domenica 9 dicembre 2018

VEGLIA AL MELO TRA ARTE, MUSICA E CULTURA CULINARIA: “YULE” IL RITO DELLA RINASCITA


“YULE” IL RITO DELLA RINASCITA
Cena artistica per la celebrazione del ritorno della luce nella notte più lunga dell’anno
GIOVEDI’ 20 DICEMBRE, ore 19.00 Sala Planet, via Magenta 3 a Gallarate (VA)

In occasione del solstizio d’inverno ritorna al centro culturale dell’Università del Melo, in via Magenta 3 a Gallarate, giovedì 20 dicembre alle ore 19.00, “YULE-Il rito della rinascita”. La veglia del solstizio è una tradizione che in Università del Melo rappresenta ormai un appuntamento fisso del tempo natalizio con le ritualità di morte e rinascita che dai tempi più remoti celebrano la notte più lunga dell’anno e la rinascita della luce nel giorno del solstizio d’inverno. Notte e giorno, buio e luce, morte e rinascita si inseguono nella vita dell’uomo e della natura come nella mitica “runa”, simbolo celtico dell’eterna ruota del tempo che tutto crea e tutto cancella.

La celebrazione del solstizio è comunione con le tradizioni più antiche dell’umanità, là dove senso religioso e simbologie pagane trovano un punto d’incontro nella contemplazione del misterioso ciclo della vita sulla terra, ispirando arte, musica, cultura che nella tradizione popolare diventano rito, danza, poesia, cibo. E proprio il cibo è protagonista di Yule, la notte della rinascita, con la raffinatezza delle elaborazioni culinarie e le suggestioni simboliche che rendono l’atto apparentemente più quotidiano e materiale dell’esistenza un’esperienza densa di significati simbolici e spirituali, in armonia con il significato più profondo della ritualità solstiziale in cui i confini tra materia e spirito sono aboliti e, come negli antichi misteri eleusini, il disfacimento delle carni si sposa simbolicamente con i semi della rinascita, in un matrimonio rituale sopravvissuto nei secoli  nelle diverse tradizioni culinarie popolari. Sarà davvero “mitologia nel piatto”, grazie all’affiatatissima brigata di cucina e al contrappunto poetico-musicale di Giovanna Predazzi e del “Grammofono Trio” di Simone Peduzzi.

Per informazioni e prenotazioni (entro il 10 dicembre): 0331 708224 - udm@melo.it