venerdì 23 febbraio 2018

FILOSOFARTI 2018: A GALLARATE E NON SOLO TORNA IL FESTIVAL DI FILOSOFIA


Paideia – Educare: torna FilosofArti alla sua quattordicesima edizione

Dal 24 febbraio al 9 marzo il festival di filosofia nelle sue connessioni con le arti promosso e organizzato dal Centro Culturale del Teatro delle Arti porta a Gallarate, Busto Arsizio, Besnate, Arsago Seprio, Cardano al Campo e Varese un tema di grande attualità e lo analizza in tutte le sue sfaccettature con nomi di fama nazionale e internazionale


Paideia: educare”: questo il tema filo conduttore della quattordicesima edizione di FilosofArti, il festival di filosofia e delle sue unioni con le arti che, promosso e organizzato dal Teatro delle Arti di Gallarate, porta a Gallarate, ma anche a Busto Arsizio, Besnate, Arsago Seprio, Cardano al Campo e Varese momenti di altissimo livello, sviluppandosi in coerenza con l’onorificenza al merito ottenuta dalla Presidenza della Repubblica per l’impegno sociale e culturale che rappresenta nel territorio. Con il patrocinio di Regione Lombardia, Asst Valle Olona, Provincia di Varese, Fondazione del Varesotto e Comune di Gallarate e con il contributo, oltre che degli altri Comuni nei quali si svolgerà, anche del Centro Promozione Legalità Varese, Miur, Società filosofica italiana Varese, Fondazione Giuseppe Merlini e di enti sociali, culturali, istituti scolastici e anche realtà imprenditoriali del territorio, promuove la diffusione delle relazioni fra arte e filosofia con la presenza di testimoni illustri della contemporaneità, offrendo, in una logica di rete, esperienze di carattere filosofico, artistico-musicale, teatrale, visivo, fotografico, tecnologico permettendo a tutti, dai bambini agli adulti, dai neofiti agli “esperti” del settore, di confrontarsi con la riflessione filosofica in maniera interattiva e innovativa.

Il tema annuale – spiega Cristina Boracchi, direttore artistico del festival -, partendo dalla cultura della Paideia classica, intende fondare un lessico della dimensione educativa con le parole che rappresentano i bisogni dell’oggi: educazione all’onestà, alla trasparenza, al rispetto, alla condivisione, alla solidarietà e all’accoglienza, alla fede e agli affetti, fra le altre, in una lettura critica e polimorfa della società nella quale abitiamo il contemporaneo”.
Tra gli ospiti dell’edizione di quest’anno Umberto Galimberti, Francesco Alberoni e Cristina Cattaneo, Umberto Curi, Marta Morazzoni, Massimo Recalcati, Walter Veltroni, Bartolomeo Sorge e Giada Lonati, Gad Lerner, Stefano Zecchi, Gian Antonio Girelli e Giovanni Impastato, Pierangelo Sequeri e il Rav Alfonso Arbib, Franco Trabattoni, Piero Giordanetti e Massimo Marassi, Riccardo Iacona, solo per citare alcuni degli ospiti protagonisti di conferenze, presentazioni e lezioni magistrali.

Per sostenere la manifestazione e riuscire a mantenere il più alto possibile il numero degli ingressi gratuiti agli incontri, è attivato un crowdfunding a sostegno del festival (informazioni www.filosofarti.it/sostienici): la forte collaborazione di realtà anche economiche e commerciali del territorio, tra cui l’hotel Astoria, Openjobmetis, Yamamay, Betafence, Malpensa Uno, Isidoro Zaro, Lazzati e anche l’associazione NoidelTosi, solo per citarne alcuni ha permesso di avere al momento a pagamento, oltre agli spettacoli teatrali e alle cene, solo l’ingresso alle lezioni magistrali di Umberto Galimberti e Massimo Recalcati. L’incontro con Gad Lerner è sostenuto da Openjobmetis. “Siamo davvero orgogliosi – spiega a questo proposito Rosario Rasizza, amministratore delegetao di Openjobmetis – di sostenere FilosofArti: un appuntamento con la culturale e la riflessione sociale che di anno in anno diviene sempre più prestigioso. Openjobmetis è lieta di incontrare Gad Lerner nella città di Gallarate: con grande interesse seguiremo il dibattito sui temi della perdita di umanità nel mondo del lavoro. Una prospettiva che ogni giorno ci impegniamo a fronteggiare, cercando di valorizzare la specificità di ogni singolo talento per creare un ponte efficace tra imprese e persone in cerca di impiego”.


Il programma dettagliato del festival è pubblicato sul sito www.filosofarti.it, informazioni e prenotazioni possono essere richieste alla mail info@filosofarti.it o secondo i dettagli sul sito stesso.