sabato 13 maggio 2017

ARTISTI IN MOVIMENTO: MOSTRA A PORTO CERESIO TRA DIPINTI E SCULTURE



   Porto Ceresio (Varese) - Sabato 13 maggio alle ore 17.00 presso la Sala Mostre di Piazzale Luraschi (sede della Biblioteca Comunale) sarà inaugurata una collettiva degli "Artisti in Movimento" (dipinti, sculture, incisioni, ceramiche, vetrate artistiche, fotografie, poesie). L'apertura (ingresso libero) è fissata per le ore 10,00.

   Gli orari. Mercoledì e Venerdì: ore 20.00-23.00; Sabato: 10,00-12.30/15.00-23.00. Domenica: 10.00-12.30/15,00-18.00. La mostra si concluderà domenica 21 maggio.
   Ventuno gli artisti partecipanti: Alida Bardelli (Pittura), Ana Elena Sasu (Pittura su vetro), Anna Maria Drozd (Acquarello-Arte su tessile), Anna Maria Ferrara (Pittura-Fotografia), Anna Nacca (Acquarello), Anna Maria Robecchi (Acquarello), Antonio G. Cosentino (Fotografia), Carlo Proverbio (Pittura), Cristina Taiana (Pittura-Incisione), Daniela E. Meda “Deda” (Pittura), Enrico Milesi (Pittura-Scultura-Poesia), Fabrizio Menotti “Dodo” (Scultura in ferro), Gabriele Piccardi (Pittura-Scultura), Giancarlo Magnoni (Ceramica Raku), Gianmaria Viviani (Scultura-Poesia), Giovanna Mingoia (Scultura), Giuliana Nocco (Pittura-Vetrate artistiche), Marcello Papaleo (Scultura), Maria Milione (Pittura), Maurizio Tadiello (Pittura), Roberto Gallazzi (Pittura-Ceramica).
   Sul lungolago di Porto Ceresio figurano anche alcuni murales realizzati dagli Artisti in Movimento nel 2014, 2015 e 2016.
***
   La storia di Porto Ceresio - Il nome originario del paese è sempre stato Porto, inteso come ingresso o passaggio (in questo caso passaggio lacuale per l’Elvezia). In periodo feudale la località era denominata Porto d’Arcisate, insistendo sul territorio amministrato dalla pieve di Arcisate. In seguito, nel 1796, cambiò denominazione in Porto Codelago o Porto Capolago. Nel 1815, assunse il nome di Porto Morcò o Porto Morcote. Col Regno d'Italia il nome cambiò in Porto Ceresio nel senso di Porto sul Lago Ceresio. Sull’origine del nome Ceresio ci sono scuole diverse: Ceresius potrebbe risalire alla voce italiana Cereseus (ciliegio) oppure a Ceresos, città spagnola.
   Il centro abitato di Porto Ceresio in origine era costituito da due nuclei. La parte settentrionale era denominata “del Pozzo”, dove erano poste cisterne per l’acqua. La zona a sud veniva chiamata del Torchio. Le frazioni, poste tra i 210 e i 955 metri sul mare, sono: Albero di Sella, Ca’ del Monte, Casamora, Monte Casolo, Monte Grumello, Poncia, Ronco Falcione, Selvapian.
   I Comuni confinanti: Besano, Brusimpiano, Brusino Arsizio (CH-TI), Cuasso al Monte, Meride (CH-TI), Morcote (CH-TI)
   Le comunicazioni via terra con Ponte Tresa e Brusimpiano erano inesistenti: il collegamento poteva dunque avvenire via lago, come con la Svizzera. Il lago fu utilizzato come via di comunicazione da invasori di diverse provenienze: il suo territorio, al confine tra la Confederazione Elvetica ed il Ducato di Milano è stato terra di razzie.
   Oggi - in parallelo con la strada che porta nella Confederazione elvetica -  Porto Ceresio vanta una passeggiata di due chilometri che, partendo dalla stazione ferroviaria, si sviluppa sul lungolago con ville d’epoca e parchi che fanno da spartiacque, assicurando assenza di rumori molesti e aria meno inquinata.
   Da qui si può ammirare Morcote, con la sua chiesa e il castello, e il colle di S.Martino in territorio di Besano. Come lungo altri laghi del Varesotto, anche qui sono possibili gite in barca e viaggi in battello.
   Il bacino del Ceresio, parte italiana del lago di Lugano (la superficie complessiva è di 48,7 chilometri quadrati) si sviluppa su 18 km quadrati. Il bacino, che ha origine da un lago glaciale, interessa le province di Varese, Como e il Canton Ticino.
   Porto Ceresio dispone, in piazzale Luraschi, di ufficio turistico e una sala mostre collocate in vista lago nel palazzo che ospita la Biblioteca civica e una sede che ospita le attrezzature per gare di canottaggio. Sul lungolago insistono alcuni porticcioli e un bar galleggiante su storica motonave.
   Tra gli interessi storici e culturali: il museo etnografico Appiani, un museo storico situato attualmente presso la stazione ferroviaria (stazione in attesa di essere riattivata). Porto Ceresio è in posizione strategica tra musei e luoghi d’arte come il Museo dei fossili di Besano, Villa Cicogna a Bisuschio, il Museo Butti di Viggiù.
   La fauna acquatica. Sulle acque del Ceresio sono presenti diverse specie di fauna acquatica, a partire dai cigni che fanno bella mostra di sé, sorvolati da voli di gabbiani. Presente anche una colonia di svassi, velocissimi nello sparire nelle acque e riemergere in lontananza. Meno facile, ma non raro, scorgere a  distanza di sicurezza aironi e cormorani.  

1 commento:

  1. FreedomPop is the only ABSOLUTELY FREE mobile communications provider.

    Voice, SMS & data plans are priced at £0.00/month (ABSOLUTELY FREE).

    RispondiElimina