venerdì 22 gennaio 2016

PAOLO MIGONE FOR SOS


Mercoledì 27 gennaio 2016, ore 21
Teatro Apollonio – Piazza Repubblica, Varese

Lo spumeggiante comico toscano per la prima volta a Varese in uno spettacolo benefico a favore di SOS VILLAGGI DEI BAMBINI MOROSOLO (foto allegata, conf stampa di questa mattina)


E’ grazie alla collaborazione tra SOS VILLAGGI DEI BAMBINI MOROSOLO e il COMUNE DI VARESE,  Paolo Migone porta per la prima a volta a Varese lo spettacolo Italia di M…are.

L’attore-regista, reso celebre a livello nazionale - e non solo - dalla trasmissione televisiva Zelig, sarà il protagonista assoluto di questo spettacolo, i cui proventi saranno devoluti a SOS Villaggi dei Bambini Morosolo per finanziare i progetti sociali in corso.  Racconterà, con il suo brio spiccato e travolgente, le virtù, gli eccessi, le manie, le abitudini, i vizi e le cattiverie degli italiani. Il punto di vista è critico ed ironico con lo stile visionario tipico del comico toscano.
Ringraziamo Paolo Migone per la generosità e la simpatia con cui si è prestato ad aiutare
i nostri ragazzi, che incontrerà nei prossimi giorni al Villaggio.



I biglietti si acquistano al Teatro Apollonio dal lunedì al sabato ore 11-14 e 17-19.
Oppure tramite il circuito Ticketone (www.ticketone.it)  Informazioni al 337/502362.

IL VILLAGGIO SOS DI MOROSOLO, opera nel territorio dal 1985. Fa parte dell’ Organizzazione internazionale SOS Villaggi dei Bambini, nata nel 1949 in Austria e – oggi -   ha un seggio permanente all’UNESCO ed è presente nel mondo con 539 Villaggi in 134 Paesi 

La sua mission è l’accoglienza di bambini e ragazzi che vivono al di fuori delle famiglie d’origine, in un’ottica assolutamente apolitica e aconfessionale.


Il Villaggio di Morosolo, per il 2016,  ha in programma tutta una serie di iniziative atte a confermare il profondo legame col territorio e i servizi che offre alle famiglie. Tra le altre, il  Concorso Esprimi i tuoi Diritti rivolto alle Scuole di ogni ordine e grado di Varese e provincia: promosso insieme a UNICEF sezione di Varese interrogherà gli studenti sulle loro aspettative e sulle carenze della realtà che li circonda rispetto al loro “diritto al tempo libero”, sancito dalla Convenzione Internazionale sui diritti dell’Infanzia