TEATRO: AL PASTA ARRIVA "L’ORSO FELICE" CON LA COMPAGNIA DIMITRI CANESSA

 



L’ORSO FELICE 

Compagnia Dimitri Canessa 

Teatro Giuditta Pasta di Saronno

Domenica 25 febbraio alle ore 16.00

https://www.teatrogiudittapasta.it/

Domenica 25 febbraio alle ore 16.00 arriva a Saronno L’ORSO FELICE tratto dalla celebre favola di Oren Lavie e vincitore INBOX VERDE 2023 e menzionato come miglior spettacolo Young and Kids al FIT - festival internazionale del teatro di Lugano.


L’Orso Felice è stato premiato dall’Osservatorio Critico di In-box Verde 2023 con la seguente motivazione: “Per la capacità delle spettacolo di raccontare ai più piccoli senza retorica e con grande tecnica intrisa di leggerezza e poesia, una storia universale sulla ricerca dell’identità”.


L’Orso Felice è stato nominato Miglior Spettacolo Young and Kids al FIT con la seguente motivazione: “Uno spettacolo che ha risvegliato la magia e la capacità di porre con delicatezza e poesia domande profonde. La ricerca del sé viene prospettata con grazia: ogni bambino è unico e guardandosi allo specchio può dire 'questo sono io', come l'orso felice. Grazie alla Compagnia Dimitri/Canessa per il viaggio. Nelle fiabe, nel silenzio, con sé stessi.”

“C’era una volta, Tanto Tempo Fa, un Prurito.


Non era un prurito grandissimo.
Non era un prurito da niente.
Era un prurito normale.
E il prurito desiderava una bella grattatina.
Tanto Tempo Fa.”


Nasce prima l’orso o il suo prurito? La favola di Oren Lavie sembra chiederci la soluzione a questo indovinello che ricorda un famoso paradosso. Nasce prima l’uovo o prima la gallina? Dal Prurito dell’incipit, gratta gratta, nasce un orso. “Bè, tutti sanno che gli orsi si grattano quando sentono prurito, ma non molte persone sanno che i Pruriti si grattano perché sono Orsi!”
L’orso trova nella tasca della sua pelliccia un foglietto con una domanda (Tu sei me?) E tre indizi: sono un orso molto gentile, sono un orso felice e anche molto bello.
Inizia così una storia semplice ma filosofica di un orso alla ricerca di sé stesso, della propria identità, che cerca risposte a domande apparentemente semplici e lo fa relazionandosi con gli altri perché è solo attraverso i rapporti interpersonali che possiamo realmente capire chi siamo.
Una storia semplice ma filosofica. Uno strano orso, sognatore, un po’ sulle nuvole, che cerca sé stesso, la propria identità e la propria strada e lo fa sia guardandosi dentro (frugandosi nelle tasche!), che relazionandosi con gli altri, perché è anche e soprattutto con l’interazione con ciò che è “altro da sé” che si può scoprire chi si è veramente. Un viaggio per scoprire come ci vediamo e come ci vedono gli altri perché non tutti ci vedono allo stesso modo e forse siamo la somma di tutti questi sguardi...e di quelli che ancora non ci son stati rivolti.


ETÀ CONSIGLIATA

3-6 anni

DURATA

55 minuti

 

Posto unico € 11

Ridotto gruppi organizzati € 8

Orari di biglietteria: mercoledì e sabato dalle ore 9.30 alle ore 12.30 | venerdì dalle 14.30 alle 17.30

Iscriviti al broadcast whatsapp: invia il messaggio PASTAON al numero 328 66 73 487

Per info scrivi a: biglietteria@teatrogiudittapasta.it

Commenti

Post popolari in questo blog

SCIENZA: A VARESE "REAL HUMAN BODIES" UNA MOSTRA DI VERI CORPI UMANI

SAGRA : A SESTO CALENDE DUE WEEK END CON LA GRANDE FESTA DELLE CASCINE DI SAN GIORGIO

MUSICA: AL VIA LA GRANDE FESTA D'ESTATE SAXOFONISTICA E DELLA MUSICA TRA VARESE E CUVEGLIO PASSANDO PER VIGGIU'