TEATRO: IL NUOVO SGUARDO DI ANDREA CHIODI PER LA NUOVA STAGIONE DEL GIUDITTA PASTA DI SARONNO

 



UN NUOVO SGUARDO

Direzione artistica Andrea Chiodi


Teatro Giuditta Pasta Saronno

STAGIONE TEATRALE 2023- 24 | programma settembre 2023 – maggio 2024

 

UMBERTO ORSINI | GIUSEPPE ACETO|ALESSANDRO BANDINI | MICHELANGELO DALISI | GIOVANNI DRAGO  |ANNA MANELLA | ALBERTO MARCELLO  FRANCESCA OSSO | EDOARDO SORGENTE | AURORA SPREAFICO | ANNA DELLA ROSA | AMBRA ANGIOLINI | PAOLO ROSSI | TULLIO SOLENGHI  ELISABETTA POZZI |ISABELLA LOI | FEDERICO PASQUALI | PIERLUIGI PASINO | RICCARDO LIVERMORE | ROBERTO ALINGHIERI |ANGELA DEMATTÈ        LUCA SANDRI |MARIELLA VALENTI | FILIPPO LAI | GIANLUCA BOZZALE | GASPARE DEL VECCHIO | RICCARDO GAMBA | ELISA GRILLI | CRISTIANO PAROLIN | FRANCESCA SARTORE | LEONARDO TOSINI | OTTAVIA SANFILIPPO |FRANCESCA CIOCCHETTI | MATILDE FACHERIS | MARIA PILAR PÉREZ ASPA | ARIANNA SCOMMEGNA |GIORGIA SENESI | SANDRA ZOCCOLAN | DEBORA ZUIN | FRANCESCO ALBERICI | ENRICO CASTELLANI | MARCO MENEGONI |ALBERTO BOUBAKAR MALACHINO | TINDARO GRANATA | MARTA CIAPPINA | GIOVANNI SCIFONI | PAOLO CEVOLI |  SALULE KILAITE LUCA MICHELETTI | GIOVANNI ORTOLEVA |GIORGIO GALLIONE | VERONICA CRUCIANI |ANDREA CHIODI | ANDRÉE RUTH SHAMMAH |SERENA SINIGAGLIA | ENRICO CASTELLANI | VALERIA RAIMONDI | LAURA CURINO | SIMONE DERAI|CHIARA BOSCARO | MARCO DI STEFANO|NADIA MILANI MICHELE CAFAGGI | ALESSIA CANDIDO | GIULIA NICOLOSI | ELISA CANESSA | FEDERICO DIMITRI | ANNALISA ARIONE | DARIO DE FALCO | PAOLO GIORGIO | GIULIA PROVASOLI I LEGNANESI |  BABILONIA TEATRI |LA CORTE OSPITALE |LAC LUGANO | CTB | TEATRO NAZIONALE DI GENOVA | ATIR ANAGOR |TEATRO STABILE DEL VENETO | TEATRO FRANCO PARENTIAGIDI | SAVÀ PRODUZIONI CREATIVE | CUBO TEATRO | PROXIMA RES | KARAKORUM TEATRO | VIRGILIO SIENI | PICCOLO TEATRO DI MILANO | ERT | I POMERIGGI MUSICALIDROGHERIA REBELOT | COMPAGNIA ARIONE DE FALCO | FONDAZIONE AIDA | GARDI HUTTER | COMPAGNIA DIMITRI CANESSA | BIBO TEATRO .



“Un nuovo sguardo è uno sguardo che si lascia sorprendere, uno sguardo mai schiacciato da ideologia e pregiudizio, ma anche uno sguardo più profondo, più attento al mutamento e alle novità, capace davvero di farsi stupire. Ecco stupirsi, sorprendersi e scoprire sono tre amici dell’arte e del teatro e l’augurio mio è che davvero ci si riesca a far colpire e stupire da una serie di proposte culturali. Alcune anche molto nuove, ma che ci spalancheranno verso linguaggi capaci di smuovere i nostri cuori e i nostri pensieri.


