martedì 10 giugno 2014

VARESE FESTIVAL DEI MONDI 2014





Festival internazionale delle arti sceniche e figurative
C’è un uomo che cammina per le strade di Varese. Porta sulle spalle un grosso zaino, straripante di roba, eppure non tradisce alcuna espressione di stanchezza. Il suo volto ricorda da lontano quello del Maestro Gian Carlo Menotti, compositore e librettista che fra gli anni ‘50 e ‘70 del 1900 fu capace d’inventare il “Festival dei due mondi”, trasportando Spoleto nella Carolina del Sud e Charleston in Umbria. L’uomo si ferma, poggia a terra lo zaino e lo apre. Per un attimo s’intuisce, là dentro, un’immensa quantità di pura arte, che quell’uomo ha deciso di portare in alcuni fra i luoghi più incantevoli di Varese: Villa Recalcati, i Giardini Estensi, Villa Panza, Ville Ponti, il Teatro Santuccio, la Sala Montanari. Sveliamo subito la metafora: quell’uomo è il “Varese Festival dei Mondi”, una kermesse internazionale di arti sceniche e figurative che dal 20 al 30 giugno trascinerà Varese nel bel mezzo di un fiume di bellezza, coinvolgendo un centinaio di artisti provenienti da 4 continenti in una raffica di spettacoli d’ogni genere. Questa mattina, nella cornice di Palazzo Estensi Silvia Priori, Direttore artistico di “Teatro Blu” ha svelato nei dettagli il contenuto di quello zaino che è stato cucito in realtà nel 2011, quando nasceva Cadegliano Festival – Piccola Spoleto. Cadegliano, che nel luglio di cento anni prima aveva dato i natali a Menotti, oggi decide di passare la mano alla più grande Varese, per far sì che – anche in vista di Expo 2015 – le location più prestigiose del capoluogo possano accogliere dieci giorni di grandi spettacoli. Il Festival, ricco di artisti di enorme pregio internazionale, nasce dalla collaborazione di Teatro Blu con la Provincia di Varese, l’Agenzia del Turismo e il Comune di Varese. Abbraccerà tre aree tematiche: arte e cultura; sport; enogastronomia. Nell’idea di trasformare Varese, anche solo per pochi giorni, nella “Città celeste” che il Maestro Menotti amava sognare: un luogo in cui artisti di tutto il mondo e di ogni provenienza sociale e culturale potessero ritrovarsi in uno spazio privo di pregiudizi per esprimere il proprio talento.

Si parte venerdì 20 giugno, alle ore 18.30 a villa Recalcati con l’ Apertura del Festival in cui Varese e Cadegliano si uniranno in una sorta di gemellaggio artico, unite dalla splendida musica del Maestro Gian Carlo Menotti; alle ore 21 Eugenio Bennato, insieme a Silvia Priori ( qui nella veste di attrice) e a Roberto Gerbolès accompagnati dalla loro orchestra, presenteranno il coinvolgente spettacolo-concerto “Sur”, in prima assoluta. Da qui in poi è una biglia colorata che corre veloce sul classico piano inclinato: il 21 giugno ancora Bennato presenterà (ore 18, Villa Ponti) il libro “Ninco Nanco deve morire”; poi, alle 21, i giardini di Villa Recalcati ospiteranno le incredibili evoluzioni degli acrobati africani di Asante Kenya, che si esibiranno nell’Acrobatic Dance Show.

Domenica 22 giugno (ore 18, Ville Ponti) sarà il turno del celebre regista e drammaturgo torinese Gabriele Vacis, con “Libera nos”. E ancora (ore 21, Villa Recalcati) l’Orchestra di Via Padova, 19 musicisti e un direttore d’orchestra provenienti da 9 diversi paesi di 3 continenti, nel concerto di musiche da tutto il mondo.

Giusto il tempo di tirare il fiato, perché venerdì 27 giugno (ore 16, Villa Panza) Lucilla Giagnoni e Silvia Priori illumineranno (è proprio il caso di dirlo) la scena con “E luce fu!”, un Trattato sulla luce – Dalla Genesi alla Divina Commedia attraverso una visione personale. Poche ore più tardi, alle 21, Villa Recalcati ospiterà il grande coreografo britannico Lindsay Kemp in un’altra nuova creazione: “Kemp Dances” , uno spettacolo di teatro danza dell’ inimitabile gran maestro dell’ onirico e dell’ entertainment: magia pura!


