativo tradizionale per raggiungere l’attuale interpretazione cromatico-materica.

Commenti

Post popolari in questo blog

SKASSAKASTA LIVE MUSIC A VEDANO

NATALE: EVENTI NATALIZI DEI LAGHI TRA CERNOBBIO, LECCO, LUGANO E VARESE

ESTATE VARESINA: AL VIA 200 INIZIATIVE PER TUTTA L'ESTATE DA VIVERE A VARESE