TEATRO: AI GIARDINI ESTENSI DI SCENA IL FELLINI DEL TEATRO BLU

 


FELLINI AI GIARDINI ESTENSI

Uno spettacolo poetico ed esplosivo dove il teatro si mescola con le arti circensi, la danza acrobatica, immagini multimediali e le più belle melodie di Nino Rota

Sabato 12 settembre h 21 Giardini Estensi a Varese

Con Silvia Priori e Roberto Gerbolès (attori)

Kataklò acrobatic performers: Luis Colombo, Giorgia Magro, Erika Ravot, Francesco Tomasi, Luca Zanni

Coreografie: Giulia Staccioli

Collaborazione artistica: Vito Cassano

Assistente coreografa: Irene Saltarelli

Voce: Francesca Galante

Orchestra: Ciro Radice (fisarmonica e pianoforte), Giuseppe Cima (tromba), Nicola Zuccalà

(clarinetto), Stefano Risso (contrabbasso), Norberto Cutillo (percussioni)

Scenografie video: Simona Picchi

Testo e regia di Silvia Priori e Roberto Gerbolès

Musiche: Nino Rota

Scene: Teatro Blu

Costumi: Vittoria Papaleo e Maria Barbara De Marco

Direttore tecnico: Lorenzo Ronchi

- Première svizzera

11 settembre h 21 Piazza municipale a Novazzano (Svizzera)

- Première italiana

12 settembre h 21 Giardini Estensi a Varese

- Première tedesca

23 ottobre h 20 Teatro di Wolfsburg (Germania)


 TOUR

28 ottobre h 21 Teatro Faraggiana a Novara

31 ottobre h 21 Teatro Giuditta Pasta a Saronno (VA)

15 e 16 dicembre h 21 Teatro Sociale a Sondrio

19 dicembre h 18 e h 21 Teatro comunale di Carpi (MO)


A 100 anni dalla sua nascita, Teatro Blu, in collaborazione con gli straordinari Kataklò, vuole

celebrare e rendere omaggio a una delle più grandi figure del cinema mondiale con un viaggio

sognante, magico, appassionato, a tratti brioso e a tratti malinconico. Un racconto corale, affollato

di personaggi fantastici, come la vita e l’immaginario del grande maestro riminese. Uno spettacolo

in cui il teatro si mescola con le arti circensi, la danza acrobatica, atmosfere oniriche, immagini

multimediali accompagnate dalla musica dal vivo che eseguirà le più belle melodie di Nino Rota.

L’universo onirico eppure così carnale, terreno, di Federico Fellini raccontato attraverso i

personaggi indimenticabili dei suoi film da Gelsomina, monumento di ingenuità e purezza a

Zampanò, burbero e spietato con un animo tenero, passando per il matto del paese, i clown, le

contadine e i fantasiosi personaggi di Amarcord. Atmosfere oniriche in cui si alternano storie di

ordinaria quotidianità, scene di campagna e di festa, scene improbabili ed estreme visioni ed

illusioni attraverso apparizioni clownesche e coreografie mozzafiato.

Ma prima di tutto il circo! Una passione grande, una lente con la quale guardare il mondo. Il bianco

e l’augusto aleggeranno per tutto lo spettacolo dando origine a gags comiche e a momenti struggenti

evocando atmosfere che richiamano l' universo dei clochard, immagini sottoproletarie da corte dei

miracoli. Il mondo circense, la malinconia del clown e poi ancora i luoghi così importanti nei suoi

film, prima di tutto la sua città natale, la sua Rimini raccontata in “Amarcord” con i suoi personaggi

immortali e indimenticabili, il fascismo, la vita lenta e densa del borgo romagnolo.

Un ritratto visionario e una serie di quadri e ritratti eterogenei e assolutamente indimenticabili,

fortemente caratterizzanti. La campagna, la scuola, le caricature degli insegnanti del ginnasio, il

pranzo di famiglia e la strada in cui gli incontri non sono mai casuali e in cui tutto avviene.

Lo stile estroso, umoristico, onirico portato sul palcoscenico da un cast di attori, clown, acrobati e

circensi che in un’atmosfera rarefatta, racconteranno l’universo irripetibile di un uomo e di un

artista unico e indimenticabile. Una scenografia ispirata ai disegni e ai film di Federico Fellini,

proiezioni, parole, gesti e poi le musiche del compositore Nino Rota, per una esperienza

multidisciplinare che si avvale di diverse forme artistiche, un’esperienza totale, totalizzante.


Commenti

Post popolari in questo blog

MAGIA: APPUNTAMENTO DOMENICALE PER TUTTA L'ESTATE CON IL BOSCO SEGRETO DI WALTER MAFFEI

NEWS: ANCORA SOSPESE LE ATTIVITA' RICREATIVE A CAUSA DEL CORONA VIRUS IN VIGORE NUOVO DECRETO LEGGE

ARTE: LE ARMONIE DI ANA ELENA SASU IN MOSTRA IN SALA NICOLINI A VARESE