Sabato 28 (ore 18, Villa Recalcati) sarà la volta di Daniele Finzi Pasca – autore, regista, coreografo, che nel 1989 fondò con Silvia Priori Teatro Blu – e ora cofondatore della Comp. Finzi Pasca presenterà il “Teatro della Carezza”. Toccherà invece allo splendido set dei Giardini Estensi l’onore di ospitare alle ore 19.45 “Hell Screen”, spettacolo del regista giapponese Kuniaki Ida, in prima assoluta.

Domenica 29 (ore 18, Villa Recalcati), infine, la presentazione del libro “La danza di Diana” (a cura di Donatella Ferrara) ci fornirà l’occasione di incontrare Diana Ferrara, grande Etoile del Teatro Opera di Roma con oltre 50 anni di grandi spettacoli nel proprio artistic background. E sempre Villa Recalcati ospiterà alle 19.45 un’ altra nuova creazione: lo spettacolo di danza “Dolce Pinocchio” dell’Astra Roma Ballet.

Tutto questo, in realtà, non è che una parte di ciò che contiene il meraviglioso zaino di quell’uomo immaginario che sta camminando pian piano per le vie della città, preparandosi per il proprio turno.

Sono ancora aperte le iscrizioni ai seminari di teatro di Gabriele Vacis ( 20 – 21 – 22 giugno) e di Kuniaki Ida ( 27 – 28 – 29 giugno). Accanto agli stages di teatro ecco i workshop di tango argentino a cura di Tango Social Club e Somsart di Varese. Grande spazio è dedicato alle dimostrazioni, prima degli spettacoli serali, di alcune delle più note delegazioni sportive: Comitato Italiano Paralimpico, Polha Varese, Federazione Italiana di Twirling, Federazione Ginnastica d’ Italia, Federazione italiana di Vela, Federazione Italiana Gioco Calcio, Federazione Italiana Danza Sportiva, Canottieri Varese, Federazione Ciclistica Italiana, Federazione Italiana di Judo, lotta Karate, Arti Marziali, Hockey Varese, Federazione Italiana di Scherma, Delta Club Laveno, Automobile Club Italiano, Federazione Italiana di Golf.

Uno spazio di eccezione sarà dato alle prestigiose esposizioni d’arte di Robert Irwin e James Turrel “ Aisthesis” All’ origine delle sensazioni” in Villa Panza e ai festeggiamenti di 70 anni di attività del Maestro Luigi Bello che esporrà le sua Antologica in Villa Recalcati. Ma Varese Festival dei Mondi è tanto altro! Per l’ area Enogastronomica ospiterà in Villa Recalcati domenica 22 ore 10.30 “ Dieta sostenibile e benessere: per noi e per il pianeta” a cura di Slow Food Varese e domenica 29 ore 10.30 Arte e Alimentazione – laboratori per bambini e adulti a cura di Thuja Lab A.P.S. Spettacoli, stages, conferenze, proiezioni, esposizioni, degustazioni, laboratori per adulti e bambini e molto altro, il Festival dei Mondi si prepara a raccontare l’Arte, pura e semplice, approdata delicatamente nella splendida Varese per mettere in luce le sue straordinarie bellezze. Quell’Arte che, come disse un giorno proprio il Maestro Menotti, non è altro che un dono, ed è la dimostrazione dell’ esistenza di Dio.

Un particolare ringraziamento va a tutte le Istituzioni, ed in particolare alla Provincia di Varese, all’ Agenzia del Turismo, al Comune di Varese, alla Camera di Commercio e alla Fondazione Comunitaria del Varesotto. Ringraziamo di cuore i proprietari e i gestori delle meravigliose location che ospiteranno il Festival, gli sponsor e tutte le associazioni del territorio che hanno contribuito alla felice realizzazione di Varese Festival dei Mondi.

Tutti gli eventi del Festival sono a ingresso gratuito (esposizioni a Villa Panza a pagamento)

Nessun commento:

Posta un commento