giovedì 19 maggio 2016

UN MUSICAL PER TUTTI AL SOCIALE

«LA CASA DEL MAGO», L’ARTE DI DEPERO DIVENTA UN MUSICAL
Sabato 21 maggio, alle ore 20.30, il teatro Sociale «Delia Cajelli» di Busto Arsizio ospiterà lo spettacolo conclusivo di un progetto nato dall'incontro del liceo «Candiani Bausch» di Busto Arsizio con l’artista Lucia Pescador. L’appuntamento, per la regia di Cristina Morosi, gode del sostegno delle Amministrazioni comunali di Busto Arsizio e Cassano Magnano, dei SociCoop della Regione Lombardia e dell’azienda Eredi Caimi di Olgiate Olona. L’ingresso è libero e gratuito… 
Si configura come un omaggio all’universo creativo di Fortunato Depero, uno dei principali artisti del movimento futurista, il musical «La casa del mago», in scena sabato 21 maggio, alle ore 20.30, al teatro Sociale «Delia Cajelli» di Busto Arsizio.
Lo spettacolo, la cui regia è stata curata dalla drammaterapeuta Cristina Morosi, vedrà in scena sessanta bambini dai 5 ai 6 anni, con i giovani danzatori, musicisti, scenografi e artisti del liceo artistico musicale e coreutico «Candiani Bausch» di Busto Arsizio .
La drammaturgia, la scenografia, gli oggetti di scena, le coreografie e le musiche sono opere interamente originali, in buona parte realizzati in laboratori scolastici dedicati ai linguaggi dell’arte.
L’appuntamento gode del sostegno delle Amministrazioni comunali di Busto Arsizio e Cassano Magnano, dei SociCoop della Regione Lombardia e dell’azienda Eredi Caimi di Olgiate Olona.
Il progetto è nato dall'incontro dei docenti del liceo «Candiani Bausch» di Busto Arsizio con un'artista, Lucia Pescador, e con un libro dedicato a Fortunato Depero, pubblicato dalla collana PIccola Pinacoteca Portatile della casa editrice TopiPittori di Milano e realizzato in collaborazione con il Mart di Rovereto.
«Nell'incontro tra professionisti delle scuole di ogni ordine e grado, abbiamo proposto –racconta Patrizia Fazzini del liceo «Candiani Bausch»- laboratori per bambini con giovani studenti e docenti tutor per un intero anno scolastico. La buona scuola, infatti, crea ambienti d’apprendimento dove i più giovani possano imparare e stare bene, consolidare competenze e trovare, nei linguaggi dell’arte, nuovi codici espressivi all’interno di una dinamica di gruppo e di incontro intergenerazionale». 
Per finanziare lo spettacolo e i suoi programmi futuri, il liceo «Candiani Bausch» ha presentato il suo progetto su School raising, la piattaforma di crowdfunding per le scuole italiane.  L’intero progetto può, inoltre, essere seguito sulla pagina Facebook www.facebook.com/groups/1771284603105572/.

L’ingresso al musical «La casa del mago» è libero e gratuito.