Una stagione che ho voluto dividere in macro momenti, ognuno con focus interni specifici e che scopriremo insieme durante l’anno attraverso incontri e approfondimenti, un teatro che vuole essere di tutti, in dialogo con la città ma con una precisa proposta culturale davvero per tutti. È con non poca emozione che mi trovo quest’anno ad immaginare la proposta culturale di un teatro con una forte tradizione, un teatro che ho frequentato anni fa come spettatore e poi come regista, un teatro come il Giuditta Pasta che ha formato generazioni di artisti e ospitato importanti compagnie. Ecco voglio partire da qui, da quel desiderio di formare e ospitare, il teatro devo essere occasione di crescita per la città, una città senza cultura è una città senza pensieri, senza luogo di riflessione. Io credo che davvero il Teatro possa essere un polo culturale della città capace di dare linfa e appunto nuovo sguardo alle tantissime e preziose realtà di un territorio. Ho immaginato così una stagione divisa in Prosa, Contemporanea, Musica Classica, Teatro per famiglie e Musical e comicità. Avremo i grandi nomi della prosa come Umberto Orsini e Elisabetta Pozzi, e poi artisti della nuova generazione, un cartellone di teatro contemporaneo che è a tutti gli effetti un nuovo sguardo, fatto dalle compagnie più importanti e premiate del teatro Italiano. Poi la musica classica la domenica pomeriggio che vuole essere anche un omaggio a realtà importanti della città, i bambini in altre domeniche con le loro famiglie, l’intrattenimento fatto dai musical e dei comici, insomma uno sguardo nuovo che tende ad includere la maggior parte degli spettatori e dei cittadini nella speranza di un dialogo importante e fruttuoso tra la città e il suo teatro”. 


Andrea Chiodi – Direttore Artistico Teatro Giuditta Pasta





“Si abbassano le luci, il sipario lentamente si apre, la magia dello spettacolo ci cattura.

Ne abbiamo avuto la prova nei giorni scorsi quando le scuole si sono avvicendate sul palco del Giuditta Pasta con le loro produzioni, tutte pregevoli, dove gli studenti hanno saputo mettersi in scena per parlare di sé e offrirci la loro visione del mondo. E la nuova stagione raccoglie proprio questo stimolo proponendo il tema dello sguardo come chiave di lettura del mondo contemporaneo e dei grandi temi universali della cultura.

Avere un teatro è un privilegio, specialmente per una piccola città come la nostra, un teatro che ha saputo crescere nel tempo guadagnando la fiducia del pubblico, diventando punto di riferimento per le numerose associazioni cittadine, per i giovani e che si presenta oggi con una programmazione rinnovata e pensata per offrire occasioni di grande cultura e di intrattenimento.

Il sostegno dell’Amministrazione nei confronti del Giuditta Pasta testimonia la volontà di farne uno strumento fondamentale per la realizzazione delle politiche culturali e dell’attrattività di Saronno, capace di attirare un pubblico più vasto di quello cittadino, un luogo d’incontro e di crescita a disposizione di tutti”.


Laura Succi - Vicesindaco e Assessore cultura, pari opportunità, marketing territoriale

 

Il Nuovo Sguardo del Giuditta Pasta spazia tra ospitalità e residenze, tra anteprime e debutti nazionali, tra incontri oltre il sipario e momenti di formazione.


La Stagione Teatrale del Teatro Giuditta Pasta di Saronno ideata dal nuovo Direttore Artistico Andrea Chiodi non si limiterà all’ospitalità tout court di compagnie teatrali, bensì prevederà collaborazioni più profonde che sosterranno in maniera decisa il valore imprescindibile dell’arte dal vivo come azione collettiva, politica e poetica insieme, in grado di stimolare una visione plurale e costruire una nuova relazione con il pubblico, la città e la comunità locale e internazionale.


Gli spettacoli e le attività che tessono la tela dei cartelloni sono come fili che si intrecciano e intrecciano l’arte delle artiste e degli artisti, insieme alle lavoratrici e i lavoratori dello spettacolo, per fondare una nuova identità del Giuditta Pasta disegnando i contorni di uno spazio dedicato all’immaginazione, inclusione e creatività.


Ampio spazio a talenti emergenti e ai segnali della contemporaneità, in cui si rintracciano nuove pièce accrescendo il valore creativo e investendo nella continuità della pratica artistica.

Nel mese di settembre il palco del Giuditta Pasta ospiterà l’artista e regista Rubidori Manshaft il cui percorso artistico la porta a lavorare nella zona di confine tra le arti, con esperienze in ambito figurativo, cinematografico e performativo. Il frutto del percorso di residenza nella sala saronnese andrà in scena in anteprima nazionale proprio al Teatro Giuditta Pasta, per poi debuttare ufficialmente al FIT di Lugano.


