TELEVISIONE: FINALE MASTERCHEF ITALIA IN LIZZA ANCHE IL SAMARATESE DAVIDE TONETTI

MASTERCHEF ITALIA, IN 4 PER LA VITTORIA 

IN LIZZA ANCHE IL SAMARATESE DAVIDE TONETTI

GLI ALTRI CONCORRENTI: ANTONIO LORENZON,  MARIA TERESA CEGLIA E MARISA MAFFEO CHE SI GIOCHERANNO IL TITOLO DI NONO MASTERCHEF ITALIANO 
NELL'ULTIMO DI GIOVEDI' 5 MARZO ALLE 21. 15 IN ONDA SULLE RETI SKY E NOW TV


MasterChef Italia si prepara al gran finale. Nel penultimo appuntamento, in onda ieri sera, i giudici Bruno Barbieri, Antonino Cannavacciuolo e Giorgio Locatelli hanno decretato i “fantastici 4” della nona edizione: Antonio, Davide, Maria Teresa e Marisa. Gli aspiranti chef si giocheranno il titolo di nono MasterChef Italiano, la possibilità di vincere 100.000 euro in gettoni d'oro e pubblicare il primo libro di ricette, nel corso degli ultimi due episodi in onda giovedì prossimo, 5 marzo, alle 21.15 su Sky e NOW TV. Chi non arriverà alla puntata finale è Nicolò che, a causa dei troppi errori tecnici commessi durante il Pressure Test, ha dovuto abbandonare la cucina di MasterChef ad un passo dallo scontro finale.

Il penultimo appuntamento del cooking show di Sky, prodotto da Endemol Shine Italy, è iniziato con una Mystery Box emozionante in cui gli aspiranti chef si sono cimentati con la rivisitazione dei “piatti del ricordo” commissionati dai rispettivi familiari. Supportati dall'affetto dei parenti, che hanno preso posto accanto a loro, i concorrenti hanno presentato le proprie creazioni e ognuna di esse ha incontrato il parere positivo dei giudici. È stato Nicolò, con la reinterpretazione degli gnocchi alla romana, a vincere la prova e ad aggiudicarsi il vantaggio nell'Invention Test. Il compito della seconda prova consisteva nel replicare due piatti stellati: le “Linguine e calamari”, cavallo di battaglia di Antonino Cannavacciuolo, e il “Germano con astice in salsa peperata”, di Bruno Barbieri. Tutti e cinque gli aspiranti chef hanno presentato delle versioni soddisfacenti, ma è stata Marisa ad aggiudicarsi il titolo di migliore della prova grazie ad una fedele riproduzione della ricetta di Chef Cannavacciuolo. Con grande sollievo degli altri compagni, la prova non prevedeva eliminazioni: tutti hanno avuto, quindi, l'occasione di volare a Parigi per la prova in esterna. 

Nella Capitale francese, i cinque cuochi amatoriali hanno varcato le porte di uno dei ristoranti stellati più rinomati al mondo: il “Pavillon Ledoyen”, regno di Yannick Alléno, Chef pluristellato, diciassette ristoranti in giro per il mondo e il titolo di padre del concept di cucina contemporanea. Gli aspiranti chef hanno dovuto realizzare un piatto del menù di Alléno e assegnato da Marisa, la cui strategia è risultata da subito molto evidente: colpire gli avversari facendo leva sul punto debole di ciascuno. Nonostante questo, e pur con qualche piccola imprecisione nelle realizzazioni, tutte le portate sono risultate ottime, tanto da rendere difficile per chef Alléno decretare il nome del vincitore della prova: per lui il trionfatore, alla fine, è stato Davide. Gli altri quattro - Maria Teresa, Marisa, Nicolò e Antonio - si sono dati battaglia nell'ultimo, temutissimo Pressure Test. Nel ballottaggio finale sono rimasti Maria Teresa e Nicolò, ed è stato quest’ultimo a dover abbandonare la gara. Per Maria Teresa, un posto in balconata insieme a Antonio, Davide e Marisa, a completare il quartetto dei concorrenti che giovedì prossimo, 5 marzo, su Sky e NOW TV, si contenderanno il titolo di nono MasterChef italiano.

