domenica 3 maggio 2015

ARCHIVIO STORICO DEL LAGO DI VARESE APERTO A TUTTI

LAGO DI VARESE: PRESENTAZIONE DELL’ARCHIVIO STORICO
Partecipazione aperta alla cittadinanza


                                                           
Il Centro Internazionale Insubrico Cattaneo-Preti dell’Università degli Studi dell’Insubria, in collaborazione con il progetto dei Giovani pensatori, organizza per il giorno giovedì 7 maggio 2015, dalle ore 15 alle ore 18, nell’Aula seminari di Villa Toeplitz, a S. Ambrogio, Varese, il seminario Il lago e noi: la fine di un’appartenenza. Vita quotidiana sul lago di Varese prima e dopo la sua vendita (1433 – 1652).

L’incontro è dedicato alla presentazione della documentazione dell’Archivio storico del Territorio dei laghi varesini donato al Centro Internazionale Insubrico ed è aperto al pubblico interessato.

Il coordinatore dell’archivio, il professor Amerigo Giorgetti, la professoressa Antonella Frecentese, le studentesse Alice Miccio, Irene Oblatore, Giulia Re Calegari dell’ ISISS Daverio–Casula di Varese presenteranno la loro ricerca archivistica che ricostruisce eventi legati alla vita quotidiana lacustre varesina, a tutt’oggi sconosciuta.
Seguirà l’intervento La consistenza della cultura immateriale della dottoressa Tiziana Zanetti, dell’Associazione Lacus Loci. L’intervento prenderà avvio dal concetto di “bene culturale immateriale” e dalla questione della sua conservazione, con riferimento al più ampio e articolato concetto di «patrimonio culturale». In questa cornice verranno illustrati alcuni elementi di metodo e di contenuto, del progetto Lacus loci, uomini e paesaggi tra le anime del lago, un’iniziativa di ricerca dedicata alla cultura immateriale del lago di Varese che ha visto come protagonisti gli ultimi pescatori della Cooperativa Pescatori di Varese e che gode del patrocinio scientifico del Centro Internazionale Insubrico.


L’Archivio Storico dei territori del Lago di Varese permette di conoscere la storia dei territori insubri che si sono sviluppati in relazione privilegiata con i differenti laghi della nostra provincia «questo archivio concerne senza dubbio la storia locale, ma costituisce, di per sé, un archivio storico di primaria importanza per tutti coloro che desiderano studiare in modo rigoroso la storia varesina e il suo territorio al di fuori dei tradizionali stereotipi storiografici, proprio perché raccoglie la riproduzione, filologica e critica, di moltissimi documenti che spaziano dal XIII secolo all’età contemporanea» spiega il professor Fabio Minazzi, direttore del Centro Internazionale Insubrico 

Nessun commento:

Posta un commento