La stagione di prosa classica si aprirà in ottobre con la Compagnia Umberto Orsini che metterà in scena Le Memorie di Ivan Karamazov per la regia di Luca Micheletti. Si prosegue con il ritorno di un’attrice amata dalla platea saronnese, Anna Della Rosa in Accabadora di Michela Murgia con la regia di Veronica Cruciani. Nel mese di dicembre si reciterà a soggetto con il Pirandello di Paolo Rossi. Gennaio si aprirà con una storia che parla di libertà, civiltà e riscatto; Ambra Angiolini sarà Oliva Denaro di Viola Ardone con la regia di Giorgio Gallione: lo spettacolo vedrà la sua anteprima nazionale proprio sul palco saronnese al termine di un periodo di residenza artistica. In occasione della Giornata della Memoria Angela Demattè sarà Etty Hillesum accompagnata dal coro Hebel del Liceo S.M. Legnani della Città di Saronno con la regia di Andrea Chiodi. Un’altra residenza, questa volta preparazione della tournée nazionale, abiterà il palco del Pasta: Andrée Ruth Shammah riallestirà La Maria Brasca di Testori che andrà in scena in febbraio. Di amore e di altri incantamenti si racconterà il 15 febbraio con Innamorati per proseguire il 7 marzo con una storia di donne, di valori e di liberà con Supplici di Serena Sinigaglia. Sempre nel mese di marzo Tullio Solenghi e Elisabetta Pozzi saranno i protagonisti di Maneggi per maritare una figlia, commedia comica e brillante portata al successo da Govi. La rassegna si conclude con la nuova produzione del LAC di Lugano che vede alla regia Giovanni Ortoleva, che ha ricevuto una menzione speciale alla Biennale di Venezia 2018 nella sezione registi under 30, con La dodicesima notte (o quello che volete) di W. Shakespeare.


La stagione di prosa contemporanea è dedicata a Renato Palazzi, storico critico del Sole 24 ore scomparso lo scorso anno. La rassegna vedrà alternarsi sul palco compagnie apprezzate e sostenute dallo stesso Palazzi come Anagoor – in scena con Rivelazione - e Babilonia Teatri in Pietre Nere affiancati a compagnie ed artisti emergenti tra cui  Cubo Teatro in SID - fin qui tutto bene con Alberto Boubakar Malanchini vincitore di InBox Blu 2023, Karakorum Teatro in Poco più di un fatto personaleProxima Res ed il pluripremiato Tindaro Granata in Poetica sulle poesie di Franco Arminio e  Marta Ciappina  in Gli Anni coprodotto da centro Nazionale di Produzione della Danza Virgilio Sieni, e Fondazione CRFirenze; Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa; Emilia Romagna Teatro ERT / Teatro Nazionale; Festival Aperto - Fondazione I Teatri; Tanzhaus nrw, Düsseldorf; Snaporazverein. L’introduzione alla rassegna sarà curata da Rodolfo Di Giammarco.


Tanti gli appuntamenti della rassegna della rassegna dedicata all’intrattenimento tout court che vede già confermate due date de I Legnanesi in settembreil musical-evento La famiglia Addams per Halloween, il ritorno di Paolo Cevoli, per la prima volta a Saronno Giovanni Scifoni e ancora Abba Dream, Gospel e il magico violino di Saule Kilaite.


La musica classica ritorna protagonista delle domeniche pomeriggio al Pasta: ad aprire la rassegna saranno la Mamo’s Band and Claudio Borroni Jazz Quartet con un memorial dedicato ad Angelo Proserpio, punto di riferimenti della vita culturale di Saronno e recentemente scomparso. L’Orchestra Settembre Classico diretta dal M° Stefano Nigro eseguirà due concerti, uno in occasione della Festa del Trasporto ed uno in occasione della Festa della Repubblica. Tre appuntamenti saranno poi realizzati con la collaborazione dell’Associazione Amici della Lirica di Saronno: omaggio a Maria Callas, omaggio a Giuditta Pasta e omaggio a Lina Cavalieri e Gina Lollobrigida. Fiore all’occhiello della rassegna sarà il concerto dell’orchestra de I Pomeriggi Musicali domenica 7 aprile.