Ieri sera, su Sky Uno/+1 e on demand, il cooking show ha totalizzato una media di 943.305 spettatori. I contatti unici sono stati 1.372.155, la permanenza media è stata del 69%. Nel dettaglio, il primo episodio ha totalizzato 1.018.104 spettatori e il 3.16% di share, il secondo 868.506 spettatori e il 3.68% di share. Record sui social, dove i due episodi hanno segnato il miglior risultato di questa stagione: 204.200 interazioni totali, grazie alle quali, escludendo gli eventi sportivi, MasterChef Italia è stato il primo programma televisivo del prime-time per numero di interazioni. L'hashtag #MasterChefIt è rimasto nella classifica dei TT italiani fino alle prime ore di questa mattina (fonte Nielsen Social/Trends24).

DAVIDE TONETTI SI RACCONTA A MASTERCHEF
https://masterchef.sky.it/concorrenti/davide-tonetti


"Mi chiamo Davide, ho 31 anni, vivo a Trieste e in questo momento faccio il papà a tempo pieno.
La mia passione per la cucina nasce quando, da piccolo, cercavo di preparare improbabili antipasti e stuzzichini per mia mamma che tornava dal lavoro. Crescendo non ho mai abbandonato la cucina e quando poi sono andato a vivere da solo ho iniziato a coltivare davvero la mia passione preparando ogni giorno i piatti che desidero. Ora cucino per la mia famiglia e anche quando sono in vacanza devo essere attrezzato per cucinare: proprio per questo porto sempre con me il rooner e alcuni tra i miei coltelli preferiti, così non sono mai impreparato!
Quando sono ai fornelli mi sento molto sicuro di me e mi piace ideare piatti sempre più innovativi e sapere che i giudici hanno assaggiato delle mie creazioni e le hanno apprezzate mi rende molto orgoglioso! Fino ad ora li avevano assaggiati solo miei amici, e il loro giudizio non può non essere influenzato dall'amicizia.
MasterChef per me rappresenta un ottimo punto di inizio per quel che riguarda il mio progetto: comprare una cascina nel basso colle friulano, ristrutturarla e aprire un ristorante con bed & breakfast".

INTERVISTA

Davide Tonetti, concorrente di MasterChef Italia 9, curiosità
Qual è il tuo piatto forte?
Il coniglio cotto a bassa temperatura.

Il piatto cui sei particolarmente affezionato e che ti evoca emozioni?
Il risotto in generale, lo associo all’amore che provo per mia moglie.

Hai uno chef a cui ti ispiri?
Mi piace molto la cucina di Anthony Bourdain e di David Chang.

L’ingrediente che non manca mai nella tua cucina:
Sicuramente il sale e il burro.

Il tuo miglior pregio
La cordialità e l’educazione.

Il tuo peggior difetto
Sono permaloso e quando lavoro molto rigido.

Raccontaci un tuo aneddoto divertente legato alla cucina:
La prima volta che ho cucinato per mia moglie ho preparato tutto alla perfezione ma ho bruciato il caffè nella moka. Da allora mia moglie mi dice sempre: “Cucina tutto quello che vuoi ma il caffè lo faccio io”.

Che musica ascolti mentre cucini?
Generalmente Pop, ma spazio molto: ascolto anche Rock, Punk, Ska e Metal…dipende dall’umore!

Sei innamorato?
Sì, molto!

Chi non ha mai smesso di credere in te?
Mia moglie.

Se fossi un ingrediente saresti… (esempio: aspro e acido come un limone)
Il wasabi: può essere dolce, se fresco e puro, oppure piccante e forte.

Se ne avessi la possibilità, un biglietto di sola andata per…
Okinawa, in Giappone.

Hai un hobby oltre alla cucina? Se sì, quale?
Mi piace andare a pescare.




Commenti

Post popolari in questo blog

MAGIA: APPUNTAMENTO DOMENICALE PER TUTTA L'ESTATE CON IL BOSCO SEGRETO DI WALTER MAFFEI

NEWS: ANCORA SOSPESE LE ATTIVITA' RICREATIVE A CAUSA DEL CORONA VIRUS IN VIGORE NUOVO DECRETO LEGGE

ARTE: LE ARMONIE DI ANA ELENA SASU IN MOSTRA IN SALA NICOLINI A VARESE