La rassegna teatro per le famiglie porterà in scena il meglio delle compagnie e delle produzioni di teatro ragazzi italiano e non solo: il primo appuntamento sarà nel mese di ottobre con un fine settimana nella pancia del teatro, un percorso-spettacolo destinato a piccoli gruppi, adatto ai bambini dai 3 agli 8 anni e alle loro famiglie a cura di Claudio Milani. Proseguiamo con Caro Lupo di Nadia Milani, la migliore animatrice di teatro su nero italiana, per Drogheria Rebelot. In novembre, in occasione della Giornata Mondiale dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza il Teatro Giuditta Pasta di Saronno ospiterà il debutto nazionale della nuova produzione dell’acclamata Compagnia Arione de Falco, vincitrice dell’Eolo Award 2022: Le rocambolesche avventure dell'orso Nicola, del ragnetto Eugenio e del moscerino che voleva vedere il mondo e che rese tutti felici. L’antivigilia di Natale non può mancare l’attesissimo appuntamento con il musical di Fondazione Aida We wish you a Muffins Christmas. Il 7 gennaio Gardi Hutter, acclamata artista internazionale, porterà in scena la divertentissima Giovanna D’Arpo. Febbraio aspetta il pubblico delle famiglie con L’Orso Felice della compagnia Dimitri Canessa finalista InBox Verde che si sta concludendo proprio in queste ore a Siena. Tratto dal libro per l’infanzia di Jill Tomlinson la produzione di BIBOteatro Buiobù di e con Alessia Candido e Giulia Nicolosi. La rassegna si concluderà con un altro graditissimo ritorno, quello del mago delle bolle Michele Cafaggi nel suo nuovissimo spettacolo SonoSolo – Sono solo bolle di sapone-.


Dalla Stagione Teatrale 2023|24 l’artista Claudio Milani e la Compagnia Momom saranno residenti al Teatro Giuditta Pasta di Saronno® e daranno vita a numerose attività rivolte alla formazione di un gruppo permanente di dialogo attorno al teatro per le nuove generazioni, iniziative di partecipazione attiva del pubblico delle famiglie, il percorso di preparazione del nuovo spettacolo Nuvole, debutto nel 2025, percorsi di PCTO alla scoperta dei mestieri del teatro -organizzazione, recitazione, tecnica- e mirano alla costruzione di racconti che possano essere realizzati in teatro dai ragazzi delle scuole superiori e destinati ai bambini e agli adulti delle scuole dell’infanzia.


TGP spazio Lab sarà anche per la prossima stagione uno dei cuori pulsanti del Giuditta Pasta: la proposta per il prossimo anno sarà ancora più ricca. Condurranno i TGP Lab Giulia ProvasoliDario Eduardo de Falco e Paolo Giorgio.

Il Foyer del Teatro si colorerà d’arte con Art Foyer, grazie alla collaborazione del Teatro Giuditta Pasta con Associazione Helianto e Associazione ArtigianArte.

 

CAMPAGNA ABBONAMENTI UN NUOVO SGUARDO 2023|24

Apertura della campagna abbonamenti LUNEDÌ 26 GIUGNO

Prenota il tuo abbonamento a abbonati@teatrogiudittapasta.it

Inizio vendita biglietti Teatro Musicale e Show e Teatro Famiglie LUNEDÌ 26 GIUGNO

Orari biglietteria dal 26 giugno al 21 luglio:

lunedì – mercoledì e venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.30

Orari biglietteria dal 6 settembre:

Mercoledì e sabato dalle ore 9.30 alle 12.30 | venerdì 14.30 alle 17.30

 

ABBONAMENTI                                                                              

PROSA 10 SPETTACOLI                                                                   

INTERO € 250                                                                                  

Ridotto OVER 70 € 215

Ridotto UNDER 26 € 150

Ridotto GRUPPI ORGANIZZATI € 200

Ridotto SCUOLE € 100

 

CONTEMPORANEA 6 SPETTACOLI

INTERO € 140

Ridotto OVER 70 € 115

Ridotto UNDER 26 € 100

Ridotto GRUPPI ORGANIZZATI € 110

Ridotto SCUOLE € 60

 

MUSICA 7 SPETTACOLI

INTERO € 82

Ridotto OVER 70 € 78

Ridotto UNDER 26 € 70

Ridotto GRUPPI ORGANIZZATI € 75

Ridotto SCUOLE € 70

 

TEATRO FAMIGLIE

5 spettacoli a scelta € 60

Eventi speciali € 30

 

SITO WEB: www.teatrogiudittapasta.it

Commenti

Post popolari in questo blog

SCIENZA: A VARESE "REAL HUMAN BODIES" UNA MOSTRA DI VERI CORPI UMANI

TEATRO: A VARESE ACCADEMIA TEATRALE E POMERIGGI TEATRALI A CURA DI PAOLO FRANZATO

TEATRO :NUOVA STAGIONE DEL TEATRO CONDOMINIO DI GALLARATE AL VIA